sit in porto di bari
sit in porto di bari
Scuola e Lavoro

Porto di Bari, sit-in di protesta dei lavoratori dei servizi fiduciari

L'agitazione è stata proclamata da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs. Sul tavolo l'accordo relativo alla società che gestisce la sicurezza

Sit-in di protesta davanti all'ingresso del porto di Bari per i lavoratori dei servizi fiduciari dell'Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale. L'agitazione è iniziata alle 10 e proseguirà fino alle 13. La protesta è stata indetta, fuori dall'orario di lavoro, dalle sigle sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs.

Sul banco degli imputati l'accordo sulla gestione dei servizi di security all'interno dell'area portuale e il reintegro del personale dopo il passaggio da una società all'altra: «In seguito alla gara europea relativa alla cessione delle quote della società partecipata Porti Levante Security e l'affidamento delle attività di security nei porti di Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta, e Monopoli conclusosi in data 21 ottobre con verbale di accordo sindacale siglato da Filcams, Fisascat e Uuiltucs regionali e territoriali e le società subentranti Sicuritalia Spa e Securpol Puglia Srl, riscontrano con preoccupazione che, quanto garantito dal succitato verbale di accordo con le organizzazioni sindacali, nonché le numerose rassicurazioni fornite dalla presidenza dell'autorità portuale durante i numerosi incontri precedenti alla citata gara, il merito alla salvaguardia occupazionale e retributiva di tutto il personale impiegato non risponde al vero», scrivono i tre sindacati in una nota congiunta.

«A decorrere dal 29 ottobre - proseguono - le due società si obbligavano ad assumere tutto il personale in forza alla porti Levante ovvero 92 unita a tempo indeterminato in ottemperanza a quanto previsto è normato dall'articolo 2112 del contratto collettivo. Si rileva che a far data dal 29 ottobre le ore messe a disposizione per taluni servizi relativi al personale impiegato come servizi fiduciari risultano insufficienti a coprire il monte ore, contrattuale dei singoli dipendenti. Inoltre si riscontra che determinati servizi gestiti precedentemente dal ridetto personale sono stati improvvisamente affidati ad altra società che opera all'interno del plesso portuale di Bari».
  • Cgil
  • Porto di Bari
  • cisl
  • uil
Altri contenuti a tema
Porto di Bari, sequestrate 18 tonnellate di rifiuti elettronici Porto di Bari, sequestrate 18 tonnellate di rifiuti elettronici Il carico, circa 300 elettrodomestici tra forni e lavatrici, era pronto ad essere imbarcato per l'Albania
Bari, 80 mila guanti in lattice pronti a partire per il Montenegro, scatta il sequestro Bari, 80 mila guanti in lattice pronti a partire per il Montenegro, scatta il sequestro Il carico è stato intercettato al porto, per eludere i controlli il carico riportava la scritta "guanti di sicurezza antinfortunistica"
Porto di Bari, i silos granai si tingono di tricolore Porto di Bari, i silos granai si tingono di tricolore L'iniziativa durerà fino alla fine dell'emergenza Coronavirus in Italia
Acquedotto pugliese, Uiltucs: «Rischiano il posto le guardie giurate» Acquedotto pugliese, Uiltucs: «Rischiano il posto le guardie giurate» La denuncia della sigla sindacale: «La volontà di tagliare i costi mette in ginocchio l'indotto della vigilanza armata»
Porto di Bari, 15enne ha un attacco epilettico. Salvato dalla polizia Porto di Bari, 15enne ha un attacco epilettico. Salvato dalla polizia Il fatto domenica scorsa, quando il giovane era sbarcato da Durazzo per la visita del Papa. Fermato un anziano con demenza che voleva espatriare
Al porto di Bari disinfezione straordinaria dei terminal Al porto di Bari disinfezione straordinaria dei terminal Incontro con Assoporti nella giornata di ieri, recepite le direttive nazionali in materia di prevenzione del Coronavirus
Maltempo a Bari, in arrivo due dei tre traghetti bloccati da ieri Maltempo a Bari, in arrivo due dei tre traghetti bloccati da ieri Il terzo ancora in attesa, un passeggero a Decaro: Non avrebbero dovuto permettere alla nave di partire in quelle condizioni
Porto di Bari, entra nel vivo il progetto per il nuovo scalo turistico a San Cataldo Porto di Bari, entra nel vivo il progetto per il nuovo scalo turistico a San Cataldo A Palazzo di città il primo incontro per la fase di concertazione. Decaro: «Fino a 261 le barche ospitate»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.