porto di Bari
porto di Bari
Bandi e concorsi

Zes adriatica, dal Comune di Bari un bando per l'attribuzione delle aree disponibili

L'iniziativa è rivolta a soggetti privati. Sono ammessi spazi che abbiano collegamento economico con il porto

Elezioni Regionali 2020
Il Comune di Bari apre un bando per l'implementazione della zes interregionale adriatica. La ripartizione I.V.O.P. ha comunicato che, nell'ambito del bando regionale rivolto agli enti locali pugliesi, è in pubblicazione l'avviso del Comune di Bari per l'attribuzione delle aree disponibili e non ancora assegnate della zona economica speciale interregionale adriatica.

È possibile presentare candidature a valere su qualsiasi area non di proprietà comunale all'interno territorio cittadino purché dotata di un nesso economico funzionale con la zona portuale, che tenga conto dei requisiti tecnici di ammissibilità e dei criteri di preferenza coerenti con i criteri generali d'identificazione delle aree utilizzati per la redazione del Piano strategico ZES interregionale adriatica approvato. I soggetti interessati a candidare aree private per l'attribuzione delle aree residue della ZES interregionale adriatica possono presentare domanda entro e non oltre il giorno 15 ottobre prossimo, al fine di consentire al Comune di Bari le necessarie verifiche istruttorie per il rilascio dell'asseveramento e l'invio entro i termini stabiliti dal bando regionale.

«Le Zes devono essere un'opportunità per il nostro territorio – spiega l'assessore all'Innovazione Di Sciascio -, per questo motivo, in risposta alle indicazioni della regione Puglia, intendiamo avviare una ricognizione per individuare aree idonee, al di là di quelle di proprietà comunale, afferenti ad altri enti o anche privati, che possano rispondere ai requisiti posti dalla Regione. Il nostro obiettivo è estendere e integrare il più possibile le aree che usufruiranno dei benefici derivanti dal bando regionale in modo da favorire uno sviluppo omogeneo sul territorio e non creare dislivelli tra aree presenti nella stessa zona di riferimento».

Le istanze dovranno essere inviate al Comune di Bari esclusivamente mediante PEC all'indirizzo infrastrutture.comunebari@pec.rupar.puglia.it, corredate della seguente documentazione:

1. Domanda di candidatura per l'attribuzione delle aree disponibili e non assegnate delle zone economiche speciali interregionali a firma del soggetto interessato (persona fisica o legale rappresentante in caso di persona giuridica) o suo delegato (in caso allegare atto di delega);
2. Copia documento d'identità in corso di validità del richiedente (se persona fisica) o del rappresentante legale (se persona giuridica);
3. Estratto di mappa catastale;
4. Planimetria in scala adeguata dello stato dei luoghi, con l'indicazione dell'area interessata sottoscritto dal richiedente e da un tecnico abilitato;
5. Relazione tecnica descrittiva delle caratteristiche dell'area, con indicazione del nesso economico funzionale con l'Area portuale, che tenga conto dei requisiti tecnici di ammissibilità e criteri di preferenza coerenti con i criteri generali di identificazione delle aree, utilizzati per la redazione del PIANO STRATEGICO ZES ADRIATICA approvato;
6. Dichiarazione attestante l'assenza di vincoli giuridici (a titolo esemplificativo e non esaustivo: esistenza di procedure fallimentari in corso/concorsuali/esecutive/messa in liquidazione) che pregiudichino o ostacolino l'esercizio delle attività d'impresa;
7. Dichiarazione attestante la presenza di tutte le seguenti infrastrutture:
· strada a servizio dell'area e/o dell'insediamento
· rete di distribuzione dell'energia elettrica per uso industriale
• rete di distribuzione del gas
• rete idrica
• rete fognaria
8 Supporto digitale contenente i file dei contorni vettoriali "shape" (file.shp).
  • Porto di Bari
  • eugenio di sciascio
Altri contenuti a tema
Bari, Porta futuro riprende in presenza. Oltre 5mila utenti durante il lockdown Bari, Porta futuro riprende in presenza. Oltre 5mila utenti durante il lockdown Nella fase acuta del Covid-19 è stato sperimentato il servizio online. Di Sciascio: «Servizio efficiente anche a distanza, ma è necessario tornare ad aprire gli uffici»
A Bari partono le selezioni del colosso inglese Ernst&Young, al via i colloqui telematici A Bari partono le selezioni del colosso inglese Ernst&Young, al via i colloqui telematici L'iniziativa è destinata ai ragazzi maturandi, con percorsi nel campo della data analysis e cybersecurity
Emergenza Covid, il Circolo della Vela dona 50 tablet al Comune di Bari Emergenza Covid, il Circolo della Vela dona 50 tablet al Comune di Bari I dispositivi elettronici sono stati consegnati al sindaco. Saranno distribuiti fra gli studenti in difficoltà economica
Da domani riaprono gli uffici Amtab, ingresso solo su prenotazione Da domani riaprono gli uffici Amtab, ingresso solo su prenotazione Rinnovo pass Ztl e Zsr solo online sul sito. Di Sciascio: «Avviato processo di dematerializzazione»
Bari, la Baker Hughes dona mascherine e dispositivi tecnologici al Comune Bari, la Baker Hughes dona mascherine e dispositivi tecnologici al Comune L'azienda ha offerto anche un contributo di 10mila euro. Decaro: «Importante mantenere attenzione sugli atti di solidarietà»
Didattica online, dal Comune di Bari 500mila euro per l'acquisto di dispositivi tecnologici Didattica online, dal Comune di Bari 500mila euro per l'acquisto di dispositivi tecnologici C'è il sì della giunta comunale per l'intervento a favore delle famiglie e degli studenti meno abbienti della città
Porto di Bari, 75 anni fa l'esplosione della nave Henderson Porto di Bari, 75 anni fa l'esplosione della nave Henderson Stamattina è stata deposta una corona in memoria delle vittime del disastro sull'imbarcazione americana
Donare dispositivi tecnologici agli studenti di Bari, online la manifestazione d'interesse Donare dispositivi tecnologici agli studenti di Bari, online la manifestazione d'interesse L'avviso è destinato agli enti del terzo settore e ad altri soggetti associativi senza scopo di lucro
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.