Polizia
Polizia
Cronaca

Bari, accoltella la madre e picchia la sorella per 20 euro. Preso 18enne a Carrassi

Episodi di violenza domestica si sarebbero verificati fin dal 2014, anche con molestie sessuali

Per farsi consegnare la somma di 20 euro un ragazzo appena maggiorenne lancia un coltello all'indirizzo della madre e picchia la sorella. Nella tarda mattinata di ieri, i poliziotti del Commissariato Sezionale di P.S. "Bari Nuova - Carrassi" sono intervenuti tempestivamente, a seguito di una segnalazione giunta al 113, presso un'abitazione dove era stata segnalata una lite in atto. Giunti sul posto i poliziotti hanno interrotto una discussione tra 5 persone, tra cui una madre e due suoi figli (una ragazza ed un ragazzo). Dopo aver sedato gli animi, gli agenti hanno appreso che il figlio della donna, da poco maggiorenne, l'avrebbe aggredita a seguito del suo rifiuto di consegnargli i 20 euro; il giovane avrebbe lanciato contro la stessa un coltello colpendola al piede e, dopo averla minacciata impugnando una grossa forbice, avrebbe anche colpito sua sorella con un pugno al volto.

Il ragazzo era stato poi fermato da un suo zio, accorso sul posto dopo aver udito le urla della nipote. Le due donne hanno riferito che episodi del genere si ripetono ormai dal 2014, con una frequenza pressoché quotidiana: spesso il giovane le avrebbe maltrattate colpendole con schiaffi e pugni, sputi, insulti e minacce di morte. In alcune occasioni lo stesso, esibendosi nudo alle donne, le avrebbe insultate, palpeggiate ed avrebbe richiesto loro prestazioni sessuali.

Il ragazzo, deferirlo all'A.G. per il reato di violenza sessuale, è stato tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione aggravata; si trova ora rinchiuso presso il carcere di Bari.
  • Polizia di Stato
  • Violenza
Altri contenuti a tema
Abusi su bimbi autistici a Noicattaro, le educatrici: «Solo tecniche di contenimento» Abusi su bimbi autistici a Noicattaro, le educatrici: «Solo tecniche di contenimento» In tre hanno risposto alle domande del Pm, la quarta è rimasta in silenzio
Bimbi autistici maltrattati, Conca (M5S): «Inderogabile l'utilizzo della tecnologia» Bimbi autistici maltrattati, Conca (M5S): «Inderogabile l'utilizzo della tecnologia» Il consigliere regionale ritiene necessario che le telecamere vengano usate come deterrente
Droga e armi in manette pregiudicato 22enne Droga e armi in manette pregiudicato 22enne In casa, al quartiere Libertà aveva due pistole con matricola abrasa e un giubbotto antiproiettile
Abusi su bimbi autistici a Noicattaro, il ministro Grillo: «Emiliano valuti chiusura dell'istituto» Abusi su bimbi autistici a Noicattaro, il ministro Grillo: «Emiliano valuti chiusura dell'istituto» L'esponente del governo gialloverde: «Lo Stato non può essere complice»
Bambini autistici maltrattati, Ordine degli Psicologi Puglia: «Famiglie tradite» Bambini autistici maltrattati, Ordine degli Psicologi Puglia: «Famiglie tradite» Il presidente Antonio Di Gioia dice la sua su quanto accaduto a Noicattaro
Torre a Mare, inseguimento con la polizia, in auto aveva alcune dosi di eroina per lo spaccio Torre a Mare, inseguimento con la polizia, in auto aveva alcune dosi di eroina per lo spaccio L'uomo, originario del San Paolo, è stato trovato in possesso di 25 involucri contenenti la stessa sostanza ed è stato arrestato
1 Incendi di cassonetti nel centro di Bari, presa la responsabile: è una 36enne della provincia Incendi di cassonetti nel centro di Bari, presa la responsabile: è una 36enne della provincia La donna avrebbe agito da sola senza un apparente motivo eccezion fatta la mania di protagonismo
Maltrattamenti a ragazzi autistici, ai domiciliari 4 educatrici Maltrattamenti a ragazzi autistici, ai domiciliari 4 educatrici Gli episodi, circa 100 quelli accertati, avvenuti a Noicattaro nell'"Istituto Sant'Agostino"
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.