Il ministro Bianchi
Il ministro Bianchi
Attualità

Scuola d'estate anche in Puglia, il Governo stanzia 510 milioni

Il ministro Bianchi: «Stiamo dando una opportunità come mai prima, non soltanto di potenziamento dell’apprendimento, ma di socialità»

Il Governo mette la scuola al centro dei suoi pensieri, e dopo la decisione di riportare in classe bambini e ragazzi almeno per l'ultimo mese dell'anno scolastico, ora vara un piano per l'apertura estiva degli istituti.

Saranno stanziati 510 milioni di euro, con i quali si procederà ad organizzare corsi di recupero degli apprendimenti, ma non solo. Il progetto punta al "recupero di socialità", come sottolinea il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, intervenuto a Porta a Porta.

Il progetto prevede corsi che vanno dal potenziamento dell'apprendimento all'educazione motoria, dalle discipline artistiche ai corsi sulla sostenibilità ambientale, dal rinforzo delle competenze digitali all'educazione alla cittadinanza.

«Abbiamo messo in campo 510 milioni per dare continuità alla scuola, fare un ponte tra quest'anno e l'anno prossimo - dichiara il ministro - Le scuole cominceranno a valutare i ragazzi a giugno, poi faremo il punto di cosa sanno e cosa devono sapere, per poi organizzare, insieme anche ai comuni, una stagione di recupero di socialità. Stiamo dando una opportunità come mai prima, non soltanto di potenziamento dell'apprendimento. Siamo fiduciosi, stiamo facendo una verifica e la risposta è buona».

«La maggioranza degli interventi - aggiunge il sottosegretario barese Rossano Sasso - è destinata ai territori più disagiati del Paese: quelli del Mezzogiorno, delle aree interne e delle zone dove il tasso di dispersione scolastica è drammaticamente elevato. Sono sicuramente anche le realtà dove per una famiglia non è scontato potersi permettere una villeggiatura, quindi avere a disposizione anche nei mesi estivi un punto di riferimento come la scuola può risultare fondamentale».

I corsi non saranno obbligatori per gli studenti, e anche i docenti potranno aderire su base volontaria. Mentre gli istituti scolastici potranno rivolgersi al mondo delle associazioni e del terzo settore per ampliare l'offerta formativa a disposizione dei ragazzi.

«Il prossimo anno dovrà essere un anno costituente per la scuola - conclude Bianchi - che dovrà essere più "affettuosa". Dobbiamo rimettere la scuola al centro della comunità e degli affetti. Sappiamo che il problema è il prima e il dopo la scuola, dove ci sono dei protocolli rigidi. Necessario il cambiamento degli orari complessivi, stiamo lavorando per organizzare il lavoro per settembre anche per quanto riguarda i trasporti. Dobbiamo riconquistare il tempo, imparare da questa fase. Dobbiamo imparare che possiamo cambiare i tempi complessivi del sistema, la grande sfida e opportunità che abbiamo ora. Cambiare per migliorare».
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Estate e scuole chiuse in Puglia. Abbaticchio: «Occasione per ri/progettare il nuovo anno» Estate e scuole chiuse in Puglia. Abbaticchio: «Occasione per ri/progettare il nuovo anno» Il Garante dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza rivolge un appello al governo della Regione
Plesso Carlo del Prete: «Si è deciso di sopprimere una scuola storica senza fare una valutazione seria» Plesso Carlo del Prete: «Si è deciso di sopprimere una scuola storica senza fare una valutazione seria» In merito alla chiusura del plesso di Carrassi intervengono i consiglieri municipali Matteo Colapietro e Virginia Ambruosi
Bari, chiude la scuola Carlo Del Prete Bari, chiude la scuola Carlo Del Prete La denuncia di un'ex insegnante: «Storia di una vigliaccata», le classi trasferite alla De Amicis
Scuola, in Puglia si riparte in presenza il 20 settembre Scuola, in Puglia si riparte in presenza il 20 settembre L'assessore Leo: "Si ritorna in classe, si ritorna a studiare a scuola con i propri compagni, vaccinati"
Notte prima degli esami: tormenti e attese per gli studenti di Puglia Notte prima degli esami: tormenti e attese per gli studenti di Puglia Al via domani i maxi-colloqui, addio prove scritte: si valuterà anche il “curriculum dello studente”
Scuola in Puglia, oltre 5mila le cattedre vacanti Scuola in Puglia, oltre 5mila le cattedre vacanti La denuncia di Uil dopo la comunicazione della mobilità avvenuta ieri
Scomparsa e allontanamento di minori: Polizia di Bari incontra gli studenti Scomparsa e allontanamento di minori: Polizia di Bari incontra gli studenti Spesso a causare gli allontanamenti o le fughe sono le situazioni di disagio, di imbarazzo, di paura scatenate nei giovani da abusi, maltrattamenti, molestie, vessazioni.
Scuola in Puglia, arrivano 4 milioni di euro per gli istituti professionali Scuola in Puglia, arrivano 4 milioni di euro per gli istituti professionali Finalità è favorire il raccordo tra il sistema dell'Istruzione Professionale e il sistema di Istruzione e Formazione Professionale
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.