Manifestazione Trony
Manifestazione Trony
Scuola e Lavoro

Amazon apre a Bitonto, l'appello di un ex Trony a Decaro: «Ci aiuti»

I tre punti vendita in città chiusero dall'oggi al domani lasciando 31 famiglie in mezzo ad una strada

Elezioni Regionali 2020
Era il 17 marzo del 2018 quando i dipendenti di Trony si trovarono da oggi a domani senza un lavoro. La sera prima i sindacati avevano comunicato loro il fallimento dell'azienda, e uno scarno messaggio whatsapp di un responsabile li aveva avvisati di non andare al lavoro perché le saracinesche sarebbero rimaste abbassate.

Sono passati 21 mesi ormai, nel mezzoo le 31 famiglie sono rimaste senza occupazione e senza alcun sostegno al reddito dato che il settore del terziario a cui appartengono non li prevede. L'unica soluzione temporanea per loro fu il farsi licenziare per ottenere almeno il sussidio di disoccupazione. Qualche mese dopo, come estremo tentativo, decisero anche di affiggere un volantino in cui invitavano chiunque potesse ad offrire loro un lavoro.

E oggi, con l'annuncio dell'apertura di Amazon a Bitonto, si apre per loro uno spiraglio di speranza che li spinge ad appellarsi al sindaco per aiutarli a far sì che questa per loro diventi una opportunità.

«Scrivo a nome mio e dei miei colleghi disoccupati da 21 mesi in seguito al fallimento della catena Trony Dps Group srl - si legge nell'appello postato di uno di loro sulla bacheca Facebook di Antonio Decaro - poiché ci fu promesso durante la manifestazione per la chiusura dei punti vendita, da lei e dai sindacati, che laddove ci fosse stata opportunità di ricollocamento saremmo stati presi in considerazione. Penso che ognuno di noi potrebbe essere il candidato ideale per le assunzioni della nuova apertura dello stabilimento Amazon a Bitonto. Spero, anzi speriamo tutti noi, almeno per una volta, di essere considerati».
  • Trony
  • lavoro
  • amazon
Altri contenuti a tema
ARPAL Puglia, l'assessore Leo: «Pubblicati bandi per oltre 100 assunzioni» ARPAL Puglia, l'assessore Leo: «Pubblicati bandi per oltre 100 assunzioni» Il commissario straordinario Massimo Cassano: «Obiettivo maggiore qualità ed efficacia dell'attività dell'Agenzia e dei servizi offerti»
"Così la Costituzione entrò in fabbrica", una targa a Bari per il 50° anniversario dello Statuto dei Lavoratori "Così la Costituzione entrò in fabbrica", una targa a Bari per il 50° anniversario dello Statuto dei Lavoratori La cerimonia alla Manifattura Tabacchi al quartiere Libertà, luogo simbolo del lavoro e in cui fino agli anni '70 sono stati impiegati migliaia di operai
Garanzia Giovani: per la Puglia venti milioni di euro Garanzia Giovani: per la Puglia venti milioni di euro Si tratta di un programma che finanzia gli under 30 che non lavorano e non studiano
Camerieri, cuochi e parrucchieri di Bari protestano insieme, ecco chi sono Camerieri, cuochi e parrucchieri di Bari protestano insieme, ecco chi sono Uniti dalla richiesta ad Emiliano e al ministro del lavoro: "Ancora nessuna cassa integrazione"
"Fase 2" per le imprese: dubbi, rischi, proposte e soluzioni per ripartire "Fase 2" per le imprese: dubbi, rischi, proposte e soluzioni per ripartire Nel corso del dibattito ospitato dal VivaNetwork Tammacco rivela: «In arrivo due misure da Puglia Sviluppo»
Bari, l'emergenza Coronavirus e il dramma delle famiglie rimaste senza soldi Bari, l'emergenza Coronavirus e il dramma delle famiglie rimaste senza soldi Tanti i cittadini che in seguito alle chiusure per contenere l'epidemia sono senza lavoro e senza reddito, e le misure del Governo per ora non bastano
Sospiro di sollievo per i 99 dipendenti BRSI, no al licenziamento Sospiro di sollievo per i 99 dipendenti BRSI, no al licenziamento Firmato l'accordo dopo una trattativa durata tre mesi, Uilm: «Necessario mantenere alta l'attenzione sulla vertenza»
EIPLI, 150 lavoratori in bilico. Da febbraio rischiano di fare i "volontari" EIPLI, 150 lavoratori in bilico. Da febbraio rischiano di fare i "volontari" Garantita la retribuzione solo per il mese corrente, i sindacati: «Pronti alla mobilitazione se non arriveranno segnali della presa in carico dei problemi da risolvere»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.