Auchan casamassima. <span>Foto google maps</span>
Auchan casamassima. Foto google maps
Scuola e Lavoro

Auchan lascia l'Italia. Passano di mano anche i punti vendita in provincia di Bari

Al ministero dello Sviluppo economico le trattative per l'acquisizione da parte del gruppo Conad. I sindacati: «Preoccupati per 18mila lavoratori»

Il gruppo Auchan fa le valigie e saluta l'Italia. Il colosso francese della grande distribuzione smantella la sua attività nel nostro paese, lasciando probabilmente il posto al gruppo Conad pronto a rilevare la gestione dei punti vendita. Passeranno di mano, quindi, anche i due iper della provincia di Bari: a Casamassima e a Modugno.

Nelle scorse ore nelle stanze del ministero dello Sviluppo economico sono state avviate le trattative fra Auchan Retail Italia, i rappresentati di ANCD Conad e i loro consulenti alla presenza dei funzionari ministeriali e delle sigle sindacali Filcams CGIL, Fisascat CISL e UILTuCS.

«I rappresentanti del gruppo cooperativo - si legge nella nota diramata da Filcams Cgil - hanno dichiarato che Conad attraverso BCD acquisterà le quote societarie di Auchan: questo significa che nell'immediato non dovrebbe esserci nessuna variazione dei rapporti di lavoro. Al momento tra le società è stato sottoscritto solo un preliminare e l'accordo dovrebbe chiudersi entro l'estate. Nei prossimi giorni verranno consegnate all'Antitrust tutte le informazioni affinché lo stesso possa esprimersi sull'operazione, non è escluso che questo passaggio possa già generare delle criticità. Conad si appresta quindi a prendere il controllo di tutti i punti vendita Sma ed Auchan, ad eccezione dei 33 punti vendita della Sicilia su cui c'è l'interesse del gruppo Arena».

Non è, però, chiaro quale sarà il futuro degli ipermercati: «Le organizzazioni sindacali - proseguono da Filcams Cgil - hanno contestato la mancanza di dettagli sul piano industriale che, secondo Conad, non è ancora stato definito. L'incontro non ha offerto nessun chiarimento sul mantenimento del perimetro dei punti vendita e quindi nessuna garanzia occupazionale. Assurdo apprendere che Conad prenda il controllo di un gruppo così grande, con un bilancio drammatico, senza avere, già confezionato, un piano di intervento. Manca inoltre il dettaglio delle prospettive dei punti vendita siciliani. Il ministero dello Sviluppo ha raccolto le preoccupazioni e le richieste di Filcams, Fisascat e Uiltucs e chiesto alle imprese di presentare un piano complessivo esaustivo. Il tavolo è stato quindi riconvocato il giorno 20 Giugno 2019».

Per Filcams è «Importante fin dall'inizio definire il perimetro della vertenza: sono coinvolti circa 18mila lavoratori tra sedi, punti vendita e logistica, a questi si aggiungono migliaia di lavoratrici e di lavoratori in appalto e in franchising a cui è dovuta la stessa attenzione».
  • Cgil
Altri contenuti a tema
Caso Mercatone Uno, i lavoratori protestano davanti al Consiglio regionale della Puglia Caso Mercatone Uno, i lavoratori protestano davanti al Consiglio regionale della Puglia Questa mattina il presidio. I sindacati: «La politica locale intervenga con il Mise per la nomina di nuovi commissari»
"Sciacalli" anche al Mercatone di Bari, i dipendenti costretti alla sorveglianza "Sciacalli" anche al Mercatone di Bari, i dipendenti costretti alla sorveglianza Furti e danneggiamenti in tutti i punti vendita della Puglia. Il sindacato: «Al prefetto chiediamo di coordinare i periti in tutta la regione»
A Bari il voto simbolico degli stranieri, vince Antonio Decaro A Bari il voto simbolico degli stranieri, vince Antonio Decaro Al sindaco uscente il 78 percento delle preferenze, secondo De Razza. Bucci (Cgil): «Grande strumento di integrazione»
A rischio chiusura gli Unieuro di Bari, Filcams Cgil: «Quaranta lavoratori in bilico» A rischio chiusura gli Unieuro di Bari, Filcams Cgil: «Quaranta lavoratori in bilico» Scadono i contratti d'affitto e non c'è rinnovo. Neglia: «Nulla si sa sul nuovo punto vendita nel centro commerciale Globo. Pronti allo sciopero»
In Puglia nasce l'osservatorio regionale contro i neofascismi. Firmato il protocollo In Puglia nasce l'osservatorio regionale contro i neofascismi. Firmato il protocollo C'è l'intesa fra Regione e Coordinamento antifascista. Emiliano: «La nostra Costituzione è nata dalla Resistenza»
Festa dei lavoratori, a Bari una biciclettata in favore dei diritti dei riders Festa dei lavoratori, a Bari una biciclettata in favore dei diritti dei riders Manifestazione organizzata dalle tre sigle confederali. Gigia Bucci (Cgil): «Vogliamo consegnare a domicilio anche le tutele»
Anche a Bari scioperano i dipendenti di Metro. I sindacati: «Contratto integrativo inaccettabile» Anche a Bari scioperano i dipendenti di Metro. I sindacati: «Contratto integrativo inaccettabile» Adesione di più del cinquanta percento dei lavoratori al presidio indetto dalle sigle confederali: «Chiediamo rispetto degli orari. Non possono scavalcarci»
Reddito di cittadinanza, 1500 richieste in Puglia nella prima giornata Reddito di cittadinanza, 1500 richieste in Puglia nella prima giornata Qualche coda in prima mattinata presto smaltita da Caf e uffci postali. Maggiore affluenza nelle province di Bari e Bat
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.