Carabinieri Forestali
Carabinieri Forestali
Cronaca

Adelfia, stoccavano e bruciavano rifiuti nelle campagne. Quattro denunce

Sequestrati due terreni e diversi automezzi in località SC Parco Rondinella

Quattro persone fisiche e una persona giuridica denunciate, due terreni e diversi automezzi sequestrati. Questo il bilancio della maxi operazione condotta dai Carabinieri Forestali di Bari ad Adelfia. I militari hanno dato esecuzione a un'ordinanza di applicazione di misura cautelare reale emessa dal GIP di Bari, su richiesta della Procura barese, a seguito di indagini condotte dal Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale del Gruppo Carabinieri Forestale di Bari.

I militari, infatti, per diversi mesi (anche mediante l'impiego di rilievi video-fotografici), hanno portato avanti indagini da cui è stato possibile ricostruire l'esistenza di una vera e propria attività sistematica ed organizzata di reiterato abbandono di rifiuti e combustione degli stessi da parte di due delle persone denunciate nelle campagne del comune di Adelfia, più precisamente in località SC Parco Rondinella.

Per tutti l'accusa è di concorso in attività illecita di raccolta, trasporto, nonché smaltimento sul suolo di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, attraverso la bruciatura degli stessi ed illecito riutilizzo del materiale ferroso residuale della combustione.

Nelle aree sequestrate, infatti, venivano abbandonati i rifiuti e depositato il materiale ferroso ricavato dalla combustione. I rifiuti venivano trasportati con i mezzi sottoposti a sequestro, mentre il materiale ferroso veniva successivamente prelevato e trasportato su un autocarro intestato a società esercente lavorazione e riciclaggio di cascami e rottami metallici.

Le misure di sequestro disposte sono finalizzate, oltre che alla confisca obbligatoria ex lege di parte dei beni sequestrati, a impedire la prosecuzione dei reati in itinere nonché il perseguimento di vantaggi economici da parte degli autori. All'esecuzione dei provvedimenti hanno collaborato le Stazioni Carabinieri Forestali di Bari, Cassano Murge e Monopoli.
  • Rifiuti
  • carabinieri forestali
Altri contenuti a tema
Gestione illecita di 18mila tonnellate di rifiuti. Sequestro da 2 milioni a una società di Mola di Bari Gestione illecita di 18mila tonnellate di rifiuti. Sequestro da 2 milioni a una società di Mola di Bari Si è conclusa oggi l'operazione "Dirty Mirror" della Guardia costiera dopo un'indagine di quasi due anni
Contrasto all'abbandono selvaggio dei rifiuti, 552 sanzioni elevate da inizio anno Contrasto all'abbandono selvaggio dei rifiuti, 552 sanzioni elevate da inizio anno Grazie alle fototrappole staccate altre 120 multe. Petruzzelli: «Ancora troppi i baresi che aggirano le regole»
Alberobello, terreno di 4mila metri quadri usato come discarica abusiva. Una denuncia Alberobello, terreno di 4mila metri quadri usato come discarica abusiva. Una denuncia L'uomo abbandonava materiali di risulta edile, fresato da asfalto, terre e rocce da scavo
Terreno modificato in area protetta, sequestro dei forestali Terreno modificato in area protetta, sequestro dei forestali Eseguiti lavori di dissodamento e trasformazione agraria senza autorizzazione
Rifiuti, protestano i sindaci di Anci Puglia: «Aumentano i costi, non può restare ferma la Tari» Rifiuti, protestano i sindaci di Anci Puglia: «Aumentano i costi, non può restare ferma la Tari» «Chiediamo che vengano subito realizzati gli impianti pubblici di cui si parla da anni, ma senza riscontri concreti»
Carbonara, gestivano illecitamente scarti di asfalto. Tre denunce Carbonara, gestivano illecitamente scarti di asfalto. Tre denunce Nei guai il titolare della ditta e due comproprietari del terreno
Radiatorista abusivo e smaltimento illecito dei rifiiti, denunciato proprietario Radiatorista abusivo e smaltimento illecito dei rifiiti, denunciato proprietario La ditta era stata cancellata ma il titolare continuava a lavorare e ad inquinare
Rifiuti da Roma alla Puglia, Stea: «Non siamo la discarica della Raggi» Rifiuti da Roma alla Puglia, Stea: «Non siamo la discarica della Raggi» La nostra regione a giugno aveva acconsentito ad aiutare la capitale, ma ora voleva introdurre una sovrattassa bocciata dal ministero
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.