bari never ends
bari never ends
Bandi e concorsi

"Bari Never Ends", online l'avviso pubblico per l'utilizzo quadriennale del brand cittadino

Chi si aggiudicherà il marchio dovrà corrispondere al Comune il 3% dei ricavi. Maselli: «Bari avrà sua identità visiva»

È online sul sito istituzionale del Comune di Bari, a questo link, il protocollo che regolamenta le condizioni e modalità della concessione d'uso del brand "Bari Never Ends".

Il protocollo, approvato dalla giunta comunale lo scorso 20 giugno su proposta dell'assessore al ramo, Silvio Maselli, prevede che soggetti pubblici o privati, aziende, enti, associazioni, produttori di beni, artigiani, operatori turistici ed esercenti possano utilizzare il marchio della città di Bari corrispondendo al Comune royalties di importo pari al 3% del prezzo di vendita del singolo prodotto brandizzato.

L'uso del brand "Bari Never Ends" è invece concesso a titolo gratuito a:
· enti pubblici, nell'ambito delle loro attività istituzionali;
· istituzioni culturali, educative, scientifiche, sportive e sociali nonché ad enti privati, associazioni ed altre organizzazioni senza fine di lucro o persone fisiche che svolgano analoghe attività non lucrative.

La concessione ha la durata di 4 anni, salvo revoca o rinuncia, e potrà essere rinnovata presentando una nuova istanza di concessione in licenza.
Tutti i soggetti interessati potranno presentare la richiesta inviando l'apposito modulo all'indirizzo pec cultura.comunebari@pec.rupar.puglia.it; saranno i funzionari della ripartizione comunale Culture ad effettuare l'istruttoria delle istanze pervenute per procedere alla relativa autorizzazione.

«Giunge oggi a compimento la nostra strategia - commenta l'assessore alle Culture e al Turismo Silvio Maselli - che mira a dotare Bari di una identità visiva e a liberare le energie e la fantasia dei soggetti pubblici e privati in grado di moltiplicare e diffondere nel mondo e a Bari tale identità che, unitamente agli spot video, alla comunicazione below e above the line, definiamo brand turistico-culturale, cui presto si affiancherà anche la fase di promo-commercializzazione turistica grazie alla Bari Guest Card, di imminente avvio. Da oggi concessionari di servizi turistici, agenzie pubblicitarie e di marketing, musei, gestori di spiagge e lidi, info point turistici, negozianti al dettaglio, operatori economici e istituzionali potranno realizzare e vendere oggetti recanti il marchio "Bari Never ends", declinato secondo il manuale d'uso, riconoscendo al Comune di Bari esclusivamente il 3% dell'importo delle vendite. Libero spazio dunque alla loro creatività e fantasia, e campo libero al merchandising di quasi tutte le categorie merceologiche per i quali il marchio è registrato a livello comunitario. Il brand Bari, così, conoscerà una nuova fase espansiva, consentendo a soggetti privati e pubblici di trarne il proprio giusto guadagno e rendendo Bari una città finalmente attenta alla propria immagine, al pari di altri grandi e medie municipalità europee».

Il marchio figurativo brand "Città di Bari", declinato nei cinque marchi figurativi "Bari Never Ends", "B", "A", "R", "I" ,è stato registrato presso l'EUIPO - Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale.
  • Silvio Maselli
  • bari never ends
Altri contenuti a tema
Giunta comunale Bari, lascia Maselli. Entra nel vivo il toto-assessori Giunta comunale Bari, lascia Maselli. Entra nel vivo il toto-assessori Dopo la conferma di Decaro filtrano nuove indiscrezioni sulla sua squadra per i prossimi cinque anni
Terminati i lavori nello Spazio Murat in piazza Ferrarese. Inaugurazione il 17 giugno Terminati i lavori nello Spazio Murat in piazza Ferrarese. Inaugurazione il 17 giugno Gli interventi avevano interessato le strutture antisismiche, gli impianti di areazione e antincendio
Comunali Bari 2019, i commenti del centrosinistra alla vittoria di Decaro Comunali Bari 2019, i commenti del centrosinistra alla vittoria di Decaro Le voci e le analisi del voto raccolte nella giornata di ieri nel comitato del rieletto primo cittadino
Bari e Torino, un gemellaggio culturale nel nome di Leonardo da Vinci Bari e Torino, un gemellaggio culturale nel nome di Leonardo da Vinci Presentata a Santa Scolastica la mostra "Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro”, che si svolgerà nel capoluogo piemontese dal 15 aprile al 14 luglio
Pasqua 2019, Bari e Brindisi tra le mete più gettonate Pasqua 2019, Bari e Brindisi tra le mete più gettonate La nostra città alla quindicesima posizione di questa virtuale classifica delle ricerche online dei turisti nazionali
Valorizzare gli edifici dei totalitarismi del '900 in chiave turistica, due eventi pubblici a Bari Valorizzare gli edifici dei totalitarismi del '900 in chiave turistica, due eventi pubblici a Bari Il 6 e 7 marzo appuntamento presso il liceo Salvemini di Japigia. Maselli: «Promuovere conoscenza del razionalismo architettonico»
I personaggi della Lego colorano i muri di Bari. Oggi e domani l'artista Pao in città I personaggi della Lego colorano i muri di Bari. Oggi e domani l'artista Pao in città Appuntamento in piazza Garibaldi e via Devitofrancesco. Murales per esprimere partecipazione e unità
Il Comune di Bari premia il cardiochirurgo Vito Giovanni Ruggieri Il Comune di Bari premia il cardiochirurgo Vito Giovanni Ruggieri Maselli: «Affetto di tutta una comunità per il professore»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.