Brexit
Brexit
Attualità

Erasmus negato, finisce il sogno degli studenti baresi a Londra

Con l'entrata in vigore della Brexit niente più viaggi studio verso la Gran Bretagna

Elezioni Regionali 2020
Potrebbe rimanere un lontano ricordo l'Erasmus degli studenti baresi a Londra non appena entrerà in vigore la Brexit.

In oltre trent'anni, oltre 350 mila studenti universitari hanno usufruito di borse di mobilità Erasmus per studio o tirocini mentre circa 100 mila docenti e alunni, dal 2007 hanno avuto l'opportunità di vivere esperienze di mobilità in Europa. Ora però l'Inghilterra ha detto stop.

La questione è stata definita con la netta bocciatura di un emendamento alla legge di ratifica presentato dall'opposizione liberaldemocratica.

La legge attende l'ok finale dei Comuni prima del passaggio alla Camera dei Lord.

La Camera dei Comuni del Regno Unito ha ufficialmente detto addio anche all'Erasmus+, la piattaforma che include il programma europeo di scambio degli studenti a cui aderisce anche Uniba e che consente agli studenti regolarmente iscritti di ottenere un contributo finanziario per trascorrere all'estero un periodo di studio (corsi, esami, preparazione tesi di laurea) presso un'università di uno dei paesi partecipanti al programma (27 Paesi dell'Unione europea, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera, Turchia, Croazia). Nel 2017/2018 (i dati sono dell' agenzia Indire che si occupa del programma) sono 37.601 gli studenti partiti in Erasmus dagli atenei italiani , un numero in crescita che pone l'Italia tra i quattro principali paesi Ue per numero di giovani in partenza, dopo Spagna, Germania e Francia. Oltre 26mila studenti europei sono venuti qui a studiare. Nell'anno 2018/2019 è cresciuta infine del 10% la richiesta di borse per studio e tirocinio da parte degli atenei, con un budget a disposizione per l'Italia pari a 76.017.802 euro. Indire, infine ha tracciato l'identikit dello studente Erasmus tipico: ha un'età media di 23 anni, è una studentessa, va verso Spagna, Francia, Germania, Regno Unito e Portogallo e resta in media di 6 mesi, per quanto riguarda gli studenti in arrivo, i principali paesi di provenienza sono Spagna, Francia, Germania, Polonia e Turchia.
  • uniba
Altri contenuti a tema
Nuovi anticorpi per la terapia del Covid, ecco lo studio tutto barese Nuovi anticorpi per la terapia del Covid, ecco lo studio tutto barese È stato presentato da un team dell'Università di Bari e potrebbe essere una svolta nella cura della malattia
Post Covid, Uniba riparte consegnando diplomi ai laureati. Da settembre esami in presenza Post Covid, Uniba riparte consegnando diplomi ai laureati. Da settembre esami in presenza Il rettore Bronzini: «Appuntamento importante, prima tappa verso il riappropriarsi dei nostri spazi e riabitarli»
Arriva a Bari Bi.Do.Ba. la biblioteca di genere aperta anche ai più piccoli Arriva a Bari Bi.Do.Ba. la biblioteca di genere aperta anche ai più piccoli Un luogo nel pieno del quartiere Libertà in cui ci saranno condivisione, formazione e incontri, Bottalico: «Lettura come arma contro l'emarginazione»
Università di Bari, "Nature Geoscience" pubblica la ricerca sulle eruzioni vulcaniche sottomarine Università di Bari, "Nature Geoscience" pubblica la ricerca sulle eruzioni vulcaniche sottomarine Lo studio del professor Pierfrancesco Dellino e della dottoressa Daniela Mele trova spazio sulla prestigiosa rivista di settore
Covid-19, l'hashtag "Io resto in corsia" del Policlinico di Bari diventa un libro Covid-19, l'hashtag "Io resto in corsia" del Policlinico di Bari diventa un libro Il volume fotografico è stato presentato in ateneo. Ad accompagnare le immagini sono le parole degli operatori sanitari
Dopo le proteste ascoltati gli studenti, a Bari riaprono le aule studio Dopo le proteste ascoltati gli studenti, a Bari riaprono le aule studio L'approvazione della proposta prevista per domani. Capienza ridotta di 1/3, si dovrebbe ripartire a luglio
Università di Bari, arriva la app per registrare il proprio ingresso ai plessi Università di Bari, arriva la app per registrare il proprio ingresso ai plessi Lo strumento digitale verrà avviato dal 22 giugno. Ecco la procedura da seguire
Policlinico di Bari, ecco la stanza tipo di Asclepios 3. Padiglione pronto entro fine anno Policlinico di Bari, ecco la stanza tipo di Asclepios 3. Padiglione pronto entro fine anno Presentato il primo locale di degenza realizzato nel nuovo plesso: isolamento acustico, luce a led e collegamento Tv le caratteristiche
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.