stamattina lintitolazione della sala di rappresentanza del teatro Piccinni a Vito Maurogiovanni
stamattina lintitolazione della sala di rappresentanza del teatro Piccinni a Vito Maurogiovanni
Vita di città

Bari, il nome di Vito Maurogiovanni per la sala di rappresentanza del Piccinni

Cerimonia di intitolazione questa mattina a dieci anni dalla scomparsa del drammaturgo barese

Elezioni Regionali 2020
La sala di rappresentanza del rinnovato teatro Piccini da questa mattina è intitolata a Vito Maurogiovanni. L'amministrazione comunale ha inteso così suggellare idealmente il legame tra uno degli intellettuali più amati della nostra città e il teatro Piccinni, sul cui palcoscenico Maurogiovanni rappresentò nel 1951 la sua prima opera teatrale, "U Cafè antiche".

Questa mattina, a dieci anni dalla scomparsa del grande drammaturgo barese, la cerimonia alla presenza del Antonio Decaro, delle figlie Celeste ed Elvira, dell'attore Vito Signorile, del presidente del Circolo delle Comunicazioni sociali "Vito Maurogiovanni" Enzo Quarto e degli attori Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo.

«Abbiamo sempre detto che riaprire il Piccinni ci avrebbe consentito di riannodare i fili della nostra storia e di valorizzare la nostra comune identità - ha detto Antonio Decaro -. Per questo, intitolare uno spazio del nostro teatro comunale a Vito Maurogiovanni ci è sembrata una scelta naturale per rendere omaggio a uno degli intellettuali baresi più amati di tutti i tempi. Parliamo di un uomo che ha dedicato la sua vita a riscoprire le nostre tradizioni, recuperando la complessità e la versatilità del nostro dialetto fino a consegnarlo a una nuova dignità letteraria. È grazie alla sua curiosità, alla sua capacità di osservazione e al suo talento se ancora oggi spettacoli come "Jarche vasce", "Aminueamare", "Chidde dì" registrano il tutto esaurito ad ogni rappresentazione, a riprova del fatto che Vito Maurogiovanni ha saputo esprimere il meglio della nostra identità culturale. Non a caso l'arcivescovo Cacucci, in occasione del suo 80° compleanno, ebbe modo di dire che "si coglie nella sua persona un tratto di storia di Bari". Dunque, con questa intitolazione vogliamo che tutti i baresi, grandi e piccoli, entrando nel Piccinni, sappiano che la sala rappresentazioni del nostro teatro porta il nome di un uomo tanto colto quanto umile, che sul palcoscenico del Piccinni ha portato nel 1951 la sua prima opera teatrale, "U café antiche", dando inizio alla migliore tradizione teatrale in vernacolo barese. Il nome di Vito Maurogiovanni, indissolubilmente legato alla città di Bari, resterà per sempre impresso sulle mura del nostro teatro più antico».
  • Teatro Piccinni
  • Teatro
Altri contenuti a tema
Teatro Piccini, proroga di 18 mesi della gestione al Teatro Pubblico Pugliese Teatro Piccini, proroga di 18 mesi della gestione al Teatro Pubblico Pugliese L'assessore Pierucci: «Abbiamo chiesto e ottenuto la disponibilità per il tempo necessario ad espletare le procedure di gara per l’affidamento»
Il Piccinni riapre per l'evento social del Comune di Bari. Pierucci: «A settembre si riparte» Il Piccinni riapre per l'evento social del Comune di Bari. Pierucci: «A settembre si riparte» Il politeama interessato dai lavori di sistemazione: nuovo impianto di climatizzazione e via alcune file di platea. Lo spettacolo in diretta Facebook dalle 20:30
Bari, il teatro Piccinni riaccende le luci sul palcoscenico Bari, il teatro Piccinni riaccende le luci sul palcoscenico Appuntamento domani sera alle 20.30 con l'assessore Pierucci per parlare di quelli che c'è e quello che sarà
Emergenza Coronavirus, la facciata del Piccinni si illumina di tricolore Emergenza Coronavirus, la facciata del Piccinni si illumina di tricolore L'iniziativa dell'amministrazione comunale sarà attiva fino alla fine della pandemia
2 Bari, addio a Vittorio Cosentino, attore e regista di strada Bari, addio a Vittorio Cosentino, attore e regista di strada La notizia della morte con un laconico comunicato dei carabinieri che parlava di un clochard deceduto nella ex Caserma Rossani
Coronavirus spegne la cultura a Bari, le compagnie: «Situazione insostenibile» Coronavirus spegne la cultura a Bari, le compagnie: «Situazione insostenibile» Diverse le cancellazioni di spettacoli, piccoli teatri in crisi, il rinvio del Bif&st ulteriore tegola sul settore
In Puglia cresce il numero dei trapianti di organo, nel 2019 sono stati 103 In Puglia cresce il numero dei trapianti di organo, nel 2019 sono stati 103 La nostra regione festeggia il record negli ultimi 15 anni. Al Piccinni la manifestazione “Chi dona vive 2 volte”, testimonial Igor Protti
Bari, una nuova sala da 400 posti per un Kismet rinnovato Bari, una nuova sala da 400 posti per un Kismet rinnovato Dopo il rinnovo del foyer, nel fine settimana l'inaugurazione con due spettacoli
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.