tampone coronavirus
tampone coronavirus
Attualità

Aumento casi Covid ad Acquaviva, invito al vaccino e no alle feste in piazza

Riunione nella giornata di ieri del centro operativo comunale per la gestione dell'emergenza coronavirus

Continuano ad aumentare i casi Covid in provincia di Bari. E nella giornata di ieri so è riunito, ad Acquaviva delle fonti, il Coc, il centro operativo comunale per la gestione dell'emergenza coronavirus.

Visto l'incremento del numero dei casi registrati sia nei comuni limitrofi che nello stesso comune di Acquaviva, dove si registrano 34 cittadini in isolamento fiduciario, di cui 10 positivi e 15 in attesa di tampone, si è deciso di adottare le seguenti misure:

1. Intensificazione dei controlli, in misura particolare nelle attività commerciali e negli esercizi pubblici, con rigidità nell'applicazione della norma nel caso di violazione delle regole che impongono l'uso della mascherina, il distanziamento, la presenza del gel igienizzante e tutti gli altri obblighi previsti dai protocolli allegati ai Dpcm;

2. Controlli nei mezzi pubblici di linea che trasportano studenti e pendolari;

3. Raccomandazione ai medici di famiglia e ai pediatri di invitare alla vaccinazione tutti i pazienti a rischio cardiovascolare, con patologie croniche, over 65 e bambini;

4. Divieto di assembramenti, anche in luoghi chiusi e privati, comprese quelle feste che, svolgendosi in locali di piccole dimensioni o prevedendo un numero elevato di partecipanti, non possono garantire il rispetto delle distanze interpersonali;

5. No ad autorizzazioni per sagre, feste e manifestazioni di piazza che presuppongano un massiccio affluso di visitatori e che non siano compatibili con le norme anti Covid. Sono ammesse, altresì, in alternativa, le degustazioni nei locali pubblici organizzate su prenotazione, piccoli spettacoli itineranti senza soste che possano attirare il pubblico, visite guidate con un numero limitato di persone, concerti o altre rappresentazioni di varia natura per un pubblico contingentato di persone nei quali sia rigorosamente assicurato il distanziamento con sedie e misure di sicurezza da rappresentare con un apposito progetto di insediamento. Tale progetto va sottoposto per l'autorizzazione al comando di polizia municipale con anticipo di 8 giorni.
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Covid-19, in Puglia 424 nuovi casi e dieci decessi Covid-19, in Puglia 424 nuovi casi e dieci decessi I tamponi effettuati sono poco più di 3mila. Provincia di Bari la più colpita con 198 positivi e 9 morti
Bari, stop ad accompagnatori delle partorienti in sala parto Bari, stop ad accompagnatori delle partorienti in sala parto A prendere la decisione in tal senso al momento il Miulli di Acquaviva delle Fonti e il Policlinico
Covid 19, chiusa la chiesa di San Lorenzo a Valenzano Covid 19, chiusa la chiesa di San Lorenzo a Valenzano A comunicarlo il sindaco che chiarisce come in paese ci siano 42 positivi
Paura nelle scuole di Bari, il virus arriva in aula Paura nelle scuole di Bari, il virus arriva in aula Chiusi gli istituti Re David, Fiore, due classi al Balilla e tre alla Perone. In provincia scende l'età media dei positivi
Bari, scuola Re David di via Omodeo chiusa per Covid Bari, scuola Re David di via Omodeo chiusa per Covid Il caso postivo sarebbe un collaboratore scolastico. Nessun avviso, genitori e bambini davanti ai cancelli
Scuola in Puglia, maggiore flessibilità e si entra dopo le 9 Scuola in Puglia, maggiore flessibilità e si entra dopo le 9 Nuova ordinanza del presidente Emiliano che recepisce il nuovo Dpcm firmato oggi
Focolaio Covid nella Rsa di Alberobello, deceduto un quarto anziano Focolaio Covid nella Rsa di Alberobello, deceduto un quarto anziano Nella serata di ieri è morto un 83enne ospite della struttura sociosanitaria in provincia di Bari
Gli assessori alla Cultura scrivono al Governo dopo il nuovo Dpcm: «Cinema e teatri luoghi sicuri» Gli assessori alla Cultura scrivono al Governo dopo il nuovo Dpcm: «Cinema e teatri luoghi sicuri» Anche la barese Ines Pierucci fra i dodici firmatari della lettera inviata al premier Conte e ai ministri Franceschini, Catalfo e Patuanelli
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.