aeroporto di bari
aeroporto di bari
Turismo

Aeroporti di Puglia, cresce il traffico a giugno. Oltre 800mila passeggeri in transito

Segno più per le tratte internazionali. Bari registra un incremento del 21 percento nel mese scorso e del 13 percento nel primo semestre

Inizio d'estate col segno più per Aeroporti di Puglia, che ha diramato il consuntivo del mese di giugno appena trascorso e del primo semestre del 2019. I passeggeri in arrivo e in partenza dagli aeroporti di Bari e Brindisi sono stati 807.070 nel mese scorso: una crescita del +11,8% rispetto a giugno 2018. Spicca il risultato del traffico di linea internazionale, che con 327.668 passeggeri registra un incremento del 22,9% rispetto allo scorso anno. In dettaglio, i passeggeri di linea internazionale sono stati 244.831 su Bari (+21,5%) e 82.837 (+27,1%) su Brindisi.

Dati in crescita anche nel quadro del primo semestre 2019: tra Bari e Brindisi si registrano 3 milioni 704.548 passeggeri – in arrivo e partenza –, per una crescita del +10,8% rispetto al primo semestre 2018. Buoni i numeri relativi alla linea nazionale, con 2 milioni 352.683 passeggeri (+6,4%). Sulla linea internazionale i passeggeri sono stati 1 milione 306.991, un +20,2% rispetto ai primi sei mesi dello scorso anno.

Relativamente ai singoli scali, nei primi sei mesi, i passeggeri su Bari sono stati 2 milioni 503.843 (+13%) e 1 milione 200.705 (+6,6%) quelli su Brindisi, 292mila dei quali riferiti ai voli di linea internazionale (+22,8%).

«La lettura dei dati di giugno e del primo semestre non può non essere accolta con grande soddisfazione - ha commentato il Presidente di Aeroporti di Puglia Tiziano Onesti. Una soddisfazione che nasce anche dalla consapevolezza di aver ben operato, in raccordo con la Regione Puglia e con le sue Agenzie, nel creare le migliori condizioni che potessero favorire la crescita del traffico. Alla base di questi eccellenti risultati vi è lo sviluppo del network perseguito con grande attenzione e che garantisce oggi una capillarità di collegamenti, soprattutto di quelli internazionali, che sono alla base della crescita della nostra rete aeroportuale e del territorio che su essa gravita. Tutto ciò rappresenta un determinante fattore di sviluppo per il sistema economico della Puglia, in particolare per l'industria del turismo che beneficia di una capacità attrattiva che cresce di pari passo con una migliore accessibilità aerea dai mercati esteri strategici per questo comparto».

  • Aeroporto “Karol Wojtyla"
  • aeroporti di puglia
Altri contenuti a tema
De Nittis in mostra all' aeroporto di Bari De Nittis in mostra all' aeroporto di Bari Emiliano: "In un quadro dipinta anche Costa Ripagnola'
Sciopero Alitalia, a Bari cancellati quasi tutti i voli per Roma e Milano Sciopero Alitalia, a Bari cancellati quasi tutti i voli per Roma e Milano Astensione dal lavoro di 24 ore di piloti ed assistenti di volo di Anpac, Anpav e Anp
Fumo in cabina, atterraggio d'emergenza per il volo Bari-Londra di British Airways Fumo in cabina, atterraggio d'emergenza per il volo Bari-Londra di British Airways Il velivolo ha dovuto fare scalo a Basilea. Nessuna conseguenza per i passeggeri
Aeroporto di Bari, oltre 4 milioni di passeggeri in nove mesi Aeroporto di Bari, oltre 4 milioni di passeggeri in nove mesi Trend positivo nel 2019 per lo scalo cittadino che fa segnare un +8,1% rispetto al settembre dello scorso anno
Bari e la Romania più vicine con WizzAir, da agosto si vola a Iasi Bari e la Romania più vicine con WizzAir, da agosto si vola a Iasi La nuova tratta sarà attiva a partire da agosto 2020, già possibile prenotare sul sito della compagnia
Trenta euro per volare a Parigi da Bari, ecco il nuovo volo Transavia Trenta euro per volare a Parigi da Bari, ecco il nuovo volo Transavia Si arricchisce l'offerta dello scalo di Palese a partire dal prossimo aprile
Da Bari si vola a Copenhagen, primo decollo il 29 giugno Da Bari si vola a Copenhagen, primo decollo il 29 giugno Si allarga l'offerta dell'aeroporto Karol Wojtyla grazie al vettore di bandiera danese Scandinavian Airline
Tredici ore di ritardo per il Bari-Bergamo, l'odissea dei passeggeri Tredici ore di ritardo per il Bari-Bergamo, l'odissea dei passeggeri Il volo previsto ieri mattina alle 6.30 è partito solo alle 19. I viaggiatori possono chiedere il rimborso
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.