Terrorismo Isis
Terrorismo Isis
Cronaca

terrorismo, operazione 'Bad Teacher', espulso marocchino 40enne

O.M era stretto collaboratore del presidente dell’associazione “Al DAWA” di Foggia, arrestato lo scorso 27 marzo

Il nome di O.M era emerso nell'ambito delle indagini coordinate dalla Procura Distrettuale di Bari e condotte dalla Digos della Questura di Bari con l'ausilio di quella di Foggia, che lo scorso 27 marzo avevano portato all'arresto di ABDEL RAHAMA MOY, presidente dell'associazione "Al DAWA" di Foggia, per i reati di associazione terroristica ed apologia del terrorismo. Questo il link del nostro articolo (https://bit.ly/2JUX9nu). A distanza di un mese e mezzo la Polizia di Stato è riuscita a rintracciare anche il marocchino O.M stretto collaboratore dell'arrestato. L'uomo, 40 anni, è stato sottoposto a provvedimento di espulsione, emesso dal Prefetto di Foggia, perchè non in regola sul territorio nazionale; nei confronti dell'uomo è stato anche disposto il divieto di rientro in area SHENGEN per anni 10 in quanto pericoloso per la sicurezza nazionale.
Lo straniero è stato identificato presso lo scalo aereo di Bologna, mentre si apprestava a lasciare il territorio nazionale. Alla sua individuazione si è giunti grazie ad articolati controlli presso gli aeroporti da parte della Polizia di Frontiera ed allo scambio info-investigativo tra le varie articolazioni della Polizia di Stato impegnate nel contrasto e prevenzione del terrorismo internazionale riconducibile all'ISIS, secondo le recenti direttive impartite dalla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione.
In ordine alla carcerazione di ABDEL RAHMAN MOY il Tribunale del Riesame di Bari, confermando l'impianto accusatorio, ha recentemente rigettato l'istanza di scarcerazione che era stata presentata dalla difesa.
Inoltre, a completare il quadro di pericolosità del marocchino espulso le indagini avevano permesso di documentare i suoi collegamenti anche nel web con il terrorista ceceno BOMBATALIEV Eli (tratto in arresto a Foggia il 5 luglio 2017 nell'ambito dell'operazione della DIGOS di Bari e Foggia denominata "Caucaso connection" ed il 23 aprile 2018 condannato per i reati di associazione terroristica e istigazione a commettere attentati alla pena di 5 anni dal Tribunale di Bari), nonché con altri internauti affiliati all'ISIS sui cui profili Facebook erano state riscontrate svariate immagini di armi.
  • Terrorismo
  • foggia
  • bad teacher
Altri contenuti a tema
Fu condannato per terrorismo a Bari, la sua latitanza finisce in Germania Fu condannato per terrorismo a Bari, la sua latitanza finisce in Germania Il 26enne afghano Hakim Nasiri aveva tentato la fuga prima in Francia. Su di lui c'era un mandato di cattura internazionale
Progettava attentati, terrorista afghano condannato a cinque anni dalla Corte d'appello di Bari Progettava attentati, terrorista afghano condannato a cinque anni dalla Corte d'appello di Bari L'uomo fu assolto in primo grado. Su di lui pende l'accusa di fare parte di una cellula terroristica di matrice islamica
Seminario a Bari con uno dei fondatori delle Brigate Rosse, scoppia la polemica Seminario a Bari con uno dei fondatori delle Brigate Rosse, scoppia la polemica Alberto Franceschini risulta tra gli intervistati in un convegno su Moro, il nipote di una vittima: «No a terroristi in cattedra»
Salvini su presunto terrorista somalo: "Stretta sui permessi" Salvini su presunto terrorista somalo: "Stretta sui permessi" Il giovane, che minacciava di colpire il Vaticano, è stato ospite dello Sprar e del Ferrhotel
Confermato il fermo del terrorista preso a Bari. Era affiliato all'organizzazione armata Daesh Confermato il fermo del terrorista preso a Bari. Era affiliato all'organizzazione armata Daesh L'uomo sui social inneggiava al martirio e all'attentato di Strasburgo. Nel mirino aveva la Città del Vaticano
Sospetto terrorista fermato a Bari, in chat aveva foto del Vaticano Sospetto terrorista fermato a Bari, in chat aveva foto del Vaticano Il 20enne cittadino somalo ha negato tutto durante l'interrogatorio in carcere
Bari, uomo fermato dalla Digos per terrorismo Bari, uomo fermato dalla Digos per terrorismo La motivazione della misura cautelare il pericolo imminente di fuga
Terrorismo, sotto sequestro associazione culturale che inneggiava all'Isis Terrorismo, sotto sequestro associazione culturale che inneggiava all'Isis In carcere un cittadino egiziano presidente di "I.S.I.S./Daesh", indaga la Digos
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.