Mandorlo in fiore
Mandorlo in fiore
Territorio

Finta primavera in Puglia, l'allarme di Coldiretti: «Rischio shock termico»

Nel mese di marzo sono state registrate temperature superiori di 5 gradi che hanno fatto fiorire alberi e maturare ortaggi

Mai cosi pazzo il mese di marzo con temperature massime in Puglia superiori di 5 gradi rispetto al mese scorso che hanno fatto fiorire mandorli, olivi, albicocchi e peschi, con la maturazione contemporanea degli ortaggi e le primizie di fave e piselli già pronti in vendita nei Mercati del contadino. È quanto emerge dal monitoraggio di Coldiretti Puglia sulla base dei dati Ucea relativi alla prima decade con l'innalzamento della colonnina di mercurio che segna a marzo 2019 quasi 5 gradi in più rispetto a febbraio 2019 e una temperatura massima di 15,7 gradi, contro i 13,6 gradi di marzo 2018.

«È una finta primavera con produzioni a forte rischio di shock termico, con alberi di mandorlo in fiore e gemme di albicocchi e peschi che si stanno già dischiudendo. Oltre ai mandorli già in fiore, se dovessero perdurare le attuali temperature minime troppo alte per la media stagionale e il caldo anomalo il rischio è che vigne, ciliegi e altri alberi da frutto, impossibilitati a vivere appieno la fase di quiescenza, subirebbero un 'risveglio' anticipato, con fioriture anomale già a febbraio», dice Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

A nulla vale più la programmazione degli orticoltori che in Puglia raccolgono broccoli, cavoli, sedano, prezzemolo, finocchi, cicorie, bietole, tutti maturati contemporaneamente per le temperature primaverili. «Con la natura sconvolta a preoccupare è l'effetto del possibile improvviso abbassamento della temperatura sulle piante in fiore con effetti disastrosi sulla raccolta dei frutti primaverile ed estiva. Sono eventi estremi per cui il meccanismo della declaratoria di calamità naturale e del Fondo di solidarietà naturale, così com'è strutturato, non funziona più», denuncia il presidente Muraglia.

«Sono disastrosi gli effetti sui campi della tropicalizzazione del clima che azzera in pochi attimi gli sforzi degli agricoltori - aggiunge il Direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti - che perdono produzione e al contempo subiscono l'aumento dei costi a causa delle necessarie risemine, ulteriori lavorazioni, acquisto di piantine e sementi e utilizzo aggiuntivo di macchinari e carburante. Gli imprenditori si trovano ad affrontare fenomeni controversi, dove in poche ore si alternano eccezionali ondate di maltempo a siccità perdurante».

Da marzo a novembre del 2018 sono stati 11 i tornado e le trombe d'aria che si sono abbattuti sulla Puglia a marzo a Lecce, ad aprile a Lequile, a giugno a Santo Spirito di Bari e a San Foca, a settembre a Salice Salentino, a novembre a Taurisano, Martina, Manduria e in provincia di Brindisi e a Parabita, secondo i dati ESWD, l'anagrafe europea degli eventi meteo estremi come tornado, bombe d'acqua, trombe d'aria, tempeste di fulmini.
  • Coldiretti
  • coldiretti puglia
  • primavera
Altri contenuti a tema
Maltempo, crolla produzione miele in Puglia Maltempo, crolla produzione miele in Puglia Per Coldiretti aprile e maggio piovosi hanno "stressato" anche le api
Maltempo in Puglia, il 60% delle ciliegie andate in fumo a Bari Maltempo in Puglia, il 60% delle ciliegie andate in fumo a Bari I temporali e le grandinate di ieri hanno dato il colpo di grazia ad un settore già in crisi a causa della pazza primavera
Frane e alluvioni, 230 i comuni pugliesi a rischio Frane e alluvioni, 230 i comuni pugliesi a rischio Coldiretti commenta i dati Ispra su clima e territorio
Coldiretti "adotta" la rotatoria di via Caldarola. Pronta fra dieci giorni Coldiretti "adotta" la rotatoria di via Caldarola. Pronta fra dieci giorni Saranno piantati tre ulivi e altrettanti melograni. Decaro: «Tra qualche giorno affideremo le altre due rimaste»
Lupi in campagna, l'allarme Coldiretti Lupi in campagna, l'allarme Coldiretti In dieci anni il loro numero è raddoppiato
Monopoli, dissequestrato ulivo infetto da Xylella si può procedere all'espianto Monopoli, dissequestrato ulivo infetto da Xylella si può procedere all'espianto Coldiretti Puglia: «Va suonata la sveglia alla Regione Puglia e all’Arif, perché nel periodo di monitoraggio sono stati ritrovati 338 ulivi infetti»
Boom di furti nelle campagne della Puglia, spariti trecento milioni di euro Boom di furti nelle campagne della Puglia, spariti trecento milioni di euro Coldiretti: "Barbatelle, pali per l'uva e teste di idranti ora nel mirino della criminalità"
Xylella, sindaci e Coldiretti Puglia uniti per il #BUONEPRATICHEDAY Xylella, sindaci e Coldiretti Puglia uniti per il #BUONEPRATICHEDAY Si terrà a Bari il prossimo 3 aprile, tutti insieme per pianificare la tabella di marcia relativa a cisa fare per contrastare il fenomeno
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.