premiazione
premiazione
Enti locali

Tennista 12enne operato di scoliosi al Policlinico di Bari, dopo 10 mesi torna a vincere

Recupero in tempi record del piccolo paziente, che era stato sottoposto a ottobre al delicato intervento chirurgico

A ottobre 2019 l'intervento chirurgico, ad agosto 2020 la vittoria del torneo. A dieci mesi di distanza dalla delicata operazione per correggere una scoliosi idiopatica evolutiva, ha ripreso in mano la racchetta, è tornato in campo e ha vinto uno dei tornei baby più importanti della Puglia. Protagonista del recupero avvenuto in tempi record è un ragazzo di 12 anni, una giovane promessa del tennis, che a ottobre scorso si era affidato agli specialisti del Policlinico di Bari per la correzione di una grave scoliosi evolutiva.

L'operazione, eseguita dal dottor Andrea Piazzolla, chirurgo vertebrale della equipe del professor Biagio Moretti, direttore della Clinica Ortopedica Universitaria, in collaborazione con il collega spagnolo Juan Carlos Olaverri di Barcellona, ha previsto l'utilizzo di una metodica innovativa nata recentemente negli Stati Uniti grazie a una intuizione di Peter Newton, primario della divisione di Chirurgia Vertebrale dell'ospedale pediatrico di San Diego e attualmente in uso presso l'Unità Operativa di Chirurgia vertebrale e Centro scoliosi del Policlinico di Bari.
intervento

L'intervento classico, in cui la correzione della scoliosi è ottenuta attraverso barre rigide ancorate alla colonna vertebrale con viti e ganci, pur essendo considerato a livello mondiale come la migliore opzione terapeutica per scoliosi con valore superiore a 45 gradi, di fatto, limitando la mobilità della colonna vertebrale, avrebbe ostacolato la crescita tennistica del giovane paziente.

L'innovazione dell'intervento eseguito è consistita nel posizionare una corda lateralmente alla convessità della curva scoliotica con il duplice obiettivo di ridurre la scoliosi e ottenere una azione modulante sulla crescita vertebrale. «Siccome le vertebre dei pazienti più giovani sono ancora in crescita - spiega il prof. Moretti - la tensione della corda permette che la crescita avvenga unicamente sul lato concavo garantendo un progressivo miglioramento della correzione, mantenendo allo stesso tempo la normale elasticità della colonna vertebrale».

A partecipare alla cerimonia di premiazione del piccolo atleta è stato proprio il dottor Piazzolla, oggi direttore della neoistituita Unità operativa semplice dipartimentale di Chirurgia vertebrale. «È stata una grandissima emozione per me rivedere il nostro piccolo paziente, una promessa del tennis agonistico, non solo ritornare in campo, ma vincere un torneo: è stata la conferma del grande lavoro svolto dal Policlinico di Bari - commenta Piazzolla - Siamo stati tra i primi in Italia, insieme al Vittore Buzzi di Milano e al Bambin Gesù di Roma, a utilizzare con successo questa nuova tecnica chirurgica confermando la rilevanza del nostro centro a livello nazionale nel trattamento della scoliosi sia conservativo che chirurgico. La vittoria del giovane tennista oggi la sentiamo anche un po' nostra».

«Questi risultati confermano la validità della scelta strategica di aver creato l'Unità operativa di chirurgia vertebrale, in funzione da pochi mesi, che risponde a una necessità e a un bisogno di salute non solo della Puglia, ma di tutto il meridione», dichiara il direttore generale del Policlinico di Bari, Giovanni Migliore.
  • Policlinico
Altri contenuti a tema
Regionali, ex malata di Covid presidente del seggio nel Policlinico di Bari Regionali, ex malata di Covid presidente del seggio nel Policlinico di Bari La storia di Asia Iurlo: «Ho accettato perché sono sensibile al tema della democrazia». Oltre 200 le rinunce
Policlinico di Bari, firmata la stabilizzazione per 26 dipendenti precari Policlinico di Bari, firmata la stabilizzazione per 26 dipendenti precari Si tratta di 19 infermieri e 5 medici, un biologo e un farmacista. Età media dei nuovi assunti di 35 anni
Policlinico di Bari, riapre il Centro grandi ustionati: polo per la cura con cellule staminali Policlinico di Bari, riapre il Centro grandi ustionati: polo per la cura con cellule staminali Torna in attività l’unità operativa di Chirurgia plastica al terzo piano del padiglione Asclepios, dopo i lavori di ristrutturazione
Braccia meccaniche e mini tagli di precisione: al Policlinico di Bari arriva il secondo robot Braccia meccaniche e mini tagli di precisione: al Policlinico di Bari arriva il secondo robot Si chiama “DaVinci” ed è riconosciuto come la migliore apparecchiatura per la chirurgica robotica applicata all'urologia alla ginecologia e alla toracica
Covid-19, una mamma ricoverata al Policlinico di Bari: «Una prova difficile, state attenti» Covid-19, una mamma ricoverata al Policlinico di Bari: «Una prova difficile, state attenti» Il post su Facebook della 36enne: «Ho la polmonite e sono attaccata all'ossigeno. Una malattia cattivissima»
Policlinico di Bari vicino ai cittadini, i problemi si segnalano via WhatsApp Policlinico di Bari vicino ai cittadini, i problemi si segnalano via WhatsApp «Vogliamo che cittadini e pazienti ci raccontino quello che va bene e quello che potremmo cambiare, aiutandoci a migliorare»
Policlinico di Bari, firmati i primi contratti di assunzione dei nuovi Oss Policlinico di Bari, firmati i primi contratti di assunzione dei nuovi Oss Saranno 346 gli operatori socio sanitari che dal 1 settembre prenderanno gradualmente servizio
Covid-19, un paziente ricoverato al Policlinico di Bari nel reparto di Malattie infettive Covid-19, un paziente ricoverato al Policlinico di Bari nel reparto di Malattie infettive L'uomo è risultato positivo al tampone eseguito ad Altamura. Domani sarà dimesso per mettersi in isolamento
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.