carabinieri JPG
carabinieri JPG
Cronaca

Tentò di uccidere due affiliati a un clan rivale: arrestato 33enne

L'episodio risale al 2015. L'uomo esplose colpi di pistola durante una festa privata in una villa ad Altamura

I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Bari su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia del capoluogo pugliese, nei confronti di De Girolamo Fabio, 33enne di Cassano delle Murge, accusato di essere l'autore di un duplice tentato omicidio, con l'aggravante del metodo mafioso, avvenuto ad Altamura nel 2015.
L'attività investigativa, condotta dai militari del Nucleo Investigativo e coordinata dalla Procura della Repubblica del capoluogo pugliese, sviluppata mediante attività tecniche e supportata da diverse dichiarazioni di collaboratori di giustizia, ha consentito di ricostruire le modalità esecutive di un grave fatto criminoso consumato nella notte tra il 19 e il 20 settembre 2015, nel piazzale antistante a una villa nella quale era in corso una festa da ballo privata. Quella notte, il 33enne, pregiudicato e ritenuto contiguo alla criminalità organizzata operante su Cassano delle Murge, nonostante nella villa fossero presenti diversi ragazzi, anche minorenni, in maniera plateale, con lo scopo di affermare la forza del clan di appartenenza, non esitò a sparare diversi colpi d'arma da fuoco nei confronti di due persone ritenute appartenere a un clan rivale operante su Altamura. Nella circostanza, S.L., 34enne, e A.M., 41enne, quest'ultimo tra l'altro recentemente arrestato dai Carabinieri nell'ambito dell'operazione Logos per associazione di tipo mafioso, riportarono ferite da arma da fuoco in varie parti del corpo, con una prognosi iniziale, rispettivamente, di 30 e 20 giorni. Sul posto i Carabinieri della Sezione Investigazioni Scientifiche di Bari repertarono tre bossoli di pistola cal. 7.65. All'epoca, tra l'altro, i due, che si recarono autonomamente al pronto soccorso dell'Ospedale della Murgia di Altamura, fornirono una versione dei fatti che, a seguito delle investigazioni, è risultata "reticente e discordante dalla realtà, con la sola finalità", così come si legge nel provvedimento del giudice, "di risolvere la questione in un secondo momento mediante un'azione vendicatoria, seguendo il consolidato modus operandi proprio degli ambienti criminali".
L'uomo, rintracciato dai Carabinieri nell'area di provenienza, è stato sottoposto a perquisizione domiciliare e condotto in caserma a Bari. Al termine delle operazioni, è stato tradotto presso la locale casa circondariale a disposizione dell'Autorità Giudiziaria e ora dovrà rispondere di lesioni personali aggravate e di porto e detenzione di arma da fuoco, il tutto con l'aggravante del metodo mafioso.
  • Carabinieri
  • mafia
  • Bari
  • Altamura
Altri contenuti a tema
In auto con 100 grammi di coca, fermati in due In auto con 100 grammi di coca, fermati in due Si tratta di un 37enne di Polignano a Mare e di un 35enne di Bari
Altamura, crolla un soffitto nella hall dell'ospedale Perinei Altamura, crolla un soffitto nella hall dell'ospedale Perinei Non ci sono feriti. L'ex consigliere regionale Conca: «Era il più nuovo della Puglia»
Minaccia i carabinieri con una pistola per poi barricarsi in casa, arrestato Minaccia i carabinieri con una pistola per poi barricarsi in casa, arrestato È accaduto ieri notte a Gravina, i militari ontrrvenuti su segnalazione di un vicino
Stretta dei Nas di Bari sui controlli, 32 strutture irregolari. Multe da 53mila euro Stretta dei Nas di Bari sui controlli, 32 strutture irregolari. Multe da 53mila euro Oltre 2mila chili di alimenti sequestrati, scattano le denunce per i titolari delle attività non conformi
Piscina abusiva trovata in provincia di Bari, ordinata la chiusura dai Nas Piscina abusiva trovata in provincia di Bari, ordinata la chiusura dai Nas A livello nazionale, i militari eseguito una campagna di controlli presso parchi acquatici e piscine destinate all’uso ricreativo e di divertimento
Furto, droga, aggressione e violazione dei domiciliari: sette arresti a Bari e provincia Furto, droga, aggressione e violazione dei domiciliari: sette arresti a Bari e provincia Si intensificano i controlli dei carabinieri: diverse operazioni tra il centro cittadino, il San Paolo e Bitetto
Picchia e minaccia la compagna per tre anni, arrestato 39enne a Turi Picchia e minaccia la compagna per tre anni, arrestato 39enne a Turi Analogo provvedimento per un 51enne di Valenzano, accusato di maltrattamenti contro madre e fratello
Capurso, estorsione a un imprenditore: arrestato 48enne pregiudicato Capurso, estorsione a un imprenditore: arrestato 48enne pregiudicato L'uomo, percettore del reddito di cittadinanza, si sarebbe fatto consegnare grosse somme di denaro
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.