cgil caporalato
cgil caporalato
Scuola e Lavoro

Lotta al caporalato, Cgil: «In Puglia 1781 richieste di regolarizzazione»

Presentati i dati regionali in una conferenza stampa a Borgo Mezzanone. Il sindacato: «Metà delle aziende agricole non è in regola»

«Al 31 luglio sono solo 797 domande di regolarizzazione di lavoro agricolo in provincia di Foggia, 1781 in tutta la Puglia». Lo afferma Antonio Gagliardi, segretario generale della Flai Cgil Puglia. Il sindacato ha presentato in conferenza stampa nel "ghetto" dei braccianti di Borgo Mezzanone, in provincia di Foggia, alcuni dati sulla lotta al caporalato. Gagliardi spiega: «Avevamo denunciato già al varo della norma i limiti legati alla condizionalità temporale che permette l'accesso alle domande solo a quanti avevano un permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre 2019, così come il limite del 15 agosto per la presentazione delle istanze andrebbe prorogato».

Di contro, «Il tasso di irregolarità resta elevato: a leggere i dati dell'Ispettorato nazionale del lavoro, in Puglia nel 2019 le imprese oggetto di ispezioni sono state 1.538, a fronte delle 78mila imprese attive. Ebbene il 55,2%, la metà, risulta non in regola - afferma Gagliardi. Mentre le irregolarità che emergono dalla vigilanza tecnica salgono quasi al 90%. E di contro è ancora basso il numero di imprese che aderisce alla Rete agricola del lavoro di qualità, 970 in tutta la regione, ovvero l'1,24% del totale. I nodi della rete dovrebbero essere il luogo dove costruire quei percorsi di regolarizzazione dell'intermediazione, del trasporto, dell'accoglienza, ma se le imprese lo boicottano permettono che si perpetuino condizioni insostenibili come quelle dei ghetti».

«Diventa difficile venire qui constatando che un'altra stagione delle grandi raccolte sta passando e che poco o nulla è cambiato sulla ex pista di Borgo Mezzanone – ha concluso Pino Gesmundo, segretario generale Cgil Puglia. Quello che chiedono questi ragazzi, tanti giovanissimi, è rispetto, del lavoro e della loro persona. Per tutto questo non può perdurare una condizione dove l'accoglienza è lasciata al fai da te, in un luogo senza servizi, fogna, elettricità, acqua potabile. La politica del girare la testa dall'altra parte e lasciare che tutto resti immutato a noi non sta bene. Ai lavoratori non facciamo promesse, siamo qui ogni giorno con i nostri operatori, con la Flai, abbiamo aperto una sede nel Borgo proprio per andare incontro alle esigenze di chi qui vive, italiano o straniero, a dieci chilometri dal capoluogo ma territorio del Comune di Manfredonia, che ne dista venticinque". Unità, questo ha chiesto il segretario generale della Cgil pugliese, "perché la nostra forza deriva dalla partecipazione dei lavoratori, se ci sarà da mettere in campo qualche iniziativa decideremo insieme percorsi e metodi, nessuno viene qui a calare dall'alto scelte. Noi possiamo aiutarli nelle denunce, nelle vertenze, nel rivendicare diritti, e quanto alla politica porteremo le parole raccolte oggi, piene di dignità e anche orgoglio di chi svolge un lavoro faticoso e vuole sentirsi cittadini di questo paese a tutti gli effetti. Nessuno deve girare la testa, in primis chi ha compiti di legislatore. Se ci sono norme che non hanno funzionato che si correggano. Lasciare queste persone ancora in balia dei caporali e dello sfruttamento, alimentando economie irregolari e criminali, rende corresponsabile chi avrebbe il potere di intervenire».
  • Agricoltura
  • Cgil
Altri contenuti a tema
“Ripartire dal Lavoro”, i sindacati confederali si riuniscono a Bari per una giornata di mobilitazione “Ripartire dal Lavoro”, i sindacati confederali si riuniscono a Bari per una giornata di mobilitazione Cgil, Cisl e Uil si riuniscono nello spazio 7 della Fiera del Levante. Trecento delegati presenti, nel rispetto delle misure anti-Covid
Infrastrutture e trasporti, il ministro De Micheli: «Per la Puglia 10 miliardi col piano Italia Veloce» Infrastrutture e trasporti, il ministro De Micheli: «Per la Puglia 10 miliardi col piano Italia Veloce» Alla città di Bari saranno destinati 320 milioni per le ferrovie. Decaro: «Aumentare alta velocità». Gesmundo (Cgil): «Fondamentale rispetto ambientale»
Bari ricorda la difesa del porto a 77 anni dall'attacco nazifascista Bari ricorda la difesa del porto a 77 anni dall'attacco nazifascista La cerimonia è stata organizzata da Comune, Anpi, Ipsaic, Cgil e Arci
La Cgil Puglia celebra gli "Stati generali", dal Petruzzelli le proposte per la ripartenza La Cgil Puglia celebra gli "Stati generali", dal Petruzzelli le proposte per la ripartenza All'evento svoltosi a Bari hanno partecipato il segretario Landini e i ministri Boccia, Catalfo e Provenzano
Il ministro Provenzano da Bari: «Abbiamo occasione di colmare il divario nord-sud» Il ministro Provenzano da Bari: «Abbiamo occasione di colmare il divario nord-sud» L'intervento agli Stati generali della Cgil: «Richiamo gli alleati di governo alla responsabilità. Puglia è il Mezzogiorno produttivo»
Stati generali Cgil Puglia, Boccia: «Ridurre le diseguaglianze è la priorità» Stati generali Cgil Puglia, Boccia: «Ridurre le diseguaglianze è la priorità» Il ministro per le Regioni e le autonomie: «Con il Covid dobbiamo convivere, siamo la migliore sanità del mondo. Opposizione ci dia una mano»
Vendola: «Il centrosinistra ha fatto vivere la Puglia» Vendola: «Il centrosinistra ha fatto vivere la Puglia» L'ex presidente della Regione: «La pandemia ha fatto emergere il grottesco nelle filosofie sovraniste»
Stati generali Cgil Puglia, Landini: «Sud tema centrale per l'Italia». Catalfo: «Ripartono assunzioni» Stati generali Cgil Puglia, Landini: «Sud tema centrale per l'Italia». Catalfo: «Ripartono assunzioni» Il segretario generale: «Fare una riforma del sistema scolastico. Referendum? Libertà di coscienza». Il ministro del Lavoro: «Smart working? Incontrerò i sindacati»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.