discarica mungivacca
discarica mungivacca
Territorio

Rifiuti seppelliti, in Puglia il 28 per cento delle infrazioni nazionali

Secondo l'osservatorio di Coldiretti in 20 anni sono state sversate, tombate o bruciate, tonnellate di spazzatura

Elezioni Regionali 2020
Negli ultimi 20 anni in Puglia sono stati sversati, tombati o bruciati rifiuti di ogni genere. Lo smaltimento illegale è diventata una delle principali attività delle agromafie che in Puglia fa registrare il 28,7% delle infrazioni accertate nel ciclo dei rifiuti sul totale nazionale. Lo dice il rapporto dell'Osservatorio sulla criminalità nell'agricoltura e sul sistema agroalimentare promosso da Coldiretti, sulla base degli accertamenti della magistratura.

"E' inaccettabile che le aree rurali vengano utilizzate come discariche a cielo aperto, depauperando un territorio curato e produttivo, inquinando la terra e il sottosuolo, arrecando un danno ingente all'imprenditore agricolo che spesso è chiamato a rimuovere i rifiuti sversati da altri, se non riesce a dimostrare di non averli prodotti. Si tratta di un fenomeno grave ed in escalation, dove a sversare rifiuti di ogni genere, da immondizia agli elettrodomestici fino a sacchi per la raccolta di amianto, non sono più soltanto i gruppi criminali, ma anche cittadini che scaricano nelle aree rurali ogni genere di rifiuto, oltre a materiale edilizio abbandonato dalle ditte, senza il minimo rispetto della proprietà privata degli agricoltori e arrecando un danno ambientale e di immagine incalcolabile", è la denuncia di Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

Il servizio aereo del Raggruppamento Aeromobili dei Carabinieri, secondo quanto riportato dal 6° rapporto Agromafie dell'Osservatorio sulla criminalità in agricoltura di Coldiretti, nel 2017 e nei primi 9 mesi del 2018 con 155 missioni per un totale di 160 ore di volo, ha individuato ben 155 discariche abusive in Puglia.
"Nel 2015 la Regione Puglia ha pubblicato un bando a favore dei Comuni – ricorda Muraglia – che aiutava le amministrazioni comunali nell'attività di rimozione e smaltimento di rifiuti illecitamente abbandonati su aree pubbliche, soprattutto in campagna. Sarebbe opportuno che ci fossero altri provvedimenti in tale direzione, perché gli agricoltori non possono restare sommersi dai rifiuti. Così come chiediamo che venga potenziato il controllo su territori assai vasti da parte della Polizia Municipale dei differenti Comuni dove il fenomeno è particolarmente allarmante", conclude il presidente Muraglia.
Di fronte alle emergenze che si rincorrono – continua la Coldiretti – occorre adottare tutti gli accorgimenti a tutela della sicurezza e della salute, accertare le responsabilità e avviare le necessarie azioni di risarcimento danni diretti ed indiretti a favore delle comunità e delle imprese colpite. Sul piano strutturale – conclude la Coldiretti – occorre salvaguardare le aree a vocazione agricola, evitando l'autorizzazione di insediamenti potenzialmente a rischio e proteggendole con i controlli da quelli abusivi".
  • Rifiuti
Altri contenuti a tema
"Chi inquina paga", dalla Regione Puglia 3 milioni per la tutela ambientale "Chi inquina paga", dalla Regione Puglia 3 milioni per la tutela ambientale Un provvedimento a beneficio delle province per la minore produzione di rifiuti e per accelerare le indagini sui responsabili
San Giorgio, beccato ad abbandonare rifiuti in strada: scatta la multa da 300 euro San Giorgio, beccato ad abbandonare rifiuti in strada: scatta la multa da 300 euro Incivile inchiodato dalle fototrappole. Petruzzelli: «Una delle tante sanzioni che la polizia locale sta elevando a questi "luridi"»
Svuotano cantinola e abbandonano i rifiuti in strada, denunciati Svuotano cantinola e abbandonano i rifiuti in strada, denunciati La polizia locale ha rintracciato chi aveva commissionato il lavoro grazie ai documenti gettati
Cellamare, scoperto dalle fototrappole a incendiare rifiuti tossici. Multato Cellamare, scoperto dalle fototrappole a incendiare rifiuti tossici. Multato Il sindaco Vurchio: «Stiamo lavorando anche sull'impiego di droni per attività di controllo e prevenzione territoriale»
Giornata Mondiale degli Oceani, in Puglia arriva "Spazzamare" Giornata Mondiale degli Oceani, in Puglia arriva "Spazzamare" Si tratta della più importante operazione di pulizia dei fondali mai realizzata in Italia, Egnazia (tra Monopoli e Savelletri) e Tricase i luoghi prescelti
Provincia di Bari, Ager: «Nessun rifiuto dalla Calabria smaltito nella discarica Martucci» Provincia di Bari, Ager: «Nessun rifiuto dalla Calabria smaltito nella discarica Martucci» Dopo il no dei sindaci nei giorni scorsi alla decisione presa dalla Regione arriva la decisione di Ager per: «Motivazioni di carattere tecnico»
Abbandono illecito di rifiuti, 4 denunce a Monopoli Abbandono illecito di rifiuti, 4 denunce a Monopoli Tre uomini ritenuti responsabili di accumulo di materiale che poi veniva sistematicamente incendiato
Bari, a Lama Balice sequestrata area di 8mila metri quadrati Bari, a Lama Balice sequestrata area di 8mila metri quadrati Sul terreno una barca, pezzi di asfalto, parti di auto, mattoni, cisterne in pvc
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.