premio Paladini della salute foto
premio Paladini della salute foto
Attualità

Il professor Luigi Vimercati di Uniba premiato tra i "Paladini Italiani della Salute”

Ottenuto con Il lavoro dal titolo "Tassi di contagiosità della malattia respiratoria acuta da SARS-CoV-2 negli ambienti di vita e lavoro: revisione sistematica e metanalisi"

Il professor Luigi Vimercati di Uniba ha ottenuto il Premio "Paladini Italiani della Salute".

Il lavoro selezionato dal titolo "Tassi di contagiosità della malattia respiratoria acuta da SARS-CoV-2 negli ambienti di vita e lavoro: revisione sistematica e metanalisi" è stato realizzato dal prof. Luigi Vimercati dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro in collaborazione con le più prestigiose istituzioni internazionali di epidemiologia, tra le quali l'Imperial College di Londra e la Johns Hopkins University di Baltimora.

I lavori scientifici sono stati selezionati da una Commissione presieduta dal Prof. Walter Ricciardi, componente del Comitato Esecutivo dell'Organizzazione Mondiale della Sanità . L'iniziativa realizzata con il patrocinio del Consiglio dei Ministri è destinata ai ricercatori italiani e ai grandi risultati da loro ottenuti nel campo della ricerca e della medicina applicata.

Il lavoro dal titolo "Severe Acute Respiratory Syndrome Coronavirus 2 (SARS-CoV-2) Setting-specific Transmission Rates: A Systematic Review and Meta-analysis" ("Tassi di contagiosità della malattia respiratoria acuta da SARS-CoV-2 negli ambienti di vita e lavoro: revisione sistematica e metanalisi"), è stato pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases.

Sintesi dei risultati ottenuti dallo studio

Scopo dello studio è stato quello di stimare il tasso di attacco secondario (SAR- proporzione di casi secondari che si sviluppano dal contatto con uno o più casi indice durante il periodo di incubazione) del SARS-CoV-2 in diversi contesti di vita e di lavoro (setting). Dall'analisi dei dati è emerso che contatti stretti e prolungati in ambito familiare aumentano significativamente il potenziale di trasmissione del SARS-CoV-2 (SAR 21.1%), con particolare riferimento ai pasti familiari. Abbiamo osservato che in tale setting la trasmissione aumenta all'aumentare della durata di esposizione al caso indice (SAR 14.2% < 5 giorni vs SAR 34.9% > 5 giorni), sottolineando l'importanza delle politiche di isolamento e di tracciamento dei contatti.

I dati relativi alla diffusione del SARS-CoV-2 nei setting comunitari suggeriscono che la trasmissione è favorita dalle interazioni sociali con contatti prolungati, quali piccoli eventi con familiari e amici (SAR 5.9%), trasporti (SAR 5%). Al contrario, contesti non familiari con contatti casuali riportano tassi di attacco secondario inferiori (SAR 1.2%).
  • uniba
Altri contenuti a tema
È morto Piero Angela, nel 2018 l'ultima volta in visita a Bari. Decaro: «Un onore per noi» È morto Piero Angela, nel 2018 l'ultima volta in visita a Bari. Decaro: «Un onore per noi» Il famoso divulgatore scientifico si è spento a 93 anni. Era laureato honoris causa in Veterinaria all'UniBa
Pnrr, l'Università di Bari presente con dieci progetti nell'ambito dei partenariati estesi Pnrr, l'Università di Bari presente con dieci progetti nell'ambito dei partenariati estesi Il bando conta su Euro 1,61 miliardi totali, di cui almeno il 40% nelle regioni del Mezzogiorno
Covid, incidenza e fattori di rischio: lo studio dell'Università di Bari pubblicato su “Vaccines” Covid, incidenza e fattori di rischio: lo studio dell'Università di Bari pubblicato su “Vaccines” Esaminato un campione di 60mila operatori sanitari appartenenti a dodici diversi centri europei
Università di Bari, gli studenti protestano contro il blocco delle carriere accademiche Università di Bari, gli studenti protestano contro il blocco delle carriere accademiche Stretta dell'ateneo contro chi è in mora con le tasse. Link: «Misura fortemente discriminatoria e classista»
Università di Bari, firmato il protocollo "Scuole in STE@M" Università di Bari, firmato il protocollo "Scuole in STE@M" Una delle azioni per la realizzazione della strategia regionale per la parità di genere in Puglia
Università di Bari, bando per 22 visiting professor ucraini Università di Bari, bando per 22 visiting professor ucraini Per ognuno viene assegnato un contributo omnicomprensivo lordo minimo pari a 10.000 euro
Università di Bari, si laurea il primo studente rifugiato dall’Afghanistan Università di Bari, si laurea il primo studente rifugiato dall’Afghanistan Komeli ha discusso una tesi in Lingua e traduzione portoghese dal titolo “L’Arte della diversità: tradurre le culture lusofone”
Università di Bari, parte la campagna per le immatricolazioni anno accademico 2022/2023 Università di Bari, parte la campagna per le immatricolazioni anno accademico 2022/2023 Sono 50 le convenzioni con imprese del territorio e multinazionali, tra cui Eni, Leonardo e Pirelli
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.