carabinieri JPG
carabinieri JPG
Cronaca

Aggrediscono in tre un 27enne gambiano, arrestati

Gli aggressori avevano anche rubato all'uomo il cellulare e dei soldi

I carabinieri della tazidone di Bari Picone hanno dato esecuzione a un'ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Bari, su richiesta della Procura della Repubblica del luogo, nella quale vengono riconosciuti gravi indizi di colpevolezza nel procedimento a carico di 3 soggetti indagati a vario titolo per "rapina aggravata", "minaccia aggravata", "lesioni personali" e "inosservanza degli obblighi dell'Autorità".
L'odierno provvedimento scaturisce dalla denuncia di una rapina consumata nella notte del 9 gennaio scorso, all'interno dell'area dell'ex caserma Rossani di Bari, ai danni di un 27enne del Gambia, senza fissa dimora.
In particolare, secondo l'impostazione accusatoria accolta dal Gip (fatta salva la valutazione nelle fasi successive con il contributo della difesa), alle ore 01:30 circa, 3 uomini residenti nel capoluogo barese, G.A. 34enne affidato in prova ai servizi sociali, M.L. 57enne e L.G. 46enne, dopo aver chiesto inizialmente alla vittima informazioni su uno straniero dimorante nella ex caserma Rossani, lo avevano improvvisamente colpito con pugni al volto, inferti anche mediante un guantone da box, per poi derubarlo del cellulare e della somma in contanti di 270 euro. Dopo l'aggressione subita, il 27enne era ricorso alle cure mediche presso il Policlinico di Bari riportando una prognosi di 5 giorni. Nello stesso pomeriggio il giovane veniva avvicinato nei pressi della caserma dal 34enne il quale prima provava ad investirlo con la propria autovettura, senza riuscirci grazie ai pronti riflessi della vittima, e poi lo minacciava, mostrando una pistola occultata nei pantaloni.
Il provvedimento, emesso dal GIP di Bari su richiesta della Procura del luogo, scaturisce all'indagine condotta dalla Stazione di Bari Picone che, grazie al riconoscimento dei presunti autori effettuato dalla vittima, all'analisi delle immagini dei sistemi di videosorveglianza acquisiti e al sequestro del guantone utilizzato dal 34enne, rinvenuto nel corso della perquisizione domiciliare, hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza sul conto dei 3 indagati.
Dopo le formalità di rito, G.A. è stato associato alla casa circondariale di Bari, mentre M.L. e M.F. sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari.
È importante sottolineare che il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e che, all'esecuzione della misura cautelare odierna, seguirà l'interrogatorio di garanzia e il confronto con la difesa degli indagati, la cui eventuale colpevolezza, in ordine ai reati contestati, dovrà essere accertata in sede di processo nel contraddittorio tra le parti.
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
Aveva rubato un deumidificatore dalla cattedrale di Conversano, arrestato 25enne Aveva rubato un deumidificatore dalla cattedrale di Conversano, arrestato 25enne L'uomo è stato trovato dai carabinieri anche in possesso di marijuana e hashish
Ai domiciliari con armi e droga in casa, 26enne finisce in carcere Ai domiciliari con armi e droga in casa, 26enne finisce in carcere Trovata nell'appartamento dell'uomo una pistola rubata dal comando di polizia locale di Grumo nel 2004
Scontro tra due auto sulla statale 16, muore 47enne Scontro tra due auto sulla statale 16, muore 47enne Ricoverato il conducente dell'altra vettura. Da chiarire la dinamica dell'incidente
San Paolo, falsifica lo stato di famiglia per prendere il reddito di cittadinanza. Denunciata San Paolo, falsifica lo stato di famiglia per prendere il reddito di cittadinanza. Denunciata Ha affermato di vivere in una casa in comodato d'uso con la figlia, che però abita con il marito in un immobile di proprietà
Minaccia con un coltello la guardia giurata del Sert, 65enne arrestato a Bari Minaccia con un coltello la guardia giurata del Sert, 65enne arrestato a Bari L'uomo è stato immobilizzato dai carabinieri con il taser in dotazione all'Arma
Droga e armi in un appartamento vuoto in centro, indagini dei carabinieri Droga e armi in un appartamento vuoto in centro, indagini dei carabinieri Trovati 22 kg di “marijuana” suddivisi in 21 confezioni in cellophane termosaldate
Incidente sul lavoro a Bari, muore operaio di 58 anni Incidente sul lavoro a Bari, muore operaio di 58 anni Il fatto in corso Alcide De Gasperi. Probabilmente una caduta dall'impalcatura
Acquaviva, truffatori in trasferta raggirano un anziano per 3mila euro. Arrestati Acquaviva, truffatori in trasferta raggirano un anziano per 3mila euro. Arrestati Ai domiciliari finiscono due uomini. Entrambi sono stati raggiunti dai carabinieri a Messina
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.