Poliziotto con bambini
Poliziotto con bambini
Cronaca

Incontro casuale e la bimba riconosce il poliziotto barese che l'ha salvata dall' "orco"

L'agente era a fare la spesa quando è stato avvicinato dalla piccola di cui si occupò quando allontanarono il compagno della madre per abusi

Si sono incontrati in un supermercato, la vittima e il suo eroe. Una bimba vittima di violenza in famiglia, sua madre e il poliziotto che si occupò di lei quando con i colleghi portarono via il compagno della madre, per abusi. Un eroe originario di una cittadina del Barese l'ispettore Vincenzo D'Acciò, da un po' di tempo responsabile del posto fisso di polizia dell'ospedale di Perugia, dopo una vita passata a girare le questure di tutto il Paese.

«Ero nel solito supermercato, perso tra le corsie, intento a cercare invano un prodotto sullo scaffale – racconta D'Acciò, che è anche un amante della scrittura e della poesia, con due raccolte già pubblicate - ad un tratto mi sento osservato, giro la testa verso sinistra e in fondo alla corsia vedo una bambina, avrà avuto una decina di anni, che mi fissa e sorride. Incuriosito ricambio il sorriso e penso che magari mi ha confuso con qualcun altro, la bambina va via ed io riprendo la vana ricerca di quello che mi serve sullo scaffale».

«Ad un tratto la bambina è vicina a me – continua il racconto - mi guarda e mi sorride timidamente. Cerco di focalizzare il suo viso, cerco di ricordare dove ho incontrato quel viso che pian piano scava nella memoria. Ad un tratto mentre ci guardiamo lei mi chiede: "Sei tu l'ispettore? Sono stata con te quando avete portato via di casa quell'uomo cattivo amico della mamma!". Adesso tutto è chiaro è passato del tempo, quasi due anni, ma ricordo l'accaduto».

«La bambina continua a sorridermi - si legge ancora nella testimonianza del poliziotto - avrei voluto abbracciarla ma l'unica cosa che sono riuscito a fare è allungare il braccio e accarezzarle la testa. Mi guardo istintivamente attorno ed ecco, vedo la mamma che ad inizio corsia mi sorride e ricambia il saluto e da lontano mi dice: "Parla spesso di lei". Guardo la bambina che continua a sorridermi, le chiedo se va tutto bene, mi risponde "Adesso sì". Le accarezzo nuovamente il capo visibilmente bloccato come un cretino, forse lei capisce e mi saluta con un dolcissimo ciao, ricambio e aspetto che si allontani, guardo la mamma la saluto con un cenno della mano, lei ricambia e va via. Resto immobile, sono bloccato emotivamente, un brivido mi attraversa, un misto di gioia, amarezza, felicità, non so, ma è stato bello. Tanti pensieri nella testa, ma una considerazione su tutte: nel bene o nel male sono fortunato, faccio un lavoro straordinario pieno di brutture e disperazione, ma che ogni tanto mi permette anche di rendere felice una bambina».
  • Polizia di Stato
  • Violenza
Altri contenuti a tema
Nascondevano la droga nei portoni per spacciarla davanti all'università. Presi Nascondevano la droga nei portoni per spacciarla davanti all'università. Presi I due malviventi, entrambi pregiudicati, si erano procurati le chiavi per accedere agli androni dei palazzi di via Garruba
Fanno irruzione armati in un supermercato di via Putignani. All'uscita trovano la Polizia Fanno irruzione armati in un supermercato di via Putignani. All'uscita trovano la Polizia Rapina sventata dagli agenti, che dopo un breve inseguimento sono riusciti a bloccare i due malviventi, entrambi minorenni
Assaltarono armati il Banco di Napoli nel 2017. Arrestati sette rapinatori Assaltarono armati il Banco di Napoli nel 2017. Arrestati sette rapinatori I malviventi fecero irruzione nello sportello di viale Salandra in completo assetto da guerra ma fallirono il colpo
Assalto in banca, sette arresti tra Bari, Napoli e Roma Assalto in banca, sette arresti tra Bari, Napoli e Roma Sono ritenuti responsabili di tentata rapina aggravata, detenzione e porto illegale d’armi da fuoco, furto, ricettazione e riciclaggio
Bari, vigilantes fa fuoco contro se stesso negli uffici dell'Aci Bari, vigilantes fa fuoco contro se stesso negli uffici dell'Aci È successo all'ora di pranzo quando gli sportelli erano già chiusi al pubblico
Associazione a delinquere, 27 condanne definitive nel clan Di Cosola. C'è anche il fratello del boss Associazione a delinquere, 27 condanne definitive nel clan Di Cosola. C'è anche il fratello del boss L'indagine della Polizia ha documentato la fine della guerra con gli Stramaglia e l'accordo di collaborazione dopo l'intervento dei Parisi
Conversano, tenta di uccidere il figlio neonato con un coltello. Preso 40enne di Bari Conversano, tenta di uccidere il figlio neonato con un coltello. Preso 40enne di Bari L'intervento dei Carabinieri evita la tragedia. L'uomo aveva picchiato la compagna dopo una lite per problemi economici
Picchia e minaccia i genitori e la sorella, 42enne arrestato a Bari Picchia e minaccia i genitori e la sorella, 42enne arrestato a Bari L'uomo in diverse occasioni aveva aggredito le due donne, le violenze andavano avanti da anni
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.