college student
college student
Scuola e Lavoro

Università in Puglia: lo sviluppo sociale è tra gli obiettivi degli atenei

Fondamentale il ruolo dell'orientamento per guidare gli studenti

Gli investimenti nell'università e nella ricerca stanno calando sempre di più in Italia, e i giovani studenti si sentono piuttosto a disagio nel concludere o proseguire un piano di studi. La conseguenza è tragica, e vede numerosi ragazzi andar via da casa per cercare fortuna all'estero, sia per svolgere un programma valido tra teoria e pratica, sia per ottenere un impiego soddisfacente post laurea. Inoltre, si registrano delle costanti preoccupazioni sociali per gli studenti, i quali preferiscono trasferirsi in un altro Paese per poter vivere un'esperienza maggiormente autentica e rivolta alla collaborazione condivisa. Sarebbe opportuno invertire la rotta al più presto, e fortunatamente alcune regioni stanno già riflettendo ponderatamente a riguardo, elaborando delle soluzioni ad hoc.

In una fase storica in cui molti studenti vedono nell'allontanamento dall'Italia l'opzione migliore per formarsi non solo al livello accademico ma anche per svilupparsi culturalmente e socialmente (non a caso molti di essi mostrano interesse per studiare in Australia o in altri Paesi stranieri), le università pugliesi provano a cambiare il paradigma incentivando la crescita culturale e sociale in loco. Gli atenei interni alla suddetta regione sono in fase di cambiamento, sia nell'organizzazione accademica che nell'approccio alle molteplici materie soggette all'attento studio dei ragazzi. Per saperne di più in merito: segue un approfondimento sullo sviluppo sociale come obiettivo delle università in Puglia.

La missione delle università in Puglia, tra orientamento attivo e sviluppo sociale


Nonostante l'attenzione principale sia focalizzata sulla mancanza di investimenti negli ambiti dell'università e della ricerca, la complessità in cui galleggia attualmente il panorama universitario sta per subire una svolta in Puglia. Nella suddetta regione, l'obiettivo è di andare oltre la formazione e le questioni legate alla ricerca scientifica, poiché ci si vuole concentrare pienamente sull'orientamento attivo e sullo sviluppo sociale.

Di recente si è infatti svolto un convegno presso il palazzo della Città Metropolitana di Bari, promosso non soltanto dall'ente ma anche dall'Accademia della Formazione, la quale si è mossa in prima persona in un volenteroso atto di collaborazione. Cosa è accaduto? Traendo ispirazione dal Pnrr (piano nazionale di ripresa e resilienza), i relatori hanno dibattuto in pubblico circa il ruolo cruciale occupato dalle università per ciò che concerne la crescita sociale dei giovani, ma anche per preservare l'impronta culturale di ciascun territorio.

L'università al centro di tutto


Le discussioni che hanno animato il convegno svoltosi a Bari, hanno evidenziato quindi il ruolo centrale dell'università nella formazione e, di conseguenza, nell'indirizzare i giovani studenti verso un percorso professionale soddisfacente. Per cercare di uscire dal periodo piuttosto buio nel quale le nuove generazioni di italiani si ritrovano, è necessario creare un rapporto duraturo e fiorente tra le università e il mondo del lavoro. L'obiettivo è di frenare la cosiddetta "fuga di cervelli" a cui si sta assistendo da anni, e per farlo si sente l'urgenza di fornire ai ragazzi gli strumenti adatti per formarsi e per sviluppare delle abilità speciali, così da permettere loro di lavorare con consapevolezza. Ovviamente, si ha l'occasione di poter contare sulle risorse del Pnrr per realizzare gli obiettivi stabiliti.

Tra coraggio e "gefirofobia"


Durante il convegno è stata anche sottolineata l'importanza del superare la "gefirofobia", paura che si riferisce al terrore provato nell'attraversare i ponti. Ciò significa che le persone devono necessariamente prendere coraggio e abbracciare i cambiamenti superando i nuovi confini, e un aiuto concreto lo si può ricevere conoscendo nuove persone. Qualunque università in tal senso deve incentivare la comunicazione e la vita sociale dei giovani, anche la nota eCampus, università telematica presente in 200 località italiane.

L'orientamento ha un ruolo cruciale


Per cercare di raggiungere una soddisfacente consapevolezza per ciò che concerne le competenze acquisite, l'orientamento è fondamentale. Si tratta di un passaggio chiave per potersi inserire in maniera efficace nel mondo del lavoro, e non a caso durante il convegno è stato reso noto l'impegno a riguardo delle figure di spicco appartenenti all'ambito dell'orientamento nazionale.

PUBBLIREDAZIONALE



  • Università
Altri contenuti a tema
UniBa tra i primi atenei statali in Italia ad attivare i percorsi formativi da 30 CFU UniBa tra i primi atenei statali in Italia ad attivare i percorsi formativi da 30 CFU Necessari per il conseguimento di una abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria: pubblicati i bandi
Domani e dopodomani aperta la sala studio del Palazzo ex Enel a Bari Domani e dopodomani aperta la sala studio del Palazzo ex Enel a Bari Ascoltata la richiesta dell'associazione studentesca "Link"
Accordi dell'Università di Bari con Israele: la protesta di "Cambiare rotta" Accordi dell'Università di Bari con Israele: la protesta di "Cambiare rotta" Lo scopo è chiedere al Rettore di mettere in discussione alcune collaborazioni, tra cui quella con la Marina Militare
Università di Bari, al Piccinni inaugurazione dell'anno accademico Università di Bari, al Piccinni inaugurazione dell'anno accademico Presente il botanico e saggista Stefano Mancuso. Il rettore annuncia: "il congelamento di collaborazioni con Paesi, Fondazioni e aziende che non rispettano i diritti civili e le libertà"
Uniba riapre l'ex Biblioteca Nazionale, ma per ora è solo sala lettura Uniba riapre l'ex Biblioteca Nazionale, ma per ora è solo sala lettura Necessario il tempo tecnico per spostare i volumi e catalogarli, non ci sono date certe al momento
Uniba compie 100 anni nel 2025, iniziati i festeggiamenti a Bari Uniba compie 100 anni nel 2025, iniziati i festeggiamenti a Bari Si è partiti riaprendo il cancello su piazza Umberto e l'ex Biblioteca Nazionale chiusa da 20 anni
Università di Bari, parte la clinica legale “Il diritto per strada" Università di Bari, parte la clinica legale “Il diritto per strada" Il Dipartimento di Giurisprudenza ha aperto la selezione degli studenti per la quinta edizione del progetto
“Vietata attività associativa e divulgativa dei diritti degli uomini nelle bacheche delle università. Paura negli studenti” “Vietata attività associativa e divulgativa dei diritti degli uomini nelle bacheche delle università. Paura negli studenti” Riceviamo e volentieri pubblichiamo rettifica
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.