al via la biblioteca sul mare Bari Social Boat estrazione dei primi equipaggi
al via la biblioteca sul mare Bari Social Boat estrazione dei primi equipaggi
Servizi sociali

Bari social boat, al via l'equipaggio del libro della biblioteca sull'acqua

Per iscriversi bisogna compilare un modulo apposito. Bottalico: «Partiamo con pratiche sociali di inclusione»

Sta per partire Bari Social Boat, la prima biblioteca pubblica e di comunità realizzata su una barca a vela confiscata alle organizzazioni criminali. Fra pochi giorni, infatti, l'imbarcazione salperà per le prime navigazioni gratuite cui potrà partecipare chiunque iscrivendosi al sorteggio dell'equipaggio.

Per iscriversi è necessario che l'associazione interessata o l'equipaggio compili il modulo (qui sotto in allegato), segnando al massimo i nomi di sei persone, e lo consegni il prossimo 14 febbraio, alle ore 17, in via Sparano (primo isolato), presso il presidio di Bari Social Book organizzato in occasione dell'evento "LeggiAmo: l'amore per i libri, la cultura e la comunità". Nella stessa giornata saranno estratti in pubblico gli equipaggi che potranno effettuare i primi viaggi lungo la nostra costa. La prima veleggiata è fissata per il prossimo 21 marzo: le altre già programmate si terranno il 18 aprile, il 30 maggio, il 6, 13 e 27 giugno, il 4 e 25 luglio, il 29 agosto e il 5 settembre. Tutte le uscite saranno anticipate da eventi di animazione sulla barca.

Bari Social Boat, finanziata con il premio assegnato da Cepell-MiBACT e con fondi dell'Assessorato al Welfare e allestita con una dotazione libraria sui temi viaggio/mare/accoglienza e dotata di supporti informatici per la consultazione di servizi multimediali, rientra nel programma di azioni previste nell'ambito del progetto Bari Social Book, promosso e coordinato all'assessorato al Welfare.

L'imbarcazione è stata ristrutturata attraverso un percorso pre-professionalizzante voluto dall'assessorato al Welfare e dal Ministero della Giustizia che ha coinvolto otto minori inseriti nel circuito penale attraverso attività di inclusione attiva di minori a rischio devianza.

Il progetto è realizzato dall'assessorato al Welfare e dall'ATI costituita da Progetto Città, Aliante e Idee, con la collaborazione del dipartimento di Giustizia minorile del Ministero di Giustizia e della darsena Mar Di Levante. Bari Social Boat sarà animato da un ricco festival di autori, scrittori e animatori della lettura e dai volontari che allestiranno lo spazio per accompagnare i gruppi.

«Finalmente possiamo partire con questo progetto innovativo e ambizioso, progettato in rete con tante realtà impegnate in un percorso di legalità nato da un'intensa collaborazione tra pubblico e privato - ha dichiarato l'assessore al Welfare Francesca Bottalico. Con la prima biblioteca pubblica e di comunità sul mare diamo vita a pratiche socio-culturali finalizzate all'inclusione e, allo stesso tempo, alla promozione culturale e alla diffusione della lettura. Un percorso importante che abbiamo realizzato in questi anni sviluppando esperienze di welfare culturale finalizzato ad offrire percorsi di coesione sociale ed emancipazione. Bari Social Boat sarà uno degli Spazi sociali per leggere, presidi di lettura popolare realizzati con la partecipazione di tanti cittadini, su cui l'assessorato al Welfare intende continuare a investire per generare legami e costruire relazioni. Auspico che questa diventi anche una delle prime esperienze di turismo sociale aperto alla città, in cui le persone più fragili possano dar vita ad iniziative culturali legate allo sviluppo turistico della città. Pertanto, invito le realtà e le imprese che vorranno continuare ad investire donando agli equipaggi nuove veleggiate gratuite rivolte a minori, anziani e studenti».
  • Francesca Bottalico
  • Bari Social Book
Altri contenuti a tema
Coronavirus, medici volontari scendono in strada per monitorare situazioni di fragilità Coronavirus, medici volontari scendono in strada per monitorare situazioni di fragilità L'iniziativa partirà da lunedì 6 aprile. Attivo il numero di telefono per rispondere alle domande dei cittadini
Consegna medicinali a domicilio, dal Comune di Bari ok all'accordo con i farmacisti Consegna medicinali a domicilio, dal Comune di Bari ok all'accordo con i farmacisti Pronta a partire l'intesa con l'ordine provinciale e Federfarma. Il servizio sarà curato dai volontari della rete Welfare
Coronavirus, parte da Bari la sperimentazione dei farmaci a domicilio per i pazienti fragili Coronavirus, parte da Bari la sperimentazione dei farmaci a domicilio per i pazienti fragili A beneficiarne saranno anziani e persone con patologie croniche e non autosufficienti. Comune e Asl pronti a partire
Coronavirus, Comune di Bari mette un parco a disposizione delle persone con autismo Coronavirus, Comune di Bari mette un parco a disposizione delle persone con autismo L'assessorato al Welfare lancia l'iniziativa "Tempo verde" nel giardino Clipper in via Mazzitelli a Poggiofranco
Coronavirus, l'appello del Comune ai bambini di Bari: «Scrivete un messaggio per gli anziani soli» Coronavirus, l'appello del Comune ai bambini di Bari: «Scrivete un messaggio per gli anziani soli» Le lettere saranno consegnate dai volontari insieme alla spesa. Bottalico: «Indispensabile prenderci cura di chi è fragile»
Emergenza Coronavirus, Comune di Bari lancia una raccolta beni per le persone in difficoltà Emergenza Coronavirus, Comune di Bari lancia una raccolta beni per le persone in difficoltà Gli assessorati al Welfare e allo Sviluppo economico invitano aziende, imprese e associazioni a partecipare
Emergenza Coronavirus, a Bari il centro antiviolenza avvia i consulti multimediali Emergenza Coronavirus, a Bari il centro antiviolenza avvia i consulti multimediali Attivi h24 i numeri di emergenza e i collegamenti su Skype per offrire assistenza alle donne
Emergenza Coronavirus, a Bari una rete di aziende e associazioni per sostenere 600 bisognosi Emergenza Coronavirus, a Bari una rete di aziende e associazioni per sostenere 600 bisognosi Bottalico: «La risposta della città è stata davvero commovente. In tantissimi ci contattano per rendersi utili»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.