sequestro sigarette elettroniche di contrabbando
sequestro sigarette elettroniche di contrabbando
Cronaca

Gravina, sigarette elettroniche contraffatte e liquidi "svapo" di contrabbando. Denunciato venditore

I prodotti erano privi delle certificazioni necessarie, la prova dell’origine illecita della merce che stata sequestrata

Vendeva sigarette elettroniche contraffatte e liquidi "svapo" per l'inalazione di contrabbando. I militari del nucleo operativo metropolitano della guardia di finanza di Bari, coordinati dal I gruppo Bari, insieme a personale dell'ufficio delle dogane di Bari, hanno proceduto al sequestro di liquidi per inalazione destinati ad essere utilizzati nelle sigarette elettroniche in un negozio al dettaglio di Gravina in Puglia. Per il proprietario dell'esercizio commerciale è scattata la denuncia.

Una volta effettuato l'accesso nei locali aziendali l'attenzione dei finanzieri è stata subito richiamata da centinaia di flaconi di liquido "svapabile" esposti per la vendita ai clienti privi del "codice identificativo univoco" di cui, invece, gli stessi devono essere obbligatoriamente dotati per essere posti in commercio. In particolare, l'assenza di tale codice costituisce la prova dell'origine illecita della merce, implicando il suo approvvigionamento tramite soggetti non autorizzati, nonché del mancato assoggettamento del liquido "svapabile" alle imposte dovute per i prodotti assimilabili al tabacco. La legislazione di riferimento prevede, infatti, che i prodotti da inalazione senza combustione costituiti da sostanze liquide, contenenti o meno nicotina, esclusi quelli autorizzati all'immissione in commercio come medicinali, siano assoggettati ad imposta di consumo in misura pari, rispettivamente, a euro 0,082074 il millilitro e a euro 0,041037 il millilitro.

Nel corso del controllo dei locali le fiamme gialle e i funzionari dell'agenzia delle dogane baresi hanno, altresì, rinvenuto e sottoposto a sequestro circa 2mila sigarette elettroniche e loro parti di ricambio destinate alla vaporizzazione dei prodotti da inalazione riportanti il marchio di conformità Ce non conforme alle direttive europee sulla sicurezza dei prodotti elettronici.

Il titolare della ditta ispezionata è stato, pertanto, deferito all'Autorità Giudiziaria per i reati di vendita o acquisto di cose con impronte contraffatte di una pubblica autenticazione o certificazione, frode nell'esercizio del commercio, vendita di prodotti industriali con segni mendaci e contrabbando di tabacchi lavorati esteri. Nello specifico tale ultima ipotesi di reato è stata contestata in quanto l'assenza del predetto "codice identificativo univoco", unitamente al quantitativo del prodotto illecito sequestrato (corrispondente, complessivamente, a circa 30 chili), ha determinato l'applicabilità della disciplina sanzionatoria prevista dal testo unico delle leggi doganali per il contrabbando di tabacchi lavorati esteri.
sequestro sigarette elettroniche di contrabbandosequestro sigarette elettroniche di contrabbando
  • Guardia di Finanza
Altri contenuti a tema
Farmaci pericolosi in arrivo dall'Etiopia, scatta il sequestro a Bari Farmaci pericolosi in arrivo dall'Etiopia, scatta il sequestro a Bari Il materiale rinvenuto nel bagaglio di un uomo all'aeroporto, il passeggero è stato denunciato
Popolare di Bari, arrestato Gianluca Jacobini per il crac dell'imprenditore Fusillo Popolare di Bari, arrestato Gianluca Jacobini per il crac dell'imprenditore Fusillo Il padre Marco è stato interdetto. L'indagine ha scoperto un buco finanziario da 400 milioni di euro
Altamura, non dichiara un patrimonio di 350mila euro: sequestrato immobile a ex spacciatore Altamura, non dichiara un patrimonio di 350mila euro: sequestrato immobile a ex spacciatore L'uomo, un pregiudicato 37enne, negli anni 2000 si era fatto conoscere dalla giustizia per la sua attività di vendita di droga
1 Conversano, amianto e materiali elettrici sversati in una discarica abusiva. Scatta il sequestro Conversano, amianto e materiali elettrici sversati in una discarica abusiva. Scatta il sequestro I sigilli della guardia di finanza sono stati posti su un'area di 25mila mq. Scoperti rifiuti per oltre 1.200 tonnellate
Sigilli a dieci impianti fotovoltaici in Puglia, truffa per 40 milioni di euro Sigilli a dieci impianti fotovoltaici in Puglia, truffa per 40 milioni di euro Nel mirino della finanza il meccanismo degli incentivi economici alla produzione di energia elettrica derivante da fonte rinnovabile
Contagi nella Scuola allievi di Bari, il sindacato finanzieri: «Attivare call center per famiglie» Contagi nella Scuola allievi di Bari, il sindacato finanzieri: «Attivare call center per famiglie» Il Saf si rivolge all'amministrazione della caserma per seguire da vicino la situazione del Covid-19 nei locali del San Paolo
Covid-19, salgono a 18 i contagi nella Scuola allievi della Guardia di finanza a Bari Covid-19, salgono a 18 i contagi nella Scuola allievi della Guardia di finanza a Bari Sono 12 i nuovi casi positivi nella caserma delle fiamme gialle al San Paolo. Effettuati 700 tamponi
Presunte tangenti in cambio di appalti, indagati due funzionari della Regione Puglia Presunte tangenti in cambio di appalti, indagati due funzionari della Regione Puglia Perquisizioni della guardia di finanza. Nel mirino della Procura anche il direttore di Asset Elio Sannicandro, la cui posizione sembra più sfumata
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.