Bosch
Bosch
Scuola e Lavoro

A Bari via alla fase 2, gli operai Bosch tornano al lavoro

Ripartite il 10% delle linee produttive, circa 150-200 dipendenti al giorno impegnati su 3 turni. Obbligo di guanti e mascherine

La Regione Puglia e la Prefettura hanno autorizzato Bosch a riaprire. Da un paio di giorni la fabbrica nella zona industriale ha ripreso l'attività, ma in misura ridotta. In qualche modo si può dire che la fase 2 nella nostra regione stia partendo anche prima della fine del lock down, prevista al momento per il 4 maggio. Al lavoro circa un 10% della forza lavoro impegnata solo in parte delle linee produttive. Obbligatorie mascherine e guanti, nei reparti installati distributori di disinfettanti e le porte sono sempre aperte per far circolare l'aria ed evitare che in troppi tocchino le maniglie.

Sono tra i 150 e i 200 i lavoratori che ogni giorno, suddivisi su 3 turni saranno, saranno presenti in azienda, per ogni turno sono quindi massimo 70 persone persone in circa 60 mila metri quadri di azienda. Una volta a settimana tutto è sanificato, e il posto di lavoro dei singoli viene ripulito ad ogni cambio turno. Le mascherine ffp2 o ffp3 vengono consegnate ogni 5 giorni, dopo c'è il ricambio.

«Fermo restando la tutela della salute dei dipendenti sono d'accordo con la riapertura - commenta Riccardo Falcetta di Uilm Bari - il motivo è semplice, oggi giorno che passa è un rischio che corriamo, dato che le altre nazioni stanno continuando a produrre e possono soffiarci le attività. Le linee produttive rimesse in moto alla Bosch riguardano prodotti di nicchia che vengono spediti alla Repubblica Ceca e alla Cina, due nazioni che non si sono fermate e hanno continuato a produrre. Il rischio era che queste stesse nazioni, con la complicità della Germania, allestissero loro stessi delle catene di montaggio all'interno dei loro stabilimenti».

«Prima di partire - aggiunge - è stato fatto un protocollo sulla sicurezza all'avanguardia con tutte le organizzazioni sindacali, tutto quello che si poteva inserire al suo interno è stato inserito. Prima della riapertura è anche stato fatto un sopralluogo con la Rsu, ci sarà obbligo di guanti e mascherine, obbligo di mantenere il metro di distanza anche se si tratta di open space».

«Non possiamo aspettare di arrivare a 0 contagi per ripartire - conclude - bisogna abituarsi a pensare a mascherine e guanti come oggetti di uso quotidiano di cui non possiamo fare a meno. L'auspicio è tornare quanto prima ad una "normalità". Siamo nelle condizioni di ripartire al 100% già dal 4 maggio, sperando che il lock down venga sbloccato. Continueremo a tenere alta l'attenzione, rimarremo vigili affinché non ci siano distrazioni da parte aziendale».
  • Bosch
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
La Puglia paga ancora un dazio pesantissimo al Covid: 18 decessi nelle ultime ore La Puglia paga ancora un dazio pesantissimo al Covid: 18 decessi nelle ultime ore 781 i pazienti positivi ricoverati, 67 dei quali in terapia intensiva
Covid in Puglia, quasi 800 i positivi ricoverati Covid in Puglia, quasi 800 i positivi ricoverati Registrati 3471 nuovi casi nelle ultime ore
Oltre 400 mila i negativizzati in Puglia dall'inizio della pandemia Oltre 400 mila i negativizzati in Puglia dall'inizio della pandemia Cala il numero dei ricoverati ma si registrano altri dieci decessi nelle ultime ore
Covid, 69 posti letto occupati nelle terapie intensive degli ospedali pugliesi Covid, 69 posti letto occupati nelle terapie intensive degli ospedali pugliesi Incidenza di tamponi positivi superiore al 18%
Covid in Puglia, 12 decessi nelle ultime ore Covid in Puglia, 12 decessi nelle ultime ore 67 pazienti in terapia intensiva, quasi 800 in tutto i ricoverati
Quasi 24mila negativizzati nelle ultime ore, scende il numero degli attualmente positivi in Puglia Quasi 24mila negativizzati nelle ultime ore, scende il numero degli attualmente positivi in Puglia Crescono i ricoveri
Coronavirus a Bari, i positivi superano quota 10mila Coronavirus a Bari, i positivi superano quota 10mila Sono 12.868 le persone in isolamento alla data del 17 gennaio, ultimo aggiornamento pervenuto
69 pazienti positivi in terapia intensiva, indice di occupazione al 14% in Puglia 69 pazienti positivi in terapia intensiva, indice di occupazione al 14% in Puglia Sale anche il numero dei ricoverati in area non critica
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.