Ospedale Giovani XXIII
Ospedale Giovani XXIII
Servizi sociali

Ospedale pediatrico di Bari, ritornano le attività ludiche per i piccoli pazienti

Dopo il lockdown ripartirà lunedì 27 luglio l'iniziativa dell'assessorato al Welfare "Ospedalè"

Dopo la sospensione forzata causata dal lockdown, da lunedì 27 luglio il progetto "Ospedalé - Attività ludiche, artistiche ed espressive negli ospedali pediatrici" torna ad animare le strutture pediatriche baresi.
Il servizio dell'assessorato al Welfare, gestito della cooperativa sociale Progetto Città, è affidato a due équipe di animatori che organizzano attività ludiche, espressive e laboratoriali rivolte ai bambini e alle bambine che si recheranno presso l'Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII per visite specialistiche ambulatoriali.

«Finalmente anche Ospedalè riprende appieno le proprie attività - dichiara l'assessora al Welfare Francesca Bottalico -. Fin dal periodo del lockdown abbiamo lavorato alla rimodulazione di tutti i servizi, anche in presenza affinché si potesse accompagnare il rientro dei minori nei centri diurni o nei luoghi di cura, come nel caso dei presidi ospedalieri, in un'ottica di presa in carico integrata offrendo sempre servizi paralleli di sostegno, non solo materiale ma anche psicologico, educativo e sociale, come nel caso del progetto Ospedalè, che per noi rappresenta un intervento ormai storico in grado di agire in modo efficace nei luoghi in cui i bambini vivono maggiormente la loro fragilità e vulnerabilità».

«Il ritorno degli animatori di progetto Ospedalé è molto atteso - spiega il direttore generale del Policlinico Giovanni Migliore -. L'utilizzo dei linguaggi artistici, espressivi e del gioco è uno strumento di grande sostegno ai processi terapeutici di cura rivolti a bambini e bambine e a ragazzi e ragazze nelle strutture ospedaliere pediatriche, finalizzato a restituire loro una condizione di benessere psico-fisico. Tutto verrà svolto, naturalmente, nel rispetto delle attuali regole che mirano a contenere la diffusione del Covid-19».

«La ripresa delle attività sarà ovviamente graduale, per ora presso l'ospedale pediatrico Giovanni XXIII - conclude la presidente di Progetto Città Gina Depalma - ed è destinata a bambini e bambine, ragazze e ragazzi che afferiscono alla struttura per prestazioni di tipo ambulatoriale. Tra le attività previste ci sono momenti di gioco che garantiscono il distanziamento fisico e la realizzazione di esperienze di manipolazione e di costruzione di semplici giocattoli con materiali di facile consumo, ad uso esclusivo e individuale. Saranno proposte anche attività di tipo artistico ed espressivo con l'utilizzo di materiali individuali, opportunamente sanificati dopo ogni uso. L'allestimento di spazi di gioco im-permanenti garantirà al tempo stesso il piacere del gioco e il distanziamento interpersonale».

Ospedalé, attivo dal 2007, è un progetto fortemente radicato tra quelli della rete dei servizi del welfare cittadino e conta annualmente più di 3mila presenze.

  • Francesca Bottalico
  • Ospedale Giovanni XXIII
Altri contenuti a tema
Inaugurato il nuovo centro centro polifunzionale per l’adolescenza "Spazio Quattro/4" Inaugurato il nuovo centro centro polifunzionale per l’adolescenza "Spazio Quattro/4" Ospiterà laboratori artistici ed espressivi dedicati all'arte, alla musica, al teatro, al cinema, al graphic design e alla creazione di contenuti multimediali,
Profughi afgani in quarantena a Bari, Bottalico: «Pronti ad ospitarli» Profughi afgani in quarantena a Bari, Bottalico: «Pronti ad ospitarli» L'assessore sottolinea che al momento non si sa se resteranno in città o meno, la scorsa notte accolto un minore non facente parte del gruppo
Bari, l'ospedale Giovanni XXIII è Covid Free Bari, l'ospedale Giovanni XXIII è Covid Free Da gennaio ad oggi ricoverati 65 bambini, il più piccolo paziente aveva 11 giorni, il più grande 17 anni
Anticorpi monoclonali,  per la prima volta a Bari la terapia a un minore Anticorpi monoclonali, per la prima volta a Bari la terapia a un minore Il 15enne è stato preso da casa in ambulanza e riaccompagnato dal personale del Policlinico di Bari
Bari, buona Pasqua ai bambini ricoverati da Checco Zalone - IL VIDEO Bari, buona Pasqua ai bambini ricoverati da Checco Zalone - IL VIDEO Non solo l'attore comico, ma anche Decaro, Pinuccio, Albano, Uccio de Santis, Dante Marmone e Tiziana Schiavelli, Nicola Pignataro, Michele Fanelli e Padre Giovanni Distante
Bari, a soli 3 anni salvato dalla Kavasaki post Covid dopo 18 giorni in ospedale Bari, a soli 3 anni salvato dalla Kavasaki post Covid dopo 18 giorni in ospedale Il dottor Francesco La Torre, referente regionale: «In questa ondata pandemica abbiamo riscontrato un aumento di casi di iperinfiammazione anche nei più piccoli»
Coronavirus, 14enne in rianimazione a Bari Coronavirus, 14enne in rianimazione a Bari La ragazzina è ricoverata al Giovanni XXIII in prognosi riservata
Tamponi rapidi per i senza fissa dimora, il Rotary Bari ovest ne dona 300 al Comune Tamponi rapidi per i senza fissa dimora, il Rotary Bari ovest ne dona 300 al Comune Sono già stati assegnati al centro diurno Area 51 e saranno effettuati all'ingresso degli utenti nelle strutture cittadine
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.