Guardia di Finanza
Guardia di Finanza
Cronaca

Giro di scommesse illegali, arrestato a Malta latitante barese vicino alla 'Ndrangheta

Il 43enne è accusato di associazione mafiosa e truffa aggravata ai danni dello Stato. Il suo nome era emerso nell'indagine "Galassi" della Gdf

Finisce in manette a Malta il 43enne barese Antonio Ricci, accusato di collegamenti diretti con la 'Ndrangheta. L'uomo era fuggito a un maxi blitz nel novembre 2018 quando entrò nel vivo l'operazione "Galassia" condotta dalla Guardia di finanza tra Calabria, Sicilia e Puglia, e coordinata dalla Dda di Reggio Calabria, che aveva smantellato una rete di affari sulle scommesse clandestine.

Su Ricci e gli altri 67 destinatari dei provvedimenti di fermo in Calabria pende l'accusa di associazione mafiosa, abusivo esercizio dei giochi e delle scommesse, omessa dichiarazione di ricavi, truffa aggravata ai danni dello Stato per oltre 60 milioni di euro.

Il maxi blitz delle Fiamme gialle aveva visto impegnati ottocento militari in tutta Italia, personale del Centro operativo della Direzione investigativa antimafia di Reggio Calabria, così come del Servizio centrale investigazione criminalità organizzata e del Nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche delle Fiamme Gialle di Roma. A coordinare le indagini la Direzione nazionale antimafia della capitale e dalla Dda di Reggio Calabria, guidata dal procuratore Giovanni Bombardieri.

L'attività investigativa di Dda e Gdf aveva permesso di sequestrare i profitti dell'organizzazione criminale, oltre a quello di 23 società estere, 15 società italiane operanti nel settore dei giochi e delle scommesse, 24 immobili, 7 automezzi, 33 siti nazionali e internazionali di "gambling on line". Nel mirino degli inquirenti erano finite anche innumerevoli quote societarie e conti correnti nazionali ed esteri, per sequestri da un valore complessivo di oltre 723 milioni di euro.
  • Guardia di Finanza
  • antimafia
  • mafia
Altri contenuti a tema
Indebite compensazioni d'imposta, sequestro di 3,7 milioni di euro alla TRA.DE.CO srl Indebite compensazioni d'imposta, sequestro di 3,7 milioni di euro alla TRA.DE.CO srl Dalle indagini emerge che avrebbero fittiziamente adempiuto al pagamento dei contributi INPS ed INAIL mediante l’utilizzo di crediti non dovuti
Gravina, vittima di usura perde un immobile da un milione di euro Gravina, vittima di usura perde un immobile da un milione di euro La donna dopo la morte del padre si era ritrovata con la madre in gravi difficoltà economiche
Detenzione di armi da guerra, nuovo arresto per uno dei killer di Gaetano Marchitelli Detenzione di armi da guerra, nuovo arresto per uno dei killer di Gaetano Marchitelli L'uomo, classe 1984, è stato trovato in possesso di un Kalashincov utilizzato nella guerra di mafia fra Di Cosola e Strisciuglio. Ai domiciliari un 29enne
Bari ricorda le vittime della strage di Capaci con un drappo bianco esposto da Palazzo di Città Bari ricorda le vittime della strage di Capaci con un drappo bianco esposto da Palazzo di Città Una serie di eventi sono stati organizzati per commemorare Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta
Strage di Capaci, Bari ricorda la figura di Francesca Morvillo Strage di Capaci, Bari ricorda la figura di Francesca Morvillo Una corona di fiori è stata deposta nel giardino che porta il suo nome. Pierucci: «Cultura toglie terreno alla mafia»
Anniversario della strage di Capaci, Emiliano: «Falcone e Livatino persone meravigliose» Anniversario della strage di Capaci, Emiliano: «Falcone e Livatino persone meravigliose» Il presidente della Regione Puglia ricorda i suoi inizi da magistrato ad Agrigento. Oggi un lenzuolo bianco esposto sulla facciata dei municipi italiani
Usura ed estorsioni, oltre cento denunce in provincia di Bari durante il lockdown Usura ed estorsioni, oltre cento denunce in provincia di Bari durante il lockdown Operazione della Gurdia di finanza per rintracciare le attività criminali di alcune famiglie mafiose del territorio
Arresto ex procuratore di Trani, in manette anche tre imprenditori della provincia di Bari Arresto ex procuratore di Trani, in manette anche tre imprenditori della provincia di Bari Coinvolti nell'indagine Giuseppe, Cosimo e Gaetano Mancazzo oltre a Capristo e al poliziotto Scivattaro. L'accusa è di aver fatto pressioni su un magistrato
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.