Polizia
Polizia
Cronaca

Bari, accoltella la madre e picchia la sorella per 20 euro. Preso 18enne a Carrassi

Episodi di violenza domestica si sarebbero verificati fin dal 2014, anche con molestie sessuali

Per farsi consegnare la somma di 20 euro un ragazzo appena maggiorenne lancia un coltello all'indirizzo della madre e picchia la sorella. Nella tarda mattinata di ieri, i poliziotti del Commissariato Sezionale di P.S. "Bari Nuova - Carrassi" sono intervenuti tempestivamente, a seguito di una segnalazione giunta al 113, presso un'abitazione dove era stata segnalata una lite in atto. Giunti sul posto i poliziotti hanno interrotto una discussione tra 5 persone, tra cui una madre e due suoi figli (una ragazza ed un ragazzo). Dopo aver sedato gli animi, gli agenti hanno appreso che il figlio della donna, da poco maggiorenne, l'avrebbe aggredita a seguito del suo rifiuto di consegnargli i 20 euro; il giovane avrebbe lanciato contro la stessa un coltello colpendola al piede e, dopo averla minacciata impugnando una grossa forbice, avrebbe anche colpito sua sorella con un pugno al volto.

Il ragazzo era stato poi fermato da un suo zio, accorso sul posto dopo aver udito le urla della nipote. Le due donne hanno riferito che episodi del genere si ripetono ormai dal 2014, con una frequenza pressoché quotidiana: spesso il giovane le avrebbe maltrattate colpendole con schiaffi e pugni, sputi, insulti e minacce di morte. In alcune occasioni lo stesso, esibendosi nudo alle donne, le avrebbe insultate, palpeggiate ed avrebbe richiesto loro prestazioni sessuali.

Il ragazzo, deferirlo all'A.G. per il reato di violenza sessuale, è stato tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione aggravata; si trova ora rinchiuso presso il carcere di Bari.
  • Polizia di Stato
  • Violenza
Altri contenuti a tema
Monopoli, lancia una scrivania contro il medico del pronto soccorso. Arrestato 44enne Monopoli, lancia una scrivania contro il medico del pronto soccorso. Arrestato 44enne L'uomo, con problemi di abuso d'alcool, è stato posto ai domiciliari in una comunità terapeutica. A febbraio un episodio analogo a opera di un giovane tossicodipendente
Sorpreso con novecento grammi di hashish e marijuana, arrestato Sorpreso con novecento grammi di hashish e marijuana, arrestato L'uomo, un 27enne, incensurato di Palo del Colle si trova ora nel carcere di Bari
Arbitro aggredito a Bari, la Virtus Palese esclusa per un anno da ogni campionato Arbitro aggredito a Bari, la Virtus Palese esclusa per un anno da ogni campionato Mano pesante del giudice sportivo dopo i fatti del 9 marzo. Squalifiche lunghe anche per i dirigenti e calciatori
Donna data alle fiamme dall'ex trasferita in aereo a Bari Donna data alle fiamme dall'ex trasferita in aereo a Bari L'episodio avvenuto a Reggio Calabria, la vittima ha ustioni sul 70% del corpo
Incontro casuale e la bimba riconosce il poliziotto barese che l'ha salvata dall' "orco" Incontro casuale e la bimba riconosce il poliziotto barese che l'ha salvata dall' "orco" L'agente era a fare la spesa quando è stato avvicinato dalla piccola di cui si occupò quando allontanarono il compagno della madre per abusi
Bari piange Raffaele Di Terlizzi, poliziotto eroe che salvò 15 persone Bari piange Raffaele Di Terlizzi, poliziotto eroe che salvò 15 persone L'agente, da anni a Pisa, è scomparso alla giovane età di 45 anni a causa di una malattia
Arbitro aggredito a Bari, la mamma di un calciatore della Levante: «Abbiamo provato a difenderlo» Arbitro aggredito a Bari, la mamma di un calciatore della Levante: «Abbiamo provato a difenderlo» La testimonianza di una spettatrice: «Dagli spalti incitavano ad avere atteggiamenti violenti. La Figc prenda provvedimenti»
Bari, violenza nel campionato allievi provinciali. Picchiato l'arbitro Bari, violenza nel campionato allievi provinciali. Picchiato l'arbitro Al termine dello spareggio fra Virtus Levante e Virtus Palese il fischietto Tiziano Albore è stato aggredito da ragazzi e spettatori
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.