Un render del progetto
Un render del progetto
Attualità

Da luogo abbandonato a Polo dell'Innovazione, come diventerà la ex caserma Magrone

Firmato a Roma il protocollo per la riqualificazione dell'area non più utilizzata da circa dieci anni

Aule per la didattica, laboratori, hub per la ricerca, incubatori per le aziende, ma anche un grande parco a disposizione della cittadinanza, zone dove praticare sport, una caserma dei carabinieri e un commissariato. Questo e tanto altro sorgerà sul terreno dove ad oggi si trova a Bari l'ex caserma Magrone, in abbandono da un decennio.

Un'operazione di riqualificazione e rifunzionalizzazione che mira a restituire alla città e ai suoi cittadini un nuovo "vuoto" che rientra nel solco della riqualificazione già realizzata della ex Caserma Rossani, del teatro Margherita, e dei luoghi che sono in procinto di essere restituiti alla città come l'ex Manifattura Tabacchi al Libertà che ospiterà il CNR (per rimanere in tema università).

Stamattina a Roma, alla presenza del ministro Bernini, il sindaco Decaro, il presidente Adisu Puglia Cataldo, il rettore Cupertino, il presidente della Regione Puglia Emiliano e l'agenzia del Demanio, rappresentata dal direttore Dal Verme, è stato sottoscritto il protocollo che porterà alla realizzazione del progetto e alla fattiva realizzazione di quello che sarà ancge un Campus universitario, con 150 posto letto per ospitare gli studenti.

«Con questo progetto - ha dichiarato il sindaco Antonio Decaro - Bari dà sostanza alla visione di una città universitaria che agli elevati standard formativi raggiunti dalle nostre Università unisce servizi, bellezza e luoghi accoglienti in grado di migliorare la vita degli studenti a Bari e rendere la nostra città attrattiva nei confronti di ragazze e ragazzi provenienti anche da altri territori».


Ex caserma Magrone

Il complesso immobiliare dell'ex caserma Magrone si trova in zona semicentrale del Comune di Bari, nel quartiere San Pasquale, in posizione strategica rispetto allo sviluppo del territorio. L'area si estende per circa 100mila mq e ospita 30 edifici con destinazioni differenti, tra capannoni adibiti a magazzini, edifici destinati ad alloggi e a uffici, percorsi carrabili e pedonali, aiuole. Nella parte centrale del complesso si trova "Villa Stoppelli", una palazzina già presente prima della realizzazione del comprensorio militare, dichiarata di interesse storico-artistico.
sottoscritta a Roma l intesa per la riqualificazione dell ex caserma Magrone render fronte via Amendolasottoscritta a Roma l intesa per la riqualificazione dell ex caserma Magrone render fronte aperto via Amendolasottoscritta a Roma l intesa per la riqualificazione dell ex caserma Magrone render viale della ricercasottoscritta a Roma l intesa per la riqualificazione dell ex caserma Magrone render auditoriumsottoscritta a Roma l intesa per la riqualificazione dell ex caserma Magrone render villa stoppellisottoscritta a Roma l intesa per la riqualificazione dell ex caserma Magrone render residenze universitariesottoscritta a Roma l intesa per la riqualificazione dell ex caserma Magrone render villa stoppellisottoscritta a Roma l intesa per la riqualificazione dell ex caserma Magrone render auditorium
  • politecnico di bari
Altri contenuti a tema
Politecnico di Bari, il presidente dell'Agenzia spaziale Valente ospite della nuova diretta social Politecnico di Bari, il presidente dell'Agenzia spaziale Valente ospite della nuova diretta social Domani terzo appuntamento con gli incontri programmati per illustrare il piano strategico di ateneo 2024-26
Politecnico di Bari, il 24 ottobre la visita della presidente Cnr Carrozza Politecnico di Bari, il 24 ottobre la visita della presidente Cnr Carrozza Martedì il secondo appuntamento delle dirette social dedicate al nuovo Piano Strategico di Ateneo
Politecnico di Bari e Università del Salento, sottoscritto il patto per l’ingegneria in Puglia Politecnico di Bari e Università del Salento, sottoscritto il patto per l’ingegneria in Puglia Presentata l'intesa che punta a rafforzare sinergie per la didattica, la ricerca, le risorse in tutta la regione
Piano strategico di ateneo 2024-26, il Politecnico di Bari in diretta con gli esperti Piano strategico di ateneo 2024-26, il Politecnico di Bari in diretta con gli esperti Si comincia martedì 17 ottobre con Elvira Carzaniga sul ruolo digitale nel futuro delle università
Notte europea dei ricercatori, gli eventi di Università e Politecnico di Bari Notte europea dei ricercatori, gli eventi di Università e Politecnico di Bari Appuntamento venerdì 29 settembre, con la partecipazione di Lum, Istituto tumori, Cnr e Infn
Startup, pmi e servizi per una città attrattiva: la visione del Politecnico per far crescere Bari Startup, pmi e servizi per una città attrattiva: la visione del Politecnico per far crescere Bari Al via il primo tavolo di lavoro del percorso verso il nuovo Piano Strategico di Ateneo 2024-2026
Dall'Egitto alla Puglia per studiare il riuso dell'acqua, i rifiuti come risorsa in agricoltura Dall'Egitto alla Puglia per studiare il riuso dell'acqua, i rifiuti come risorsa in agricoltura Nella ricerca partecipato anche AQP, CIHEAM Bari e Dipartimento DICATECh del Politecnico di Bari
Sinfonie d'acqua, giovani musicisti da tutta Italia si danno appuntamento a Bari Sinfonie d'acqua, giovani musicisti da tutta Italia si danno appuntamento a Bari Progetto di Regione, Aqp e Politecnico. Domenica concerto finale al Kursaal Santa Lucia
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.