Bandiere sindacati
Bandiere sindacati
Scuola e Lavoro

In vista dello sciopero del 17 novembre, CGIL e UIL convocano una conferenza stampa

Appuntamento questa mattina a Bari per presentare le iniziative e le ragioni della protesta

Per alzare i salari, per estendere i diritti e per contrastare una legge di bilancio che non ferma il drammatico impoverimento di lavoratrici, lavoratori, pensionate e pensionati e non offre futuro ai giovani. A sostegno di un'altra politica economica, sociale e contrattuale, che non solo è possibile ma necessaria e urgente. Queste le ragioni al centro della mobilitazione nazionale promossa da Cgil e Uil a partire dal 17 novembre.

Martedì 14 novembre, a partire dalle ore 9.30 in via Calace a Bari, Cgil e Uil di Puglia hanno convocato una conferenza stampa nel corso della quale illustreranno le ragioni della protesta, le proposte del sindacato e l'articolazione della mobilitazione nella regione che vivrà di due giornate di sciopero.

"Le politiche economiche e sociali di questo Governo si sono contraddistinte fin dall'inizio in un continuo attacco a chi di più ha pagato il prezzo della crisi – commenta Gigia Bucci, segretaria generale della Cgil pugliese - L'inflazione ha eroso redditi da lavoro e pensioni, prevalgono lavoro precario e salari da fame, si rischia di far saltare il sistema sanitario nazionale. Le ricadute sono più accentuate nel Mezzogiorno che avrebbe bisogno di sostegno per lo sviluppo, e invece si tagliano i fondi del Pnrr destinati al Sud e si intende procedere con il disegno di autonomia differenziata".

"E' inaccettabile – dichiara il segretario generale della Uil di Puglia, Gianni Ricci – che con la manovra addirittura si peggiori la condizione complessiva di chi deve andare in pensione, senza dare risposta alla richiesta di aumentare i salari. Inoltre, non è prevista nessuna misura concreta sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, come se 1200 morti all'anno fossero la normalità e non una tragica tendenza da contrastare con ogni mezzo. Così come nulla si è fatto per dare risposta alle crisi industriali che stanno desertificando le nostre zone industriali e la Puglia è una delle regioni che paga il prezzo più alto, con il preoccupante record di circa 50 vertenze sul tavolo del Mise, un terzo di quelle nazionali".
  • Sciopero
  • Cgil
  • Comune di Bari
Altri contenuti a tema
Settore edile e metalmeccanico, domani sciopero in Puglia Settore edile e metalmeccanico, domani sciopero in Puglia L'iniziativa organizzata da Cgil e Uil nasce dopo il crollo a Firenze
Il 9 febbraio sciopero del personale delle Ferrovie Sud Est Il 9 febbraio sciopero del personale delle Ferrovie Sud Est Astensione dal lavoro per quattro ore
Pubblica amministrazione innovata: è online “Bari Open Data” Pubblica amministrazione innovata: è online “Bari Open Data” Il nuovo portale del comune dedicato alla condivisione e al riutilizzo dei dati aperti dell’ente
Annunciati scioperi dei treni per domani, possibili disagi anche a Bari Annunciati scioperi dei treni per domani, possibili disagi anche a Bari Ripercussioni su Frecce, Intercity e Regionali dalle 9 alle 13
Strutture di pregio per matrimoni e unioni civili a Bari, online il form per manifestazione d'interesse Strutture di pregio per matrimoni e unioni civili a Bari, online il form per manifestazione d'interesse Le tariffe per la fruizione del servizio di celebrazione saranno determinate dalla giunta comunale con successivo atto
Pnrr, online la gara del Comune di Bari per la fornitura di 99 bus elettrici Pnrr, online la gara del Comune di Bari per la fornitura di 99 bus elettrici Importo complessivo della procedura da circa 60 milioni di euro. Tutti i dettagli
Aggiornamento albo operatori culturali a Bari, iscrizioni fino al 3 novembre Aggiornamento albo operatori culturali a Bari, iscrizioni fino al 3 novembre Chi è già iscritto è comunque invitato a comunicare eventuali variazioni dei propri dati
Verso Italia-Malta a Bari, la città e le sue strade si tingono di azzurro Verso Italia-Malta a Bari, la città e le sue strade si tingono di azzurro Iniziativa di Comune e Figc per coinvolgere negozi e locali. In ballo il gemellaggio con Siġġiewi
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.