Museo nicolaiano
Museo nicolaiano
Eventi e cultura

Arte, storia e degustazioni di cibi antichi: aperto a Bari vecchia il nuovo Museo nicolaiano

Un'esposizione interattiva di pezzi rari, che racconta la storia della basilica e della città attraverso le varie epoche

Apre i battenti a Bari vecchia, in largo Urbano II nei pressi della basilica, il nuovo Museo nicolaiano dopo l'opera di riqualificazione del piano inferiore. Questo pomeriggio il taglio del nastro; a inaugurare il nuovo museo dedicato a San Nicola il sindaco Antonio Decaro, l'arcivescovo di Bari-Bitonto monsignor Francesco Cacucci, Alberto Losacco, presidente dell'accademia cittadella nicolaiana Alberto Losacco, il direttore del Museo padre Gerardo Cioffari, la responsabile del settore museale dell'Accademia cittadella nicolaiana Claudia Poggi, il responsabile del piano strategico del turismo Puglia 365, Luca Scandale e il priore della basilica padre Giovanni Distante.

Un'esposizione permanente, rinnovata da cima a fondo, con alcune importanti novità: il carattere interattivo e multimediale del museo (aperto dalle 11 alle 18, con giorno di riposo il mercoledì) e i pochi pezzi selezionati che delineano con accuratezza i tre periodi storici (greco-romano, bizantino e normanno-svevo). A far da guida fra i tesori custoditi negli spazi museali le musiche antiche e le degustazioni dei cibi tradizionali di ogni epoca rappresentata dall'esposizione.

All'interno della struttura, al primo piano, alcuni reperti storici della Bari antica e medievale, fra cui spicca il sigillo di Federico II, mentre al piano superiore alcuni dei cimeli più delicati e rappresentativi della basilica di San Nicola attraverso le varie epoche. Un'opera di allestimento che è durata circa sei mesi, dopo la prima apertura del museo datata 2010. «Pochi pezzi, messi a respirare e raccontati - dice Claudia Poggi. Siamo partiti dall'idea di valorizzare alcuni pezzi importantissimi del patrimonio storico nicolaiano, e abbiamo pensato di sceglierne alcuni contestualizzandoli in un percorso storico e multisensoriale. Questo è il primo museo italiano dove c'è una degustazione di cibo a tema, un trend ormai rinomato in Europa».

Approfondimento sulla Bari storica, recupero delle radici cittadine e un forte acceleratore turistico, in un settore sempre più in ascesa come il turismo religioso-culturale, che strizza l'occhio soprattutto a Est, e alla Russia in particolare. Un intervento teso a «Valorizzare l'intera cittadella nicolaiana - dice Losacco. Questo è solo il punto di partenza: il connubio turismo-cultura è necessario per una regione dalle grandi potenzialità come la Puglia. Da fare c'è ancora tantissimo: abbiamo inaugurato il primo piano del museo, con l'attraversamento di diverse epoche storiche, dove il viaggiatore potrà esperire i cibi, la musica e l'atmosfera dell'epoca. Poi passeremo alle dotazioni tecnologiche, come la realtà aumentata, e abbiamo già realizzato un'app con tutti i servizi».

Soddisfatto anche il commento del sindaco di Bari Antonio Decaro: «Viene riqualificato il piano terra del Museo nicolaiano, un tassello importante dell'offerta culturale della nostra città, a disposizione dei baresi e dei tanti turisti che ogni giorno raggiungono il capoluogo. Si tratta, però, anche di un percorso di fede, che ci racconta la storia della basilica e di tutta Bari. Se conosciamo quello che siamo stati nel passato potremo guardare con più fiducia al nostro futuro».
25 fotoInaugurazione museo nicolaiano
Inaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaianoInaugurazione museo nicolaiano
  • Antonio Decaro
  • basilica di san nicola
Altri contenuti a tema
Emergenza Coronavirus, Rotary Bari Castello dona 6mila euro in buoni spesa ai bisognosi Emergenza Coronavirus, Rotary Bari Castello dona 6mila euro in buoni spesa ai bisognosi Decaro: «Tante le realtà cittadine che in questo momento stanno dimostrando la loro solidarietà»
Coronavirus, Decaro: «A Bari 217 positivi e 500 persone in quarantena» Coronavirus, Decaro: «A Bari 217 positivi e 500 persone in quarantena» Nella diretta del sindaco il dipendente Amiu contagiato: «Voi che potete, restate a casa»
Emergenza Coronavirus, una lavanderia di Bari dona 5mila euro al Comune Emergenza Coronavirus, una lavanderia di Bari dona 5mila euro al Comune I soldi saranno distribuiti ai bisognosi come buoni spesa da consumare nei supermercati del gruppo Megamark
Emergenza Coronavirus, due banche di Bari propongono "microfinanziamenti sociali" Emergenza Coronavirus, due banche di Bari propongono "microfinanziamenti sociali" Consegnato al sindaco il progetto da presentare alla città. Decaro: «Gesto di fiducia in famiglie e imprese»
Coronavirus, a Bari sono 207 i casi positivi Coronavirus, a Bari sono 207 i casi positivi Lo comunica il sindaco Decaro: «Le persone in quarantena sono 368»
Coronavirus, anche Bari si unisce al dolore per le vittime Coronavirus, anche Bari si unisce al dolore per le vittime Il sindaco Decaro e il prefetto Bellomo hanno osservato un minuto di silenzio all'esterno del Palazzo di città
Coronavirus, Decaro: «A Bari 114 contagi e 301 persone in quarantena» Coronavirus, Decaro: «A Bari 114 contagi e 301 persone in quarantena» Il sindaco: «Sul lungomare una contravvenzione da 3mila euro. Sull'autocertficazione aveva scritto "faccio le pelose"»
Coronavirus, l'idea di Medici con il camper e Comune di Bari: una task force per chi è in isolamento Coronavirus, l'idea di Medici con il camper e Comune di Bari: una task force per chi è in isolamento Si cerca personale socio-sanitario per dare il via a un servizio che garantisca counseling telefonico a chi si trova in difficoltà
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.