La sala del Consiglio Comunale di Bari
La sala del Consiglio Comunale di Bari
Politica

Accordo con Emiliano? Il M5s si spacca. I consiglieri di Bari attaccano: «Non ne usciremmo integri»

Continua il dibattito interno ai pentastellati. Dal capoluogo: «Non accetteremo che i portavoce si incontrino con il centrosinistra senza delega»

Accordo sì o accordo no? Il Movimento 5 stelle pugliese è spaccato a metà sulla possibilità di accettare o meno un accordo con Michele Emiliano ed entrare nella giunta regionale. Nelle scorse ore quattro consiglieri regionali pentastellati (Casilli, Barone, Di Bari, Galante) hanno incontrato il presidente per definire il cronoprogramma degli interventi da realizzare.

I consiglieri comunali di Bari in quota Movimento 5 stelle, però, non ci stanno, e attaccano i "colleghi" in Regione: «Nessun attivista conosceva la trattativa in corso tra Casilli, Barone, Di Bari, Galante ed Emiliano nonostante nei giorni scorsi abbiamo cercato un dialogo con il reggente Vito Crimi affinché ascoltasse gli attivisti Pugliesi sulla pericolosità che comporterebbe qualsiasi tipo di accordo», scrivono in una nota i consiglieri comunali pentastellati Antonello Delle Fontane, Alessandra Simone e Italo Carelli.

I tre sono certi che un'intesa con Emiliano lascerebbe degli strascichi: «Abbiamo ascoltato gli attivisti, i nostri elettori e possiamo affermare con certezza che il Movimento 5 Stelle non uscirà integro da questo accordo, c'è bisogno di chiarezza e di coerenza, elementi che, con la nomina di Casilli a vicepresidente del consiglio regionale pugliese, vengono a mancare, determinando la perdita di fiducia degli elettori pugliesi».

«Non accettiamo - proseguono i tre pentastellati baresi - che la risposta al nostro invito rivolto a Crimi, rafforzato da una raccolta firme spontanea tra attivisti e simpatizzanti, sia arrivata dalle ultime dichiarazione di Emiliano in consiglio regionale, che hanno fatto chiaramente riferimento a un accordo già preso tra M5S e centrosinistra e che ha portato Casilli a essere eletto vice presidente del consiglio regionale in quota al centrosinistra».

In conclusione, Delle Fontane, Simone e Carelli tornano a sbattere i pugni: «Nel M5S i portavoce sono delegati dalla base, dagli attivisti, dai cittadini e non accettiamo che alcuni portavoce del Movimento 5 Stelle si incontrino con esponenti del centro sinistra in cerca di un accordo senza alcuna delega, dimenticando le 23 condanne per voto di scambio politico mafioso collegate a un candidato a sostegno di Michele Emiliano nel 2015. Le indagini ancora in corso su candidati eletti anche in questa consiliatura, gli aumenti di stipendi ai dirigenti Asl, le nomine in Aqp e Arpal; non accettiamo che questo trasformismo sia figlio di un processo non partecipato, non trasparente e non coerente con gli impegni presi con oltre 200mila pugliesi, appena due mesi fa, che oggi si sentono giustamente traditi».
  • Regione Puglia
  • Movimento 5 Stelle
  • Comune di Bari
Altri contenuti a tema
Bari si unisce all'appello per liberare Patrick Zaki e aderisce a "Poster for tomorrow" Bari si unisce all'appello per liberare Patrick Zaki e aderisce a "Poster for tomorrow" Edizione speciale del contest dedicato al giovane ricercatore promossa da Amnesty International
Da domani la Puglia è arancione. Ecco cosa si può e cosa non si può fare Da domani la Puglia è arancione. Ecco cosa si può e cosa non si può fare Il ministro Speranza ha firmato la nuova ordinanza, resta in vigore fino al 31 gennaio
Bari, i beni confiscati alla criminalità organizzata possono tornare a nuova vita Bari, i beni confiscati alla criminalità organizzata possono tornare a nuova vita In pubblicazione sul sito del Comune l'avviso per la concessione a titolo gratuito in favore di soggetti privati
Puglia, primo e ultimo sabato "giallo". Sarà corsa all'ultimo aperitivo? Puglia, primo e ultimo sabato "giallo". Sarà corsa all'ultimo aperitivo? Da domenica la regione dovrebbe essere arancione per almeno 7 giorni dato l'indice Rt superiore a 1
Indice Rt maggiore di 1, in Puglia sarà zona arancione Indice Rt maggiore di 1, in Puglia sarà zona arancione È quanto emerge dal monitoraggio dell'Iss, a breve il ministro Speranza dovrebbe firmare la nuova ordinanza
Puglia, boom dell'export nonostante il Coronavirus Puglia, boom dell'export nonostante il Coronavirus In controtendenza solo il vino che segna un -10,6% legato molto probabilmente alla chiusura di molti ristoranti all'estero
Contributo alloggiativo, a Bari prorogata la scadenza Contributo alloggiativo, a Bari prorogata la scadenza La domanda può essere presentata fino al 12 gennaio, ecco le modalità
Utilizzo dei fondi europei, la Puglia prima in Italia Utilizzo dei fondi europei, la Puglia prima in Italia La nostra Regione è in testa sia in senso assoluto, sia in termini percentuali
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.