al via la sperimentazione di nuovi semafori in alluminio
al via la sperimentazione di nuovi semafori in alluminio
Territorio

Bari, arrivano semafori "intelligenti" su 81 incroci. Decaro: «Intervento contro inquinamento»

Approvato in giunta il secondo stralcio del progetto preliminare. Impianti a tecnologie a led e paline in alluminio più resistenti

A Bari sono pronti ad arrivare altri semafori "intelligenti". Dopo la sperimentazione dello scorso agosto, la giunta comunale ha approvato il progetto preliminare "lavori per il completamento del sistema ITS comprensivo di centralizzazione semaforica e di revisione del sistema dei varchi nelle zone centrali della città", vale a dire il secondo stralcio del progetto complessivo sulla centralizzazione semaforica avviato dall'amministrazione negli anni scorsi. Nello specifico, si tratterà di completare l'ammodernamento e messa a norma degli impianti semaforici su nuove 81 intersezioni stradali, che, sommate alle 115 già coperte dal primo intervento, andranno a soddisfare le esigenze di due terzi degli incroci stradali cittadini.

Questo progetto, nello specifico, prevede la sostituzione delle lanterne semaforiche con delle nuove dotate di tecnologia a Led. I lavori comprenderanno anche la sostituzione dei regolatori semaforici, degli armadi di campo e dei quadri elettrici, la sostituzione o l'eventuale ripristino dei pali mal funzionante, oltre all'installazione, lì dove ve ne fosse la necessità, di sensori di varie tipologie per il monitoraggio e gestione adattativa del traffico lungo le principali arterie stradale.

In arrivo anche un software specifico: sarà, infatti, implementata la nuova piattaforma di supervisione e gestione integrata di tutti i sottosistemi della mobilità urbana, già operativa dal precedente stralcio di lavori eseguito, in modo da avere un'unica piattaforma di controllo con tutte le funzionalità di programmazione, configurazione e memorizzazione dei dati raccolti. Attraverso questo sistema di centralizzazione, quindi, è già possibile effettuare la regolazione semaforica su tutti gli impianti dotati di nuovi regolatori, consentendo la misurazione e il controllo del traffico veicolare, il monitoraggio delle zone a traffico limitato e delle aree di parcheggio, il controllo da remoto dei pannelli a messaggio variabile.

La nuova architettura software renderà possibile quindi il "dialogo" tra i principali sistemi periferici "direttamente" con la Piattaforma di supervisione e gestione, senza utilizzare ulteriori sottosistemi. I vantaggi principali di una architettura software così implementata si riassumono, da un lato, nella memorizzazione e visualizzazione integrata dei dati provenienti da tutti i sottosistemi, dall'altro, nella possibilità di sviluppare adeguate politiche di gestione della mobilità urbana nel suo complesso, di implementare strategie per la risoluzione delle criticità, anche temporanee, o sviluppare sinergie funzionali. Tutti i nuovi semfori saranno in alluminio, materiale che offre maggiori garanzie di durabilità nel tempo oltre ad impedire le rotazioni delle lanterne a seguito di raffiche di vento, e di colorazione biancorossa che richiama i colori della città, del tipo già sperimentato alcuni mesi fa.

Le oltre 400 nuove paline semaforiche saranno dotate di pulsanti di chiamata, che permettono la prenotazione della richiesta del verde della fase pedonale, e di dispositivo acustico per segnalare il via libera alle persone non vedenti, contribuendo così al progressivo abbattimento delle barriere architettoniche in città.

«Proseguiamo su questo importante progetto per la riorganizzazione dei flussi di traffico attraverso il posizionamento di nuovi semafori intelligenti su altri 81 incroci cittadini – spiega il sindaco Antonio Decaro. Con questi interventi non solo sincronizziamo e monitoriamo costantemente il funzionamento dei semafori, in modo da non creare ingorghi e disagi in casi di incidente o blocchi stradali, ma avremo la possibilità di diminuire anche l'inquinamento atmosferico riducendo gli stop&go e le code con i veicoli accesi. Con questo secondo stralcio il Comune si doterà inoltre di un nuovo sistema di gestione integrato pronto ad accogliere ulteriori dati in modo da monitorare, con un'unica piattaforma, più situazioni in contemporanea, dall'onda verde al controllo degli autobus e alla preferenziazione delle corsie, alla qualità dell'aria di una particolare zona fino alle informazioni ai cittadini sui pannelli ai varchi di ingresso della città».
  • Antonio Decaro
Altri contenuti a tema
Bari piange la scomparsa del professor Domenico D'Oria Bari piange la scomparsa del professor Domenico D'Oria Il ricordo del sindaco Decaro: "Con l'amministrazione comunale ha sempre condiviso l'appuntamento con la Primavera della poesia"
Direttiva anti-degrado urbano, Decaro a Salvini: «Non abbiamo bisogno di commissariamento» Direttiva anti-degrado urbano, Decaro a Salvini: «Non abbiamo bisogno di commissariamento» Il presidente di Anci: «Il ministro dell'Interno non perde occasione di prendersela con i sindaci. Siamo gli unici a conoscere il territorio»
Elezioni amministrative Bari, Annalisa Saracino candidata con la lista Decaro Sindaco Elezioni amministrative Bari, Annalisa Saracino candidata con la lista Decaro Sindaco La prof si presenta: «La mia esperienza nella didattica mi ha permesso di sviluppare progetti da portare avanti in campagna elettorale»
"Casco sicuro", un evento a Bari dedicato alla sensibilizzazione dei più giovani "Casco sicuro", un evento a Bari dedicato alla sensibilizzazione dei più giovani Il sindaco Decaro: «Le regole imposte sulla strada possono salvarvi la vita».
Brucia Notre Dame. Decaro: "Da baresi conosciamo quel dolore" Brucia Notre Dame. Decaro: "Da baresi conosciamo quel dolore" La cattedrale di Parigi avvolta dalle fiamme. Solidarietà dalla Basilica di San Nicola
Bari, esauriti i fondi per il bando Muvt. Oltre 3mila biciclette acquistate Bari, esauriti i fondi per il bando Muvt. Oltre 3mila biciclette acquistate Stanziati finanziamenti per 400mila euro. Decaro: "Contento che il 15 percento sia stato destinato ai minorenni"
San Paolo, al via i lavori per la palestra della scuola Cirielli. Decaro: «Pronta fra 11 mesi» San Paolo, al via i lavori per la palestra della scuola Cirielli. Decaro: «Pronta fra 11 mesi» Posata la prima pietra: intervento da 770mila euro per una superficie 1.200 metri quadri che sarà accessoriata con aree giochi e servizi
Bari candidata ufficialmente a ospitare il G20 del 2021 Bari candidata ufficialmente a ospitare il G20 del 2021 Ad annunciarlo il sindaco Antonio Decaro durante la cerimonia d'inaugurazione dell'anno accademico del Politecnico
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.