Student Center
Student Center
Territorio

Politecnico di Bari, manutenzione straordinaria per lo Student Center

Sono in corso i lavori per correggere alcune criticità della struttura

Dopo il maltempo dei giorni scorsi, causa del cedimento di tre pannelli del contro soffitto dello Student Center del Politecnico di Bari, al Poliba si analizzano le cause e si cerca di porre rimedio. La struttura dopo soli 4 anni di vita è stata danneggiata dalla furia violenta di forti venti e piogge insistenti. Uno dei pluviali della struttura non è riuscito a smaltire il carico delle precipitazioni. Da qui, scorrendo in grande quantità su alcuni elementi orizzontali, ha iniziato ad infiltrarsi nei giunti strutturali dell'edificio, poi nel contro soffitto del primo piano con il conseguente cedimento dei pannelli di cartongesso.
Diversi sono stati i crolli in università come Milano, Bologna o Napoli. E per questo motivo anche la popolazione studentesca ha contribuito ad informare subito gli studenti in ogni sede, anche a Bari. «Quando abbiamo saputo del crollo anche qui nello Student Center - spiega Agnese Spedicato Coordinatrice Link Politecnico - abbiamo chiesto conferma ai tecnici del Politecnico, prima di informare gli studenti. Anche perché solo pochi giorni dopo l'amministrazione ci ha informato sui lavori di manutenzione straordinaria a causa del crollo. Prima di questo, ci siamo preoccupati e abbiamo informato gli studenti del Poliba con un comunicato su Facebook. In questo comunicato, scritto subito dopo aver appreso la notizia certa, abbiamo sottolineato il problema sulla sicurezza per gli studenti. Per fortuna è capitato di notte o comunque di sera tardi. E non durante gli orari di apertura dello Student, frequentato tantissimo dagli studenti. Abbiamo avanzato una critica sulla non corretta progettazione, visto che la struttura costruita solo quattro anni fa, ha avuto questi problemi. Abbiamo sottolineato anche l'importanza di una manutenzione ordinaria delle stessa, perché lo Student Center è vissuto ogni giorno dagli studenti. Già al Politecnico sono pochi gli spazi in cui poter studiare o comunque stare fino a tarda sera. Se proprio quegli spazi sono interessati da problemi strutturali che possono mettere a rischio la sicurezza degli studenti, allora ci deve essere un impegno da parte dell'amministrazione per vigilare su quegli ambienti evitando che si arrivi al crollo o comunque ad un pericolo in seguito ad un mal tempo o qualsiasi altro problema».
«In corrispondenza di eventi come quelli visti nei giorni scorsi, dai quali il territorio nazionale è stato flagellato, e che a memoria d'uomo non si erano mai verificati, tutte le strutture divengono potenzialmente a rischio. Il Politecnico ha riscontrato prontamente il disagio degli studenti - spiega Riccardo Amirante, Professore Ordinario di macchine e sistemi per l'energia e L'ambiente, delegato all'immagine e alla comunicazione del politecnico - l'amministrazione ha tempestivamente chiuso la struttura per una manutenzione straordinaria e messo a disposizione degli spazi aggiuntivi e sostitutivi. Sono ovviamente già in corso i lavori di ripristino che termineranno a fine settimana. In questi giorni si stanno correggendo alcune criticità che in corrispondenza di questi eventi fuori norma, hanno determinano disagi a tutta la Comunità. Un aspetto importante da constatare è proprio quello legato alla progettazione delle strutture costruite negli anni precedenti. I sistemi di smaltimento delle acque piovane devono essere progressivamente ripensati e adeguati ai mutamenti, tuttavia questo non è facilissimo in quanto non siamo ancora in una fase di stabilizzazione dei mutamenti climatici del pianeta. Quindi le portate che ne derivano, sono sensibilmente diverse e cambiano di anno in anno. Nel caso dello Student Center c'è un episodio non dissimile a quello che si è verificato in tutta Italia, ma l'impegno per la sicurezza e l'attenzione allo Studente è e rimane una priorità assoluta della nostra azione di governo».
  • politecnico di bari
Altri contenuti a tema
Bari, Politecnico maschile? Ficarelli: «No, ad Architettura il 70% sono ragazze» Bari, Politecnico maschile? Ficarelli: «No, ad Architettura il 70% sono ragazze» Nella Giornata della Donna ci si interroga su pari opportunità e barriere invisibili anche all'interno dei luoghi di studio
«La Storia di un Italiano» da mercoledì una rassegna dedicata ad Alberto Sordi «La Storia di un Italiano» da mercoledì una rassegna dedicata ad Alberto Sordi In Mediateca Regionale Pugliese il racconto del nostro Paese dal 1900 al 2000
Un funerale per Università e Ricerca, al Poliba va in scena la protesta di studenti, dottorandi e ricercatori Un funerale per Università e Ricerca, al Poliba va in scena la protesta di studenti, dottorandi e ricercatori Flash mob in tutta Italia contro la Legge di Bilancio 2019 che prevede investimenti insufficienti per il settore
DigiLab, al Poliba con Giuseppe Iannotti: da ingegnere a chef DigiLab, al Poliba con Giuseppe Iannotti: da ingegnere a chef Tecniche creative per generare giovani idee imprenditoriali
Studenti al Politecnico di Bari, tutti uniti per Chiara Studenti al Politecnico di Bari, tutti uniti per Chiara Il rettore Eugenio di Sciascio:«Speriamo che al più presto possa essere di nuovo tra noi per proseguire il suo percorso di vita»
Politecnico di Bari, dal 1 dicembre Riccardo Amirante nuovo Direttore Generale Politecnico di Bari, dal 1 dicembre Riccardo Amirante nuovo Direttore Generale Subentra a Crescenzo Antonio Marino che lascia l’incarico dopo 2 anni
#SempreForzaChiara, il Politecnico di Bari si mobilita per la sua studentessa #SempreForzaChiara, il Politecnico di Bari si mobilita per la sua studentessa La giovane, vittima di un incidente mentre era in Erasmus in Spagna, ha bisogno di cure molto costose
Ingegneria Senza Frontiere al Poliba, presenta il Corso di Cooperazione Ingegneria Senza Frontiere al Poliba, presenta il Corso di Cooperazione Studio di casi pratici per formare studenti e liberi professionisti
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.