al via la sperimentazione di nuovi semafori in alluminio
al via la sperimentazione di nuovi semafori in alluminio
Territorio

Bari, arrivano semafori "intelligenti" su 81 incroci. Decaro: «Intervento contro inquinamento»

Approvato in giunta il secondo stralcio del progetto preliminare. Impianti a tecnologie a led e paline in alluminio più resistenti

A Bari sono pronti ad arrivare altri semafori "intelligenti". Dopo la sperimentazione dello scorso agosto, la giunta comunale ha approvato il progetto preliminare "lavori per il completamento del sistema ITS comprensivo di centralizzazione semaforica e di revisione del sistema dei varchi nelle zone centrali della città", vale a dire il secondo stralcio del progetto complessivo sulla centralizzazione semaforica avviato dall'amministrazione negli anni scorsi. Nello specifico, si tratterà di completare l'ammodernamento e messa a norma degli impianti semaforici su nuove 81 intersezioni stradali, che, sommate alle 115 già coperte dal primo intervento, andranno a soddisfare le esigenze di due terzi degli incroci stradali cittadini.

Questo progetto, nello specifico, prevede la sostituzione delle lanterne semaforiche con delle nuove dotate di tecnologia a Led. I lavori comprenderanno anche la sostituzione dei regolatori semaforici, degli armadi di campo e dei quadri elettrici, la sostituzione o l'eventuale ripristino dei pali mal funzionante, oltre all'installazione, lì dove ve ne fosse la necessità, di sensori di varie tipologie per il monitoraggio e gestione adattativa del traffico lungo le principali arterie stradale.

In arrivo anche un software specifico: sarà, infatti, implementata la nuova piattaforma di supervisione e gestione integrata di tutti i sottosistemi della mobilità urbana, già operativa dal precedente stralcio di lavori eseguito, in modo da avere un'unica piattaforma di controllo con tutte le funzionalità di programmazione, configurazione e memorizzazione dei dati raccolti. Attraverso questo sistema di centralizzazione, quindi, è già possibile effettuare la regolazione semaforica su tutti gli impianti dotati di nuovi regolatori, consentendo la misurazione e il controllo del traffico veicolare, il monitoraggio delle zone a traffico limitato e delle aree di parcheggio, il controllo da remoto dei pannelli a messaggio variabile.

La nuova architettura software renderà possibile quindi il "dialogo" tra i principali sistemi periferici "direttamente" con la Piattaforma di supervisione e gestione, senza utilizzare ulteriori sottosistemi. I vantaggi principali di una architettura software così implementata si riassumono, da un lato, nella memorizzazione e visualizzazione integrata dei dati provenienti da tutti i sottosistemi, dall'altro, nella possibilità di sviluppare adeguate politiche di gestione della mobilità urbana nel suo complesso, di implementare strategie per la risoluzione delle criticità, anche temporanee, o sviluppare sinergie funzionali. Tutti i nuovi semfori saranno in alluminio, materiale che offre maggiori garanzie di durabilità nel tempo oltre ad impedire le rotazioni delle lanterne a seguito di raffiche di vento, e di colorazione biancorossa che richiama i colori della città, del tipo già sperimentato alcuni mesi fa.

Le oltre 400 nuove paline semaforiche saranno dotate di pulsanti di chiamata, che permettono la prenotazione della richiesta del verde della fase pedonale, e di dispositivo acustico per segnalare il via libera alle persone non vedenti, contribuendo così al progressivo abbattimento delle barriere architettoniche in città.

«Proseguiamo su questo importante progetto per la riorganizzazione dei flussi di traffico attraverso il posizionamento di nuovi semafori intelligenti su altri 81 incroci cittadini – spiega il sindaco Antonio Decaro. Con questi interventi non solo sincronizziamo e monitoriamo costantemente il funzionamento dei semafori, in modo da non creare ingorghi e disagi in casi di incidente o blocchi stradali, ma avremo la possibilità di diminuire anche l'inquinamento atmosferico riducendo gli stop&go e le code con i veicoli accesi. Con questo secondo stralcio il Comune si doterà inoltre di un nuovo sistema di gestione integrato pronto ad accogliere ulteriori dati in modo da monitorare, con un'unica piattaforma, più situazioni in contemporanea, dall'onda verde al controllo degli autobus e alla preferenziazione delle corsie, alla qualità dell'aria di una particolare zona fino alle informazioni ai cittadini sui pannelli ai varchi di ingresso della città».
  • Antonio Decaro
Altri contenuti a tema
Bari piano festival, lo spettacolo del concerto all'alba a Torre Quetta Bari piano festival, lo spettacolo del concerto all'alba a Torre Quetta Ad aprire la seconda edizione della rassegna l'artista ucraino Lubomyr Melnyk
Loseto, conclusi gli interventi nel primo lotto del parco urbano Loseto, conclusi gli interventi nel primo lotto del parco urbano Lo annuncia Decaro con un video: «Installati gazebo per adulti e bambini. Ma c'è chi qui abbandona la spazzatura»
Bari, proseguono i lavori per la nuova fogna bianca in viale Di Vittorio Bari, proseguono i lavori per la nuova fogna bianca in viale Di Vittorio Previste 130 caditoie. Decaro: «Intervento che servirà a migliorare lo smaltimento delle acque meteoriche»
Crisi di governo, Decaro: «Serve una maggioranza per approvare la finanziaria» Crisi di governo, Decaro: «Serve una maggioranza per approvare la finanziaria» Il sindaco di Bari e presidente Anci: «Alcuni comuni rischiano il default senza i necessari correttivi»
Bari, 3mila ingressi al Margherita per la mostra On Board Bari, 3mila ingressi al Margherita per la mostra On Board L'esposizione a ingresso gratuito sui porti resterà attiva fino al 31 agosto. Bene anche i dj set al Fortino
Ferragosto di lavoro per forze dell'ordine e ospedali, Decaro in visita al comando della Polizia locale Ferragosto di lavoro per forze dell'ordine e ospedali, Decaro in visita al comando della Polizia locale Il sindaco si è recato anche alla centrale dei Vigili del fuoco e alla sala operativa del Policlinico: «Grazie a nome della città»
Bari, botta e risposta tra Magrone e Decaro sui cattivi odori Bari, botta e risposta tra Magrone e Decaro sui cattivi odori Il sindaco di Modugno non ci sta e attacca: «La competenza è della Città Metropolitana e della Regione Puglia»
Ragazza investita a Santo Spirito, Decaro: «In un anno stesse vittime di una guerra civile» Ragazza investita a Santo Spirito, Decaro: «In un anno stesse vittime di una guerra civile» Il sindaco interviene sulla morte della 17enne coinvolta in un incidente: «Aveva il nome e l’età di mia figlia. State attenti alla guida»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.