Lincontro con i candidati al ruolo di Rettore Uniba
Lincontro con i candidati al ruolo di Rettore Uniba
Scuola e Lavoro

Università di Bari, i candidati al ruolo di Rettore incontrano gli studenti

Ieri pomeriggio in un'aula dell'Ateneo si è svolto il confronto organizzato da Link Bari

Si terranno il prossimo 29 maggio le elezioni per il nuovo Rettore dell'Università degli Studi di Bari. A contendersi l'ambito ruolo saranno: Roberto Bellotti, professore ordinario in Fisica Applicata presso il dipartimento interateneo di Fisica "M. Merlin"; Stefano Bronzini, professore titolare della cattedra di Letteratura Inglese per il corso di laurea in Lettere dell'Università degli Studi di Bari; Gaetano Vitale Celano, professore ordinario di "Ispezione degli alimenti di origine animale" a Medicina Veterinaria; Massimo Di Rienzo, professore ordinario di Diritto Commerciale; Loreto Gesualdo, professore ordinario di Nefrologia; Pierdomenico Logroscino, titolare degli insegnamenti di Diritto Pubblico nei corsi di laurea in Economia aziendale delle sedi di Bari e di Brindisi; Giuseppe Pirlo, professore ordinario di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni; e Angelo Vacca, direttore U.O.C. di Medicina Interna Universitaria "G. Baccelli".

Tutti loro, tranne il professor Vacca assente in quanto impegnato in reparto, sono stati protagonisti ieri di un confronto con gli studenti organizzato dall'associazione studentesca Link.

«Il terreno di scontro è stato interessante - così commentano l'incontro da Link Bari - le posizioni non sempre erano coincidenti, ma molti punti delle loro argomentazioni hanno interessato gli studenti presenti, e in particolare quello sulla contribuzione studentesca e gli spazi universitari a loro dedicati».

Se diverse sono state le posizione dei candidati in merito al discorso tasse, avendo ognuno una sua visione della problematica: «Unanimi le posizioni invece sulla necessità di moltiplicare gli spazi di studio e di mettere al centro la formazione universitaria in città e in Regione» sottolineano da Link.

«Abbiamo fatto notare come la percezione da parte nostra sia di un'università "torre d'avorio" - proseguono - distante tanto dai bisogni della comunità che la abita quanto dalla città in cui vive: spesso l'offerta formativa è basata su una vecchia impostazione didattica e la sperimentazione e la ricerca demandata a pochi responsabili; un terreno questo che spesso coinvolge anche i rappresentanti degli studenti che, per limiti numerici e rapporti di forza con i docenti, a volte restano inascoltati sulle necessità degli studenti e sulle riflessioni di tutti noi sui percorsi di formazione che affrontiamo».

«Ci ha fatto piacere ascoltare le loro idee di università - concludono dall'associazione di studenti - diverse le posizioni di garanzia per gli studenti che, volere o no, restano coloro che detengono il senso dell'esistenza degli atenei. Speriamo che anche loro abbiano ascoltato le nostre e che queste vengano prese in considerazione nel nuovo mandato che verrà».
  • Università
  • uniba
Altri contenuti a tema
Università di Bari, il professor Sulpizio nel team di ricerca sui cambiamenti climatici Università di Bari, il professor Sulpizio nel team di ricerca sui cambiamenti climatici L'articolo apparso sulla rivista specializzata "Nature" è il frutto di un lavoro iniziato nel 2013
Universitario in cerca di una stanza? Anche quest'anno c'è "Cercoalloggio Puglia" Universitario in cerca di una stanza? Anche quest'anno c'è "Cercoalloggio Puglia" Attivo lo sportello in collaborazione con Adisu che aiuta gli studenti a trovare alloggio per l'anno accademico nella nostra città
Test di Medicina, Link Bari protesta contro il numero chiuso. Gli studenti: «Esame difficile» Test di Medicina, Link Bari protesta contro il numero chiuso. Gli studenti: «Esame difficile» L'associazione: «Futuro della sanità non può essere deciso dalle crocette». Chi ha affrontato la prova: «Controlli rigidi»
Isolate le alterazioni genetiche causa di una patologia pediatrica, la scoperta dei ricercatori UniBa Isolate le alterazioni genetiche causa di una patologia pediatrica, la scoperta dei ricercatori UniBa Il gruppo del dipartimento di Bioscienze ha rintracciato le varianti dannose del gene Crat che provocano malattie mitocondriali
Università di Bari, partono i test per i corsi a numero chiuso. Si inizia da Medicina Università di Bari, partono i test per i corsi a numero chiuso. Si inizia da Medicina Sono quasi 3mila a provare l'esame d'ammissione. Nelle prossime due settimane si procederà con le altre
A Bari la conferenza internazionale sull'antrace, una tre giorni con ricercatori di tutto il mondo A Bari la conferenza internazionale sull'antrace, una tre giorni con ricercatori di tutto il mondo Da oggi fino a giovedì negli spazi dell'ateneo. Decaro: «Un piacere per noi ospitare persone curiose di scoprire la nostra città»
Cura per la malattia renale cronica, lo studio dell'Università di Bari Cura per la malattia renale cronica, lo studio dell'Università di Bari Nel progetto coinvolti il dipartimento Deto, l'ateneo di Lione e un gruppo farmaceutico pugliese
Università di Bari, il professor Otranto nuovo presidente della Società mondiale di Parassitologia Università di Bari, il professor Otranto nuovo presidente della Società mondiale di Parassitologia Al docente di Veterinaria è stato conferito il Research Award
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.