Auchan casamassima. <span>Foto google maps</span>
Auchan casamassima. Foto google maps
Scuola e Lavoro

Auchan lascia l'Italia. Passano di mano anche i punti vendita in provincia di Bari

Al ministero dello Sviluppo economico le trattative per l'acquisizione da parte del gruppo Conad. I sindacati: «Preoccupati per 18mila lavoratori»

Il gruppo Auchan fa le valigie e saluta l'Italia. Il colosso francese della grande distribuzione smantella la sua attività nel nostro paese, lasciando probabilmente il posto al gruppo Conad pronto a rilevare la gestione dei punti vendita. Passeranno di mano, quindi, anche i due iper della provincia di Bari: a Casamassima e a Modugno.

Nelle scorse ore nelle stanze del ministero dello Sviluppo economico sono state avviate le trattative fra Auchan Retail Italia, i rappresentati di ANCD Conad e i loro consulenti alla presenza dei funzionari ministeriali e delle sigle sindacali Filcams CGIL, Fisascat CISL e UILTuCS.

«I rappresentanti del gruppo cooperativo - si legge nella nota diramata da Filcams Cgil - hanno dichiarato che Conad attraverso BCD acquisterà le quote societarie di Auchan: questo significa che nell'immediato non dovrebbe esserci nessuna variazione dei rapporti di lavoro. Al momento tra le società è stato sottoscritto solo un preliminare e l'accordo dovrebbe chiudersi entro l'estate. Nei prossimi giorni verranno consegnate all'Antitrust tutte le informazioni affinché lo stesso possa esprimersi sull'operazione, non è escluso che questo passaggio possa già generare delle criticità. Conad si appresta quindi a prendere il controllo di tutti i punti vendita Sma ed Auchan, ad eccezione dei 33 punti vendita della Sicilia su cui c'è l'interesse del gruppo Arena».

Non è, però, chiaro quale sarà il futuro degli ipermercati: «Le organizzazioni sindacali - proseguono da Filcams Cgil - hanno contestato la mancanza di dettagli sul piano industriale che, secondo Conad, non è ancora stato definito. L'incontro non ha offerto nessun chiarimento sul mantenimento del perimetro dei punti vendita e quindi nessuna garanzia occupazionale. Assurdo apprendere che Conad prenda il controllo di un gruppo così grande, con un bilancio drammatico, senza avere, già confezionato, un piano di intervento. Manca inoltre il dettaglio delle prospettive dei punti vendita siciliani. Il ministero dello Sviluppo ha raccolto le preoccupazioni e le richieste di Filcams, Fisascat e Uiltucs e chiesto alle imprese di presentare un piano complessivo esaustivo. Il tavolo è stato quindi riconvocato il giorno 20 Giugno 2019».

Per Filcams è «Importante fin dall'inizio definire il perimetro della vertenza: sono coinvolti circa 18mila lavoratori tra sedi, punti vendita e logistica, a questi si aggiungono migliaia di lavoratrici e di lavoratori in appalto e in franchising a cui è dovuta la stessa attenzione».
  • Cgil
Altri contenuti a tema
Festa dei lavoratori, a Bari l'omaggio a Giuseppe Di Vittorio Festa dei lavoratori, a Bari l'omaggio a Giuseppe Di Vittorio In piazza Chiurlia la targa dedicata al sindacalista e antifascista pugliese
I lavoratori di Arif annunciano lo sciopero, la protesta il 31 gennaio a Bari I lavoratori di Arif annunciano lo sciopero, la protesta il 31 gennaio a Bari Sit-in davanti alla sede della presidenza regionale. Sul tavolo la stabilizzazione del personale a tempo determinato
Lavoro, in Puglia peggiorano le condizioni e aumenta il rischio demografico Lavoro, in Puglia peggiorano le condizioni e aumenta il rischio demografico L'analisi di Cgil sui dati Istat: «Paghe in ribasso, penalizzate soprattutto le donne»
Mercatone Uno, lavoratori in presidio davanti alla sede della Regione Puglia Mercatone Uno, lavoratori in presidio davanti alla sede della Regione Puglia I sindacati chiedono intervento da parte della task force occupazione per i dipendenti dei negozi di Bari e San Cesario
Mercatone Uno, cassa integrazione prorogata fino al 23 maggio Mercatone Uno, cassa integrazione prorogata fino al 23 maggio Ma per il negozio di Bari non c'è ricollocazione. Filcams Cgil: «Le istituzioni locali intervengano per trovare soluzione»
Casamassima, i dipendenti Auchan scioperano ma i dirigenti aprono l'ipermercato Casamassima, i dipendenti Auchan scioperano ma i dirigenti aprono l'ipermercato I quadri del punto vendita hanno allertato i vigili del fuoco per mantenere l'ordine pubblico e la sicurezza
Mercatone Uno, per i dipendenti arriva la cassa integrazione Mercatone Uno, per i dipendenti arriva la cassa integrazione La misura adottata nel decreto Milleproroghe. Filcams: «Dopo tante battaglie una buona notizia»
Crisi Popolare di Bari, il presidio dei lavoratori in corso Cavour Crisi Popolare di Bari, il presidio dei lavoratori in corso Cavour Cgil: «Vigileremo per tutelare occupazione, risparmi dei cittadini ed economia dei territori»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.