La manifestazione per il primo maggio
La manifestazione per il primo maggio
Attualità

Primo Maggio a Bari, Decaro: «Negozi aperti festeggiano il lavoro ritrovato»

Gigia Bucci (Cgil): «Necessario ripartire dal lavoro, ma anche dalle condizioni di sicurezza e tutela dei lavoratori»

Un Primo Maggio molto particolare oggi a Bari. In molti, oggi, non festeggiano con il riposo, come ogni anno, ma festeggiano lavorando. La Regione Puglia, come comunicato, ha permesso aperture straordinarie a chiunque volesse lavorare in questo giorno di festa, dopo settimane di chiusura. In centro a Bari, la Cgil ha voluto come ogni anno manifestare anche se in forma ridotta.

Deposta una corona di fiori presso il monumento a Giuseppe di Vittorio in piazza Chiurlia da parte di due lavoratori alla presenza del segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo, del segretario generale della Cgil Bari, Gigia Bucci, del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, della Presidente del Consiglio Regionale, Loredana Capone e del sindaco Antonio Decaro. Presente anche una delegazione di lavoratori immigrati.

«Oggi è un primo maggio particolare - sottolinea il sindaco Antonio Decaro - in cui mi sento comunque di ringraziare le associazioni e i sindacati, che in questi mesi di pandemia ci hanno permesso di continuare a fare testimonianza e festeggiare questi eventi, anche se in forma ridotta. Normalmente festeggiamo il primo maggio con il riposo, oggi invece molti lavoratori hanno voluto festeggiare lavorando proprio per festeggiare il lavoro ritrovato. Spero che la prossima settimana ci sia un primo maggio anche per tutte le attività che sono ancora chiuse, che possano tornare a lavorare e guardare con più fiducia al futuro».

«Questo è stato un anno difficile per il lavoro - aggiunge Gigia Bucci di Cgil Bari - ma in cui il lavoro è stato anche protagonista di questa crisi pandemica. Lo slogan nazionale è appunto "L'Italia si cura con il lavoro" quindi è dal lavoro che bisogna ripartire, anche dalle condizioni di sicurezza e tutela dei lavoratori». «Dobbiamo ringraziare tutti quei lavoratori che si sono impegnati nella pandemia, alcuni anche rimettendoci la vita - fa eco Gesmundo, Cgil Puglia - Usciamo dalla crisi e ne usciremo migliori se mettiamo al centro il lavoro e la qualità del lavoro. Alla Regione chiediamo un patto per il lavoro, abbiamo iniziato a discutere con loro, abbiamo dei tavoli aperti, speriamo siano tavoli in cui costruttivamente ognuno metta a disposizione le proprie capacità».

«Speriamo prima possibile di essere vaccinati - sottolinea una dei lavoratori presenti, del settore del commercio alimentare - come categoria siamo stati sempre presenti, non ci siamo mai tirati indietro, abbiamo garantito i viveri di prima necessità. Dovremmo rientrare in quelle categorie che devono avere una precedenza».

«La maggior parte degli immigrati regolari possono accedere ai vaccini - rivendica Azmi Jarjawi, responsabile dipartimento immigrazione CGIL Puglia - ma per una parte molto significativa, che non è regolare, ci sono difficoltà. Vorremmo che ci fosse indicato in maniera chiara come questi lavoratori possono accedere alla vaccinazione, per la loro incolumità, ma anche per quella della comunità».
  • lavoro
Altri contenuti a tema
Infortuni sul lavoro, siglato protocollo tra Asl Bari, Inail e Procura Infortuni sul lavoro, siglato protocollo tra Asl Bari, Inail e Procura Longo (Spesal): "Obiettivo dare priorità alle modalità di conduzione delle indagini e migliorare i flussi informativi"
Lavoro, McDonald's cerca 118 dipendenti per i ristoranti di Bari e Casamassima Lavoro, McDonald's cerca 118 dipendenti per i ristoranti di Bari e Casamassima C'è tempo fino al 3 ottobre per partecipare alle selezioni online per entrare a far parte del team McDonald's
Il rosa domina in Asset Puglia, è donna il 58,3% dei dipendenti Il rosa domina in Asset Puglia, è donna il 58,3% dei dipendenti Una percentuale che anticipa l’introduzione del gender responsive public procurement
Imprese in Puglia, i giovani le bocciano e cercano lavoro fuori Imprese in Puglia, i giovani le bocciano e cercano lavoro fuori È quanto emerge da un sondaggio avviato dall'Osservatorio “Mass Media, Società e Mercato” che andrà avanti fino ad ottobre
Il nuovo assegno per il nucleo familiare in vigore dal primo luglio Il nuovo assegno per il nucleo familiare in vigore dal primo luglio I chiarimenti dell'esperto Giovanni Assi su un tema che in queste ore sta interessando milioni di italiani
Regione Puglia, entro luglio via al concorso per oltre mille posti Regione Puglia, entro luglio via al concorso per oltre mille posti Il piano, già predisposto dall’Assessore al Personale Gianni Stea, sarà presentato nei prossimi giorni
A Bari aumentano gli occupati, nonostante il Coronavirus A Bari aumentano gli occupati, nonostante il Coronavirus La percentuale si attesta al 53,3%, mentre i disoccupati sono il 9,3%. Ma non è tutto oro
Regione Puglia, raggiunto l'accordo ci saranno 1.021 assunzioni Regione Puglia, raggiunto l'accordo ci saranno 1.021 assunzioni L'assessore Stea: "Adesso spetta al Formez, la piattaforma utilizzata per i concorsi, accelerare le procedure"
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.