Un momento dell'incontro
Un momento dell'incontro
Bandi e concorsi

Patrimonio pubblico inutilizzato ecco il bando per i giovani pugliesi

La candidatura degli immobili o degli spazi fruibili, da parte degli enti pubblici, dovrà essere effettuata online. Per ogni progetto disponibili 40mila euro

Valorizzazione del patrimonio pubblico sottoutilizzato e attivazione dei giovani pugliesi. A questo mira l'iniziativa" Luoghi Comuni - diamo spazio ai giovani!" presentato da Regione Puglia, ANCI Puglia e ARTI (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l'Innovazione).
"Investire sui giovani significa moltiplicare gli effetti di quell'investinento per quattro-cinque volte. - ha dichiarato l'assessore regionale Raffaele Piemontese- Siamo partiti dall'Anci, dalla Casa dei Comuni, perché la sfida della collaborazione tra enti pubblici e organizzazioni giovanili del terzo settore si gioca anzitutto sulla capacità dei Comuni di aprirsi alla co-progettazione. La Regione ci mette le risorse e il know-how, tra i Comuni speriamo di scatenare una competizione positiva a chi fa meglio, a chi mette a disposizione più spazi e a chi più rapidamente sviluppa la co-progettazione sulle idee dei giovani."
"Iniziativa a valenza sociale ed economica, - ha sottolineato il presidente Anci Puglia Domenico Vitto - importante ridare vita e cura al patrimonio immobiliare pubblico sottoutilizzato, generando processi virtuosi di sviluppo culturale, sociale ed economico, favorendo il dialogo tra organizzazioni giovanili e enti locali. Bisogna rilanciare le nostre città, rivitalizzarle con progetti innovativi di qualità, di eccellenza migliorare fruibilità e vivibilità del bene comune, del patrimonio in esse custodito, che va gestito con attenzione, preservato e restituito alla collettività in modo efficiente e sostenibile.
La misura si prefigge di: creare una piattaforma condivisa per la conoscenza del patrimonio pubblico disponibile e immediatamente fruibile;
aumentare il numero di luoghi per la creatività e l'apprendimento dedicati ai giovani pugliesi e ad iniziative di innovazione sociale;
fornire ai Comuni e agli altri Enti pubblici uno strumento per valorizzare gli spazi sottoutilizzati e migliorare i territori;
offrire ai giovani che vogliano mettersi alla prova opportunità di attivazione e apprendimento;
sostenere le Organizzazioni giovanili del Terzo Settore nei processi di riuso e valorizzazione degli spazi pubblici per migliorare i territori e coinvolgere le comunità locali.
Con Determina dirigenziale n. 98 del 7/11 u.s., la Sezione Politiche Giovanili e Innovazione Sociale della Regione Puglia ha approvato l'Avviso per manifestazione di interesse rivolto ad Enti Pubblici per la rivitalizzazione tramite co-progettazione di spazi sottoutilizzati". L'Avviso è disponibile sul sito luoghicomuni.regione.puglia.it e rappresenta il primo step per favorire il riuso degli spazi pubblici sottoutilizzati presenti sul territorio regionale. La candidatura degli immobili o degli spazi fruibili, da parte degli enti pubblici, potrà avvenire a partire dalle ore 12 dell'11 dicembre 2018 e dovrà essere effettuata online. Per ciascuno spazio selezionato e inserito in piattaforma, ARTI provvederà alla pubblicazione di un successivo Avviso rivolto ad Organizzazioni giovanili del Terzo Settore per la co-progettazione di iniziative di innovazione sociale finalizzate alla rivitalizzazione dello spazio stesso. - Contributo max progetto 40mila euro.
Tutte le istruzioni per procedere alla candidatura sono consultabili all'interno dell'Avviso nonché nella sezione "Come partecipare" della piattaforma.
Per informazioni: info@luoghicomuni.regione.puglia.it
  • anci
Altri contenuti a tema
Morto il sindaco di Rocca di Papa, Decaro: ​«È stato un eroe» Morto il sindaco di Rocca di Papa, Decaro: ​«È stato un eroe» Il sindaco, in qualità di presidente Anci, esprime il cordoglio per la scomparsa del primo cittadino del comune laziale
Direttiva anti-degrado urbano, Decaro a Salvini: «Non abbiamo bisogno di commissariamento» Direttiva anti-degrado urbano, Decaro a Salvini: «Non abbiamo bisogno di commissariamento» Il presidente di Anci: «Il ministro dell'Interno non perde occasione di prendersela con i sindaci. Siamo gli unici a conoscere il territorio»
Autonomia regioni del Nord, Decaro: «Anci non contraria, ma occorre mettere paletti» Autonomia regioni del Nord, Decaro: «Anci non contraria, ma occorre mettere paletti» La posizione della Ggil, Gigia Bucci: «Manovra che si sta svolgendo senza dibattito pubblico»
Rifiuti, protestano i sindaci di Anci Puglia: «Aumentano i costi, non può restare ferma la Tari» Rifiuti, protestano i sindaci di Anci Puglia: «Aumentano i costi, non può restare ferma la Tari» «Chiediamo che vengano subito realizzati gli impianti pubblici di cui si parla da anni, ma senza riscontri concreti»
Decreto sicurezza, Decaro (Anci): «Diritti umani non negoziabili» Decreto sicurezza, Decaro (Anci): «Diritti umani non negoziabili» Il presidente dei sindaci interviene dopo le notizie di alcuni primi cittadini contrari alla legge
Manovra di Bilancio, la bocciatura di Decaro: «Punitiva per i Comuni» Manovra di Bilancio, la bocciatura di Decaro: «Punitiva per i Comuni» Il sindaco di Bari e presidente Anci: «Si privano gli enti locali di fondi dati per certi. Per fortuna ci sono fondi per periferie»
Anci Puglia e Decaro a sostegno del sindaco di Trani Anci Puglia e Decaro a sostegno del sindaco di Trani Il primo cittadino barese come presidente dei sindaci: «Non ti abbattere, Amedeo, tutti i sindaci italiani sono con te»
Bari accoglie i sindaci siriani. Il 16 dicembre in visita al palazzo dell'Acquedotto Pugliese Bari accoglie i sindaci siriani. Il 16 dicembre in visita al palazzo dell'Acquedotto Pugliese Un'iniziativa di ANCI nell'ambito del programma “Municipi senza frontiere”
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.