fcbari com serie b conte it bari cesena whatsapp image at x
fcbari com serie b conte it bari cesena whatsapp image at x
Calcio

Bari, valanga all'esordio! Improta, Galano e Tonucci: 3-0 al Cesena

Bene il primo Bari del campionato: ottima prova di squadra e risultato meritato

Un esordio da sogno quello del Bari nella nuova Serie B: i biancorossi annichiliscono con il netto 3-0 decretato dal San Nicola un Cesena apparso totalmente in balia delle folate biancorosse. Tre squilli che portano firme nuove e vecchie: apre Improta nel primo tempo, chiudono Galano e Tonucci nella ripresa. Un Bari spavaldo e sempre in controllo, già specchio della personalità e delle idee di mister Fabio Grosso, che non poteva immaginare un avvio di stagione migliore.

Senza fuochi d'artificio o proclami azzardati, il Bari ha già dimostrato alla prima di campionato di avere schemi chiari in mente e un programma tattico da seguire a menadito: il tempo delle somme e degli allori è ancora terribilmente lontano, ma i Galletti hanno già fatto intravvedere dopo soli 90' di gioco margini di crescita enormi, e con qualche aggiustamento mirato (a ore l'arrivo di Kozak per l'attacco) sognare non sembra affatto un verbo da depennare dal dizionario.

La Partita

Quasi tutto confermato nelle scelte di Grosso, tranne due novità dell'ultimo minuto: D'Elia prende il posto di Morleo sulla fascia sinistra di difesa, mentre Tello scalza Busellato dal centrocampo titolare. In avanti tutto come da previsioni, con Galano a destra, Improta a sinistra e Nenè a sgomitare nel mezzo. Nessuna sorpresa nell'undici di Camplone, che sceglie Panico e Gliozzi come riferimenti offensivi nel 3-5-2 che vive soprattutto delle iniziative sugli esterni di Kupisz ed Eguelfi.

Dopo una prima fase di studio reciproco, è il Bari a prendere le misure al Cesena e a menar le danze: i bianconeri ospiti, dopo un'occasione sprecata da Panico, fanno pura opposizione passiva, chiudendo alla meglio gli spazi al Bari che non ricava più di un paio di cross sballati, un tiro di Basha murato dal dirimpettaio Laribi e un palo su calcio d'angolo di Capradossi. La maggior qualità del Bari rispetto all'avversario, però, permette ai biancorossi di accendere il match con delle fiammate che nemmeno la strenua difesa cesenate può contenere: al 38' l'ottimo Tello trova il corridoio giusto per Improta, che disorienta il macchinoso Donkor per depositare un sinistro chirurgico alle spalle del non troppo reattivo Fulignati. La squadra di casa, gasata dal tifo incessante di una Nord particolarmente gremita e partecipe, potrebbe chiudere i conti al 43', ma la mira di testa di Nenè su corner di Galano è difettosa di qualche centimetro.

Camplone prova a correre ai ripari lasciando negli spogliatoi l'ex Donkor per Cascione, ma l'inerzia del match rimane comunque a favore del Bari, che con le sue folate sembra in grado di far male in qualsiasi momento al Cesena. A centrocampo, infatti, la lotta è impari, con Basha a soffocare ogni timida ripartenza romagnola e i due interni (Tello soprattutto) a capovolgere immediatamente il fronte con un fraseggio corto e preciso. Questo è lo schema che al 58' porta al raddoppio dei biancorossi: Improta chiude un visionario triangolo nello stretto con Nenè prima di servire in area il solissimo Galano, che da zero metri accomoda il pallone in rete. Nel finale il Bari trova anche il terzo sigillo con il tocco leggero di Tonucci che entra lemme lemme alle spalle di Fulignati (68') e potrebbe addirittura dilagare con Nenè, sfortunato nel farsi respingere da Fulignati una bella rovesciata acrobatica e impreciso in chiusura a tu per tu con il portiere romagnolo. Ma ce n'è comunque abbastanza per dare il via alla festa biancorossa, parzialmente rovinata dall'uscita per infortunio di Galano (sospetta distorsione, si attendono accertamenti), che lascia qualche minuto di ribalta a Furlan e soprattutto Brienza.

Tutti Promossi

Tre uscite ufficiali al San Nicola e tre vittorie: Grosso non poteva immaginare inizio migliore. Su quest'ultimo successo in particolare, però, risalta più evidente la firma dell'ex campione del mondo. Costantemente in controllo del gioco e del risultato, il primo Bari "made in Grosso" del campionato ha già dimostrato di saper interpretare gli schemi semplici, diretti e tremendamente efficaci del mister. La copertina se la prendono gli esterni Galano e soprattutto Improta, che nel 4-3-3 che Grosso gli ha cucito addosso sembrano poter fare il bello e il cattivo tempo. Segno più anche per Nenè (è mancato solo il goal, che però per un centravanti è tutto) e Basha, vera diga di centrocampo e intelligente a scaricare subito la palla per far ripartire l'azione in velocità.

Su tutti, però, spicca Tello, che dopo una pre season non convincente fino in fondo si è preso sulle spalle il centrocampo biancorosso alla prima occasione in cui contava sul serio dare delle risposte incoraggianti; il buon Busellato dovrà sudarsi fino infondo una maglia da titolare perché la concorrenza dell'ex Empoli è agguerrita e più che qualificata. Sulla difesa, invece, è meglio sospendere il giudizio: se Capradossi non ha fatto nulla più che l'ordinaria amministrazione e Tonucci non si è praticamente mai visto se non per il goal del definitivo 3-0, i nuovi Fiamozzi e D'Elia hanno bisogno di avversari più probanti rispetto agli imbambolati esterni cesenati per esser giudicati con una bilancia equilibrata. Per ora si è vista una propensione più difensiva che offensiva, ma c'è da considerare un equilibrio tattico fondamentale in una squadra che con tutto il talento offensivo a disposizione rischia di sbilanciarsi pericolosamente. Il tempo e le lunghissime distanze della Serie B saranno certamente giudici imparziali.

Grosso: «volare basso»

Soddisfazione e sorrisi larghi in casa Bari nel post partita, ma Grosso vuole richiamare subito tutti all'attenzione perché una rondine è tutt'altro che sinonimo di primavera. "Ci prendiamo questa vittoria - ha commentato il tecnico dopo il fischio finale - ma sappiamo che c'è ancora da migliorare tanto. Dobbiamo continuare su questa strada e imparate a dettare i ritmi per tutta la durata dei 90' di gioco. Siamo partiti un po' contratti, ma poi siamo stati bravi a prendere le misure e a fare noi la partita contro un avversario abituato a gestire il possesso più di quanto non abbia fatto in questa partita".

"Contro il Cesena è stata una bella vittoria - continua Grosso - ma dobbiamo restare coi piedi per terra perché il campionato è lungo e le partite sono tante". Poi, in conclusione, le lodi ai tifosi, come sempre valore aggiunto del Bari sia in casa che fuori: "questa è una grande piazza - afferma il tecnico - con grandi potenzialità. Vogliamo rendere orgogliosa di noi questa fantastica tifoseria, e per farlo dobbiamo sempre dare tutto, come abbiamo fatto in questa partita".
  • FC Bari 1908
  • Stadio San Nicola
  • serie b
Altri contenuti a tema
Tre giorni per ammirare le 114 maglie che hanno fatto la storia del Bari Tre giorni per ammirare le 114 maglie che hanno fatto la storia del Bari Inaugurata la mostra gratuita nello Spazio Murat, da oggi fino al 15 gennaio
Stadio San Nicola di Bari, Petruzzelli annuncia: «Torna alla sua bellezza» Stadio San Nicola di Bari, Petruzzelli annuncia: «Torna alla sua bellezza» Completata la gara per i lavori di ristrutturazione dell'impianto di strada Torrebella
Lo stadio San Nicola di Bari si rifarà il look Lo stadio San Nicola di Bari si rifarà il look Il progetto di ristrutturazione è stato approvato dal Consiglio comunale
Bari, è polemica sulla sostituzione dei petali del San Nicola Bari, è polemica sulla sostituzione dei petali del San Nicola «Il sindaco faccia causa a Renzo Piano per aver progettato uno stadio che prevede simili costi di ripristino»
Stadio San Nicola a Bari, ecco come saranno sostituiti i petali di copertura Stadio San Nicola a Bari, ecco come saranno sostituiti i petali di copertura Previsto l'impiego di teli in materiale plastico del tipo Ptfe composti da membrane traslucide
Bari-Fidelis Andria, tornano i tifosi allo stadio. Ma gli ultras dicono no Bari-Fidelis Andria, tornano i tifosi allo stadio. Ma gli ultras dicono no Tutte le info utili per prendere i biglietti, necessario il green pass
Completamento seggiolini al San Nicola, Petruzzelli: «Con il Bari in C non è priorità» Completamento seggiolini al San Nicola, Petruzzelli: «Con il Bari in C non è priorità» L'assessore allo Sport: «Per questa stagione estiva in città faremo qualche giardino o un asilo in più»
Tribuna stampa del San Nicola, dopo la pioggia il Comune di Bari corre ai ripari: pronti 48 posti in più Tribuna stampa del San Nicola, dopo la pioggia il Comune di Bari corre ai ripari: pronti 48 posti in più L'acqua e l’interdizione della parte superiore per criticità strutturali hanno creato non pochi problemi ai cronisti e alle loro strumentazioni
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.