Festival delle Donne  e dei Saperi di Genere
Festival delle Donne e dei Saperi di Genere
Eventi e cultura

"Nel Segno delle Intersezioni": a Bari torna il Festival delle Donne e dei Saperi di Genere

Presentate le attività in Mediateca Regionale Pugliese. Titti Caterina De Simone: «Questo evento restituisce il punto di vista delle donne sul mondo»

Ritorna il Festival delle Donne e dei Saperi di Genere alla sua VIII edizione. Tra Bari e Matera in collaborazione con artisti, operatori culturali, insegnanti, associazioni enti ed istituzioni, saranno diverse le tematiche promosse da dibattiti, proiezioni e spettacoli dal 18 al 30 marzo. Il cinema e non solo per rendere popolari i temi complessi e difficili del nostri giorni. Conferenze, proiezioni, seminari, incontri e performance per preservare il nostro patrimonio collettivo culturale, per costruire un pensiero comune, per creare una rete di comunicazione e di scambio "Nel Segno delle Intersezioni". Sessistenza: Desiderio e Ontologia Sessuale; Sessismo e Razzismo: Transcinematografia Intersezionali e Queer; Studiare il genere e la sessualità nell'Università Italiana, verso una rete Nazionale.

Questa mattina in Mediateca Regionale Pugliese tutte le attività sono state presentate dalla direttrice artistica e ideatrice del Festival, Francesca R. Recchia Luciani. L'edizione 2019 del Festival è organizzata con il patrocinio di: Università degli Studi di Bari Aldo Moro – DISUM Dipartimento di Studi Umanistici e CISCuG Centro Interdipartimentale di Studi sulla Cultura di Genere; Regione Puglia – Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC); Teatro Pubblico Pugliese – Consorzio per le arti e la cultura; Apulia Film Commission – Centro Studi Ricerca e Formazione, Cineporti di Puglia, Mediateca Regionale Pugliese; Punti Cospicui – Associazione per le culture.

«Questo Festival - spiega Titti Caterina de Simone, Consigliera del Presidente della Regione Puglia - restituisce il punto di vista delle donne sul mondo, a partire dalle grandi riflessioni filosofiche e teoriche che riguardano le intersezioni e cioè la capacità di mettere in connessione quelle che sono diverse esperienze di margine di discriminazione ed espulsione dai canoni della cultura dominante di cui le donne sono estremamente portatrici, perché hanno una visione trasformativa del mondo. E questo festival rappresenta un po' questo, in più i temi che tocca ogni anno sono sempre più attuali da quello delle migrazioni quindi siamo tutti corpi migranti nel senso che abbiamo la necessità di ricostruire un senso comune, sul senso del nostro essere migranti, per la nostra esistenza, per come funziona il mondo e per gli effetti della globalizzazione contrastando le forme di razzismo di discriminazione che purtroppo in Europa e nel mondo aumentano».
  • Mediateca regionale
Altri contenuti a tema
Pino Pascali, presto un film? Pino Pascali, presto un film? La figura del grande artista in un libro della D'Elia. Piva: «Mi piacerebbe vederlo sul grande schermo»
Settimana Santa. Puglia e Spagna a favore dei più bisognosi  Settimana Santa. Puglia e Spagna a favore dei più bisognosi  Plenilunio di Primavera, presentato il progetto in Mediateca
Sesso e disabilità, ancora un tabù? Sesso e disabilità, ancora un tabù? ''RaraMente'', in Mediateca il cinema racconta storie di Malattie Rare
"Storia di un italiano", in Mediateca Vito Antonio Leuzzi "Storia di un italiano", in Mediateca Vito Antonio Leuzzi Durante l'incontro focus su Bari rifugio dei profughi dopo l'8 settembre 1943
Teatro pubblico pugliese, da San Valentino a Pasqua 400 spettacoli per tutti i gusti Teatro pubblico pugliese, da San Valentino a Pasqua 400 spettacoli per tutti i gusti Il presidente D'Urso: «Interventi mirati per coinvolgere i giovani nelle nostre attività»
«La Storia di un Italiano» da mercoledì una rassegna dedicata ad Alberto Sordi «La Storia di un Italiano» da mercoledì una rassegna dedicata ad Alberto Sordi In Mediateca Regionale Pugliese il racconto del nostro Paese dal 1900 al 2000
"Far Libe" l'ebraismo nelle note di Signorile e Carone "Far Libe" l'ebraismo nelle note di Signorile e Carone Alla Mediateca Regionale rivive la musica degli anni '30
Una mostra per le scuole: campi di sterminio ad Auschwitz Una mostra per le scuole: campi di sterminio ad Auschwitz Immagini forti ma utili per riflettere sulle tragedie di questi giorni
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.