FOTO SLOT JPG
FOTO SLOT JPG
Cronaca

Bari, imprenditore non versa al fisco 270mila euro: scatta il sequestro beni

L'uomo, attivo nel settore dei giochi, è stato condannato a 3 anni e 4 mesi di reclusione

I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bari – in esecuzione di un apposito decreto emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del locale Tribunale, su richiesta di questa Procura della Repubblica – hanno sottoposto a sequestro preventivo, in Bari, i beni e i rapporti finanziari, del valore di oltre 270.000 Euro, riconducibili a D.B. (nato a Bari, classe 1981), importante imprenditore già attivo nel settore dei giochi, indagato per il reato di peculato aggravato.
Dalle indagini è emerso che l'imprenditore si è appropriato delle somme che avrebbe dovuto versare al Fisco, per il tramite della società concessionaria, a titolo di prelievo unico erariale (PREU), quantificate in oltre 270.000 euro. Ciò mediante la manomissione del sistema di registrazione delle giocate su alcuni apparecchi da gioco della tipologia "New slot", con l'installazione di una scheda di gioco non autorizzata (alternativa a quella ufficiale che quantifica il PREU da versare al fisco) e di un dispositivo elettronico che dirottava parte delle giocate dalla scheda principale (autorizzata) a quella secondaria (clandestina).
Tale condotta ha originato anche un altro procedimento penale acceso da questa Procura della Repubblica per le fattispecie delittuose di frode informatica aggravata e di alterazione del contenuto di comunicazioni informatiche/telematiche, nonché per responsabilità amministrativa dell'ente in relazione al predetto reato di frode informatica. Al termine del relativo processo (rito abbreviato) l'imprenditore D.B. ha riportato la condanna ad anni 3 e mesi 4 di reclusione, oltre alla multa e alla confisca di quanto sottoposto a sequestro nel corso delle indagini preliminari.
L'imprenditore D.B., peraltro, era stato già attinto da misura cautelare in carcere nell'ambito dell'operazione "Gaming machine". In tale contesto, le pertinenti indagini di p.g. - svolte, nel periodo 2015/2017, dalle Fiamme Gialle del Nucleo PEF Bari/G.I.C.O., con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari - avevano consentito di disvelare un ampio e

diffuso sistema di malaffare, esistente nella città di Bari e nei Comuni limitrofi, finalizzato all'imposizione del noleggio delle apparecchiature da intrattenimento delle società riconducibili al predetto imprenditore D.B. presso diversi esercizi commerciali. Ciò grazie al supporto illecito offerto da esponenti di organizzazioni criminali egemoni sui rispettivi territori di riferimento (ANEMOLO, STRISCIUGLIO e CAPRIATI), i cui metodi mafiosi - basati sulla forza di intimidazione - avevano neutralizzato, di fatto, ogni tentativo degli imprenditori di sottrarsi al noleggio degli apparecchi e di rivolgersi ad altre aziende di settore. All'esito delle attività investigative, il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Bari, nel gennaio 2020, ha emesso un'ordinanza applicativa di misure cautelari nei confronti di 36 soggetti (27 in carcere e 9 agli arresti domiciliari) e decreti di sequestro di beni per un valore di circa 7,5 milioni di euro (tra cui 3 sale "VLT" ubicate a Bari, 4 immobili, 5 veicoli, 2 complessi aziendali e oltre 200 rapporti finanziari) per i reati di illecita concorrenza aggravata dal metodo mafioso, estorsione, usura e riciclaggio. Provvedimenti, questi, eseguiti sempre dal G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Bari.
  • Guardia di Finanza
  • Sequestro
  • Bari
Altri contenuti a tema
Bari, maltratta la compagna: 38enne arrestato dopo un inseguimento Bari, maltratta la compagna: 38enne arrestato dopo un inseguimento L'uomo, alla vista dei militari, ha tentato di fuggire raggiungendo il tetto della sua abitazione. La vittima delle violenze è stata denunciata per favoreggiamento personale
Bari, chiede soldi ad un uomo: parcheggiatore abusivo fermato sul molo San Nicola Bari, chiede soldi ad un uomo: parcheggiatore abusivo fermato sul molo San Nicola Denunciato un cittadino 30enne di origine marocchina
Bari, dalla Sicilia all'ospedale Di Venere per un delicato intervento: paziente dimessa in cinque giorni Bari, dalla Sicilia all'ospedale Di Venere per un delicato intervento: paziente dimessa in cinque giorni L'équipe di Chirurgia Vascolare diretta dal dr. Natalicchio ha utilizzato prima la tecnica endovascolare e poi quella chirurgica
"Lungomare di libri" e la mostra "Steve McCurry. Leggere": a Bari tornano i grandi eventi "Lungomare di libri" e la mostra "Steve McCurry. Leggere": a Bari tornano i grandi eventi In allestimento 25 stand che ospiteranno le librerie del territorio. In programma anche eventi collaterali curati dal Salone Internazionale del Libro di Torino
Bari, in auto con 19 dosi di cocaina tenta di sfuggire ai carabinieri: in manette 21enne Bari, in auto con 19 dosi di cocaina tenta di sfuggire ai carabinieri: in manette 21enne Il giovane pusher è stato fermato durante un controllo in viale Einaudi.
Intestazioni fittizie di immobili: maxi sequestro della Gdf a commerciante in provincia di Bari Intestazioni fittizie di immobili: maxi sequestro della Gdf a commerciante in provincia di Bari L'uomo, commerciante di cavalli, è ritenuto vicino a compagini criminali di tipo mafioso. Sotto sigilli numerosi terreni per un valore di 500mila euro
Bari, donati gli organi del 54enne morto per trombosi dopo aver ricevuto il vaccino Bari, donati gli organi del 54enne morto per trombosi dopo aver ricevuto il vaccino Determinante, per la buona riuscita delle operazioni è stata la perfetta sinergia fra le equipe chirurgiche e i tanti professionisti coinvolti
Bari, torna il progetto Muvt: rimborsi per chi usa le due ruote per spostarsi Bari, torna il progetto Muvt: rimborsi per chi usa le due ruote per spostarsi Parte la sperimentazione di Bike To: in palio voucher elettronici spendibili presso gli operatori economici del settore culturale
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.