vaccinazione
vaccinazione
Scuola e Lavoro

Obbligo vaccinale a scuola, ecco cosa succede a chi non è in regola

Domani 10 luglio il termine entro il quale le Asl devono comunicare con i dirigenti e metterli a conoscenza di eventuali anomalie

Domani è il 10 luglio, termine ultimo entro cui i genitori avrebbero dovuto presentare documentazione relativa alla situazione vaccinale dei bambini da iscrivere alla scuola dell'infanzia e agli asili nido. Una circolare del ministero, datata 6 luglio, ha però chiarito che le famiglie non avrebbero dovuto portare nessun documento nel caso in cui siano in regola, in quanto in seguito alla attivazione dell'anagrafe vaccinale: «il Sistema ormai automatizzato fa dialogare direttamente Asl e istituti scolastici».

Ricordiamo che, in seguito alla legge Lorenzin, l'obbligo vaccinale è requisito fondamentale affinché i bambini possano frequentare i nidi e i cosiddetti asili. Cerchiamo allora di capire cosa succede nel caso in cui dai dati dell'anagrafe dovesse risultare che il bambino non è in regola con l'obbligo. In modo molto semplice accade che le Asl comunicano ai dirigenti scolastici le situazioni definite "anomale" e richiedono quindi alle famiglie documentazione adeguata. Nessuna proroga è concessa e nel caso in cui i genitori si rifiutino di fornire la documentazione, o di provvedere all'obbligo, i bambini non potranno accedere, e le famiglie rischiano anche di dover pagare una pena pecuniaria.

Tutto questo è valido ora in quanto ancora pienamente in vigore la Legge Lorenzin, in attesa che il ministero decida o meno se passare a quello che il ministro Giulia Grillo aveva definito "obbligo flessibile".
  • Vaccinazione
  • Vaccini
  • beatrice lorenzin
Altri contenuti a tema
La Corte Costituzionale dà ragione alla Puglia sull'obbligo vaccinale La Corte Costituzionale dà ragione alla Puglia sull'obbligo vaccinale La legge relativa agli operatori sanitari ha, secondo quanto stabilito: «Lo scopo di prevenire e proteggere la salute di chi frequenta i luoghi di cura»
Scuola e obbligo vaccinale, a Bari nessun bambino escluso Scuola e obbligo vaccinale, a Bari nessun bambino escluso La soddisfazione dell'assessore Romano: «Ottimo lavoro fatto dal Comune con la Asl nei mesi da giugno a settembre»
Conversano (Bari), la compagna è immunodepressa, tutta la classe si vaccina Conversano (Bari), la compagna è immunodepressa, tutta la classe si vaccina Una bella storia di amicizia e solidarietà arriva dal Liceo Scientifico Sante Simone
Vaccini, da oggi i bambini non in regola fuori dagli asili a Bari Vaccini, da oggi i bambini non in regola fuori dagli asili a Bari Multe, invece, per i frequentanti la scuola dell'obbligo. Nessuna proroga nonostante le richieste dei giorni scorsi
Vaccinazioni, in Puglia aumentano le coperture l'esavalente supera il 95% Vaccinazioni, in Puglia aumentano le coperture l'esavalente supera il 95% In aumento anche l'anti-DTPa e l'IPV mentre l'anti-MPR seppur in crescita registra ancora percentuali inferiori
Bari, otto casi di morbillo, il più grave un bimbo di 11 mesi Bari, otto casi di morbillo, il più grave un bimbo di 11 mesi Germinario: «Non c'è nessun allarme epidemia», Conca (M5S): «Si accusano i novax per coprire le gravi colpe dell'ospedale»
Influenza, a Bari il primo caso grave, in coma un 59enne Influenza, a Bari il primo caso grave, in coma un 59enne L'uomo è ricoverato al Policlinico in rianimazione, è stato colpito dalla variante A/H1N1
Università di Bari, vaccini anti-influenzali gratis per gli studenti di area sanitaria Università di Bari, vaccini anti-influenzali gratis per gli studenti di area sanitaria Uricchio: «Possibile grazie a sinergia fra ateneo e servizio sanitario regionale»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.