Palazzo di città Bari
Palazzo di città Bari
Enti locali

Comune di Bari, la metà dei dipendenti pronta a tornare allo smart working

In tutte le ripartizioni si sta avviando una ricognizione su quali attività possano essere svolte a distanza

La direzione generale del Comune di Bari, su indirizzo dell'assessore al Personale Vito Lacoppola, ha disposto una direttiva rivolta a tutti di dirigenti dell'ente per l'applicazione di quanto disposto dalla norma che prevede per ciascuna pubblica amministrazione la possibilità di avviare "il lavoro agile, con le misure semplificate, al 50% del personale impiegato nelle attività che possono essere svolte in tale modalità".

Pertanto in tutte le ripartizioni comunali si dovrà avviare una ricognizione, nell'ambito delle attività di pertinenza, rispetto a quali procedimenti e procedure è possibile svolgere secondo la modalità a distanza con la relativa assegnazione di personale che potrà proseguire la propria attività lavorativa in smart working.

«Con la nuova ondata di contagi che il Paese è chiamato a fronteggiare con provvedimenti e misure di prevenzione, anche il Comune di Bari sta avviando una serie di misure cautelative nei confronti del proprio personale dipendente per ridurre al minimo l'esposizione a eventuali rischi di contagio - commenta Lacoppola. Nei mesi scorsi abbiamo monitorato costantemente l'andamento di queste nuove modalità di lavoro, valutandone limiti e opportunità, non solo relativamente alle misure di prevenzione rispetto al contagio. In questo momento anche le pubbliche amministrazioni sono chiamate ad un ripensamento delle modalità di lavoro, degli stili di vita e dei tempi della città, provando a fare la propria parte sul decongestionamento dei mezzi di trasporto pubblico, sulla mobilità delle persone tra diversi Comuni e sul contenimento dei rischi da contagio. Il Comune di Bari può contare oggi su una platea di 1693 dipendenti, donne e uomini che lavorano, che si spostano e che dobbiamo preservare».
  • Comune di Bari
  • vito lacoppola
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Coronavirus, altri 1.602 casi in Puglia portano gli attuali positivi a quota 41.749 Coronavirus, altri 1.602 casi in Puglia portano gli attuali positivi a quota 41.749 Registrati anche 42 decessi di cui 24 in provincia di Bari. I guariti sono 15.912
Covid, Lopalco: «Indice Rt sotto 1, la Puglia potrebbe diventare "gialla"» Covid, Lopalco: «Indice Rt sotto 1, la Puglia potrebbe diventare "gialla"» L'assessore regionale alla Sanità: «Ho terrore del "liberi tutti". Valutiamo tamponi per chi rientra»
Stop agli spostamenti tra regioni per Natale, ecco il decreto del Governo Stop agli spostamenti tra regioni per Natale, ecco il decreto del Governo Il divieto sarà valido dal 21 dicembre al 6 gennnaio, il 25,26 dicembre e l'1 gennaio niente spostamenti nemmeno tra comuni
Disabilità e scuola in Puglia, con il Covid aumentano i problemi Disabilità e scuola in Puglia, con il Covid aumentano i problemi Cronica la mancanza di insegnanti di sostegno, che per un terzo non sono specializzati. E le diverse ordinanze Emiliano degli scorsi mesi non hanno aiutato
Il Covid dimezza la centrale operativa 118 di Bari, contagiati 15 dipendenti su 30 Il Covid dimezza la centrale operativa 118 di Bari, contagiati 15 dipendenti su 30 La Uil denuncia: «Nella sanità locale ci sono deficit di personale insostenibili già in tempi "normali"»
Scuola, Emiliano: «In Puglia tutti mi chiedono Dad fino al 7 gennaio» Scuola, Emiliano: «In Puglia tutti mi chiedono Dad fino al 7 gennaio» Domani scade l'ordinanza regionale che disciplina la didattica mista per elementari e medie
Coronavirus, focolaio in una Rssa di Conversano. Il sindaco: «Attendiamo notizie ufficiali» Coronavirus, focolaio in una Rssa di Conversano. Il sindaco: «Attendiamo notizie ufficiali» Sembra che siano almeno 40 i contagi tra gli ospiti e che siano positivi anche alcuni operatori
Aumentano i contagi a Noicattaro, chiuse le scuole fino al 12 dicembre Aumentano i contagi a Noicattaro, chiuse le scuole fino al 12 dicembre Il sindaco Raimondo Innamorato: «Decisione presa insieme ai due dirigenti degli istituti cittadini»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.