navetta trasporto disabili
navetta trasporto disabili
Servizi sociali

Trasporto sociale per disabili e anziani a Bari, domande possibili fino all'1 ottobre

Riaperti i termini, chi è già presente in graduatoria non deve fare una nuova domanda. Ecco come fare la richiesta

È stato riaperto, fino al prossimo 1 ottobre, il termine per la fruizione dei servizi di trasporto sociale "verso sedi prestabilite", un intervento a sostegno della mobilità di persone con disabilità o anziani con ridotta capacità motoria, impossibilitati ad utilizzare i tradizionali mezzi di trasporto pubblico o privi di una rete familiare, con conseguente rischio di esclusione e isolamento sociale.

Possono fruire del servizio i cittadini residenti nel Comune di Bari con disabilità fisica, psichica o non vedenti, con ridotta capacità motoria, con reti familiari e informali carenti, che alla data di presentazione della istanza siano in possesso dei requisiti individuati nell'avviso. Il servizio di trasporto sociale prevede l'accompagnamento giornaliero sull'intero territorio cittadino di un numero predefinito di cittadini con disabilità, di età compresa tra i 14 e i 64 anni, presso luoghi di lavoro, l'università, centri socio-culturali, educativi, ricreativi o sportivi, centri di riabilitazione fisica e fisioterapica, che non rientrano nel trasporto socio-riabilitativo organizzato dalla ASL né in quello verso strutture sociali e socio-riabilitative finanziate dai buoni servizio regionali. Si precisa che gli utenti ammessi sono tenuti alla compartecipazione al costo del servizio.

"L'attenzione e l'impegno dell'amministrazione nei confronti delle persone non autosufficienti - sottolinea l'assessora al Wefare Francesca Bottalico - sono cresciuti in maniera sensibile grazie all'implementazione di servizi e progetti promossi dall'assessorato al Welfare con l'obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità e prive di una rete familiare e sostenere quanti se ne prendono cura e i caregiver. In questi anni, dopo aver esaminato i bisogni degli utenti e accolto nuove istanze, abbiamo infatti quadruplicato gli interventi".

I cittadini in possesso dei requisiti richiesti dovranno far pervenire l'istanza in busta chiusa, con l'indicazione "Servizi di trasporto sociale - area non autosufficienza", all'Ufficio protocollo della ripartizione Servizi alla persona, piazza Chiurlia 27, a mano o a mezzo raccomandata o via PEC all'indirizzo serviziallapersona.comunebari@pec.rupar.puglia.it. Alla domanda dovrà essere allegata la documentazione indicata nell'avviso.

La graduatoria degli aventi diritto sarà redatta secondo i criteri previsti all'art.9 del disciplinare. Sulla base delle domande pervenute l'ufficio provvederà ad integrare la graduatoria: coloro che risultino già inseriti in graduatoria non dovranno produrre nuova domanda, in quanto l'elenco già stilato ha validità fino al 14 gennaio 2022.
  • Disabilità
  • Trasporto pubblico
Altri contenuti a tema
A Bari arriva la "Casa del dopo di noi", programma di sostegno alle persone con disabilità A Bari arriva la "Casa del dopo di noi", programma di sostegno alle persone con disabilità Il Comune ha pubblicato il bando per l'erogazione dei fondi per oltre 620 mila euro
Conoscenza del vino come strumento di inclusione per ragazzi disabili, ecco "Il sommelier astemio" Conoscenza del vino come strumento di inclusione per ragazzi disabili, ecco "Il sommelier astemio" L’intuizione è quella di adattare la tecnica di degustazione alle condizioni psico-fisiche dei ragazzi, ora diventata un libro
Il Comune acquista nuovi autobus, ma non  "ecocompatibili" Il Comune acquista nuovi autobus, ma non "ecocompatibili" La delibera parla solo di automezzi "a bassa emissione". BariEcoCity: «Imporre l'acquisto di mezzi elettrici o ibridi»
Trasporto pubblico sospeso a Triggiano, mezzi troppo vecchi Trasporto pubblico sospeso a Triggiano, mezzi troppo vecchi Lo ha annunciato il sindaco Donatelli, servizio fermo "in attesa di nuove opportunità"
In primavera a Bari i minibus a conduzione autonoma, l'annuncio di Di Sciascio In primavera a Bari i minibus a conduzione autonoma, l'annuncio di Di Sciascio L'assessore: «Lavoreremo per portare queste tecnologie innovative nella nostra città»
BRT (Bus Rapid Transit), il nuovo trasporto locale di Bari finanziato con 159 milioni BRT (Bus Rapid Transit), il nuovo trasporto locale di Bari finanziato con 159 milioni «Stiamo parlando di una soluzione che offrirà ai cittadini spostamenti rapidi e collegamenti intelligenti tra punti strategici della città»
Rendere la città a misura di non vedenti, il progetto del Comune per gli incroci a Bari Rendere la città a misura di non vedenti, il progetto del Comune per gli incroci a Bari Obiettivo dotare le zone di percorsi tattili e semafori in grado di colloquiare con i dispositivi indossabili
Settimana internazionale del sordo in Puglia: «Abbattere l’invisibile barriera della comunicazione» Settimana internazionale del sordo in Puglia: «Abbattere l’invisibile barriera della comunicazione» L'evento in corso dallo scorso 20 settembre culminerà domenica con la "Giornata Mondiale del Sordo"
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.