camion rubato mola
camion rubato mola
Cronaca

Mola di Bari, sulla SS16 con un camion e un escavatore rubati. Ladro in fuga a piedi

I mezzi erano stati sottratti da una ditta di soccorso stradale, informata del furto dalla telefonata della polizia

Si aggirava sulla statale 16 con un escavatore caricato su un camion, entrambi rubati, quando è stato intercettato dalla polizia di Stato in territorio di Mola di Bari. I poliziotti del distaccamento di polizia stradale di Castellana Grotte, ieri notte hanno notato un autocarro con a bordo un escavatore e, insospettiti dal transito del veicolo in piena notte, hanno deciso di fermarlo per sottoporlo a controllo di polizia.

Il conducente del camion, notato l'arrivo dei poliziotti, ha iniziato a zigzagare lungo la carreggiata cercando di sottrarsi all'alt della polizia e tentando di non farsi affiancare e superare dall'auto di servizio. Dopo poche centinaia di metri, l'uomo ha arrestato improvvisamente la marcia del veicolo, lo ha posto in posizione trasversale e si è dato alla fuga a piedi. I poliziotti, per scongiurare il verificarsi di un incidente stradale, hanno provveduto immediatamente a mettere in sicurezza il luogo bloccando il traffico e hanno contattato una ditta di soccorso stradale per far rimuovere il veicolo.

Il personale intervenuto, con grande stupore, ha constatato che il veicolo da rimuovere era stato rubato nel rimessaggio della propria ditta, furto di cui non si erano ancora avveduti. A seguito di un sopralluogo, infatti, è stato rilevato che ignoti avevano tagliato alcune reti metalliche che delimitano l'area di parcheggio dell'azienda di soccorso stradale, forzato un cancello attiguo alla struttura e sottratto l'autocarro.

Sono in corso accertamenti per identificare e rintracciare gli autori del furto.
  • Polizia di Stato
  • Furto
Altri contenuti a tema
Casamassima, badante infedele "ripulisce" la casa di un'anziana. Arrestata Casamassima, badante infedele "ripulisce" la casa di un'anziana. Arrestata La donna, 50enne del luogo, avrebbe rubato e rivenduto a un compro oro monili per 150mila euro
Violenza sessuale, estorsioni e rapine. Arresti per due clan nigeriani a Bari Violenza sessuale, estorsioni e rapine. Arresti per due clan nigeriani a Bari Diverse le regioni coinvolte in un'operazione che va anche oltre confine, decine i soggetti interessati. Ulteriori informazioni nel corso della mattinata
Fingeva incidenti stradali per scippare le donne al volante. Arrestato 38enne Fingeva incidenti stradali per scippare le donne al volante. Arrestato 38enne L’uomo adottava toni gentili ed educati, chiedendo di essere risarcito per il danno subito per poi rubare la borsa delle vittime
San Giorgio, scoperti dalla polizia a bordo di un'auto rubata. Due arresti San Giorgio, scoperti dalla polizia a bordo di un'auto rubata. Due arresti I giovani, di 31 e 21 anni, non si sono fermati al posto di blocco degli agenti a bordo del mezzo, restituito al proprietario
Bari, tentano il furto di materiale elettrico messi in fuga dai vigilanti Bari, tentano il furto di materiale elettrico messi in fuga dai vigilanti Ieri notte ignoti si erano intrufolati nel deposito del cantiere nei pressi del "Villaggio del Lavoratore"
Bitritto, slot machines illegali e risse nella sala giochi. Attività chiusa per sette giorni Bitritto, slot machines illegali e risse nella sala giochi. Attività chiusa per sette giorni Il provvedimento del questore scaturisce da alcuni episodi di violenza registrati all'interno del locale o nelle vicinanze
Altamura, la sede dell'associazione polizia dedicata ad Alessandro Fui Altamura, la sede dell'associazione polizia dedicata ad Alessandro Fui L'agente scelto fu ucciso nel 1986 a Vicenza da una banda di rapinatori
Passaporto falso e arnesi da scasso in mano, arrestato 44enne al Libertà Passaporto falso e arnesi da scasso in mano, arrestato 44enne al Libertà Insieme all'uomo, di nazionalità georgiana, un pregiudicato 38enne bulgaro residente in città, denunciati
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.