chiesa san ferdinando
chiesa san ferdinando
Attualità

Salvatore, quando non ci si accorge che i miracoli esistono ancora

La bella storia di un senza tetto, che trova lavoro dopo aver dormito per settimane davanti a San Ferdinando

È rilassato il tono di Salvatore mentre comunica di aver trovato lavoro. «Ho appena finito di lavorare – esclama contento – è da poco terminata la mia prima giornata lavorativa».

Salvatore, 58 anni, di origine francese, ma con i genitori pugliesi e amante del tacco d'Italia sarà stato incrociato da tantissimi sguardi che hanno percorso il fiume in piena di via Sparano. Eh sì, perché in molti avranno scorto nel fluente caos dell'arteria dello shopping barese un cartoncino con dietro una figura umana alla ricerca di un lavoro.

Elettronica, piastrelle, cartongesso, intonaco, pittura, così si legge su un cartello scritto a mano, sul sagrato della chiesa di San Ferdinando. Tra le tante persone che lo hanno letto, una di certo non è rimasta indifferente.

Una mattina, infatti, squilla il telefono di Salvatore: è un imprenditore serio che vuole dare lui una mano. Così, dopo una telefonata e un accordo trovato, Salvatore rientra "in pista". «Mi sono occupato di un quadro elettrico», – racconta dopo il suo primo giorno di lavoro.

Ma la solidarietà non si ferma certo qui. Tra una notte e l'altra, seduto su una panchina, Salvatore è notato da uno chef che, al termine del suo lavoro quotidiano, porta al suo nuovo amico del cibo caldo, e si ferma per chiacchierare rendendogli la solitudine meno amara.

Un trascorso da dirigente di un'azienda personale, anni nell'esercito francese con una parentesi in Africa, fanno da tasselli nella biografia di Salvatore, che al giorno d'oggi rappresenta un inno alla resilienza.

In un'epoca in cui le bollette sembrano lievitare sempre di più, il lavoro una chimera e la bontà oscurata da esplosioni di missili e bombardamenti, i miracoli, seppur armati di silenzio e senza far rumore, continuano ad esistere
  • Solidarietà
Altri contenuti a tema
Lo "Spiderman" ruvese premiato a Bari dal sindaco Decaro Lo "Spiderman" ruvese premiato a Bari dal sindaco Decaro Un riconoscimento per il 41enne Tommaso Lorenzini voluto dai consiglieri Nicola Loprieno e Angela Perna
Cornetti invenduti lasciati per "chi ne ha bisogno", l'iniziativa di un bar di Bari Cornetti invenduti lasciati per "chi ne ha bisogno", l'iniziativa di un bar di Bari Gigi D'Alba, titolare del DodoCafè: A me non costa nulla. Iniziativa nata dal non volerli gettare nella spazzatura
"Un pianoforte per strada" torna a Bari per il sesto anno, ad esibirsi il viceministro Sisto e tanti ospiti "Un pianoforte per strada" torna a Bari per il sesto anno, ad esibirsi il viceministro Sisto e tanti ospiti La no-stop di solidarietà avrà luogo nella centralissima via Argiro, nel tratto compreso tra via Piccinni e via Abate Gimma
La Befana di Barialto, l’iniziativa del Rotary Club La Befana di Barialto, l’iniziativa del Rotary Club Il 5 gennaio la consegna delle calze a piccoli e adulti delle strutture protette
Le iniziative della Polizia di Stato per le vittime della strada Le iniziative della Polizia di Stato per le vittime della strada Una serie di momenti per la celebrazione della “Giornata mondiale in memoria delle vittime della strada”
Solidarietà per Dory, la donna accoltellata dall’ex a Monopoli: al via la raccolta fondi degli amici Solidarietà per Dory, la donna accoltellata dall’ex a Monopoli: al via la raccolta fondi degli amici «Affinché possa compiere i primi passi sul lungo cammino della sua ripresa fisica e psicologica»
Marco Marzaduri dona 100.000 euro all’Ucraina Marco Marzaduri dona 100.000 euro all’Ucraina I fondi sono destinati alla difesa militare dall'invasione da parte della Russia
Integrazione dei rifugiati, una catena di rosticcerie di Bari premiata da Unhcr Integrazione dei rifugiati, una catena di rosticcerie di Bari premiata da Unhcr A MastroCiccio l'attribuzione del marchio "Welcome. Working for Refugee Integration"
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.