Il murales di Zaky insieme a Regeni
Il murales di Zaky insieme a Regeni
Cronaca

Patrick Zaky, giovane ricercatore e attivista in carcere in Egitto, è cittadino onorario di Bari

La consigliera Micaela Paparella: «Lo accogliamo come simbolo di tutti gli studenti del mondo e di tutti i portatori di pace»

Patrick Zaky, il giovane ricercatore e attivista per la tutela dei diritti umani e di genere egiziano, da ieri, è cittadino onorario di Bari. Zaky, 29enne, arrestato lo scorso 7 febbraio in Egitto, dove era tornato per andare a trovare la sua famiglia, è a tutt'oggi ancora nel carcere di Tora con l'accusa di "istigazione al rovesciamento del governo e della Costituzione" per aver pubblicato notizie false con l'intento di disturbare la pace sociale, per aver provocato proteste contro l'autorità pubblica, per aver utilizzato i social network minando l'ordine sociale e la sicurezza pubblica e per aver istigato alla violenza ed al terrorismo.

In questi mesi in molti in Italia e non solo stanno lottando per far tornare libero il ricercatore che studiava e lavorava a Bologna. La consigliera comunale Micaela Paparella ha presentato un ordine del giorno con la richiesta di cittadinanza onoraria per Patrick, controfirmata da tutto il gruppo consiliare del PD, in cui si sottolinea che: «Patrick Zaky aveva deciso di vivere in Italia, di studiare a Bologna e formarsi nelle nostre Università e concedergli la cittadinanza onoraria, come richiesto da intellettuali, giornalisti, accademici, parlamentari e come già effettuato dai Comuni di Bologna, Milano, Napoli, Caserta, Avellino, contribuirebbe a rafforzare l'azione dell'Italia a fermare le torture, a restituirgli la libertà ed a salvargli la vita», soprattutto: «Riconoscendo nella sua figura quei valori di libertà, di studio, di libertà di pensiero e di libertà alla partecipazione pubblica propri della cultura del nostro territorio e delle Istituzioni che lo rappresentano». Richiesta approvata all'unanimità dal Consiglio nella seduta tenutasi nella giornata di ieri.

D'altronde, ricorda la stessa Paparella citando Saviano: «È italiano chi nelle scuole e nelle università italiane studia e fa ricerca in nome della libertà e, in nome della libertà da noi difesa, viene perseguitato».

«Ringrazio tutti i consiglieri comunali per la sensibilità dimostrata nel votare all'unanimità la concessione della cittadinanza onoraria a Patrick Zaky - commenta Paparella - Il consenso così largamente condiviso ha conferito ancora più forza al provvedimento. Accogliamo tra i cittadini di Bari Patrick Zaky, come simbolo di tutti gli studenti del mondo e di tutti i portatori di pace».
  • Cittadinanza
  • città di bari
Altri contenuti a tema
Bari capitale della cultura 2022, inoltrata candidatura. Decaro: «Guardiamo al futuro con coraggio» Bari capitale della cultura 2022, inoltrata candidatura. Decaro: «Guardiamo al futuro con coraggio» Il sindaco lo annuncia in una lettera ai cittadini: «Simbolo sarà la figura di San Nicola, che rappresenta l'unità religiosa»
Bari, via al "Monopattini sharing" con 250 mezzi e postazioni free floating Bari, via al "Monopattini sharing" con 250 mezzi e postazioni free floating La prima azienda ad aver risposto positivamente alla manifestazione di interesse è la Helbitz Italia s.r.l., lunedì la presentazione del progetto
Pellegrini a Bari, guide volontarie per mostrare le bellezze della città Pellegrini a Bari, guide volontarie per mostrare le bellezze della città Il servizio sperimentale nasce grazie all'accordo tra il Comune, l'associazione Emozione Italia e il Rotary club
Capitale italiana della cultura 2021, Bari tra le 44 candidate Capitale italiana della cultura 2021, Bari tra le 44 candidate In Puglia diverse le città che ambiscono al titolo tra cui Barletta, Molfetta, Trani e Taranto
Spaccata da Calvin Klein in via Sparano a Bari Spaccata da Calvin Klein in via Sparano a Bari In pieno centro cittadino la notte di Santo Stefano ignoti hanno distrutto la vetrina per entrare nel negozio
Bari, per le zone 30 arrivano i "cuscini berlinesi" Bari, per le zone 30 arrivano i "cuscini berlinesi" La nostra città a partire da febbraio sarà protagonista della sperimentazione insieme a Torino e Roma
Classifica della qualità della vita, Bari si piazza al 67mo posto Classifica della qualità della vita, Bari si piazza al 67mo posto La nostra città scala dieci posizioni rispetto alla graduatoria 2018 del Sole24Ore. Spicca la posizione per numero di matrimoni e convivenze
Bari dice addio al "Sestriere", dopo 25 anni ceduta la gestione Bari dice addio al "Sestriere", dopo 25 anni ceduta la gestione Un annuncio su Facebook per avvisare tutti che da oggi la saracinesca sarà abbassata
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.