Screenshot
Screenshot
Territorio

Investe e sgozza un cinghiale, il video corre su whatsapp

La denuncia del Movimento Ambientalista Puglia: «Episodio barbaro, immotivato e di inaudita violenza»

Negli ultimi tempi la presenza di cinghiali a Bari e nei territori limitrofi è sempre maggiore e per molti sta diventando un problema da non sottovalutare. Ma se anche la loro presenza può essere pericolosa, e qualcuno potrebbe essere esasperato, la legge punisce l'uccisione immotivata di animali. Da qualche giorno però via whatsapp gira il video di una efferata uccisione di un esemplare di tali animali selvatici.

«Nelle prossime ore verrà presentata una denuncia contro ignoti per l'episodio dell'uccisione di un cinghiale, avvenuto con modalità efferate e crudeli, probabilmente nel territorio del Parco nazionale dell'Alta Murgia - sottolinea in una nota i, presidente del Forum Ambientalista Puglia, Michele Di Lorenzo - L'uccisione è stata documentata tramite un video che sta circolando su whatsapp. Nel video si vede una autovettura che insegue un branco di cinghiali in aperta campagna. L'inseguimento dura fino a quando un cinghiale non viene colpito dall'auto. Dopo aver ferito l'animale, l'autore dell'inseguimento scende dall'auto e, verificate le sue condizioni, rimonta in auto e lo investe nuovamente. Passa più volte sul cinghiale fino a bloccarlo sotto una ruota dell'auto. A questo punto, il conducente scende dall'auto e sgozza l'animale, inerme ed ancora vivo, con una lama. Si tratta di un episodio barbaro, immotivato e di inaudita violenza. L'art. 544 bis del codice penale punisce chiunque per crudeltà o senza necessità cagiona la morte di un animale. È necessario reagire con estrema durezza nei confronti di questi episodi criminali. Sollecitiamo gli enti competenti ad agire concretamente per impedire che condotte simili si possano ripetere».
  • Violenza
  • Abbattimento cinghiali
Altri contenuti a tema
Monopoli, aggredisce con un coltello la madre che non voleva dargli i soldi per la droga Monopoli, aggredisce con un coltello la madre che non voleva dargli i soldi per la droga L'uomo, un 30enne, è stato raggiunto dalla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare dopo la denuncia per estorsione
Monopoli, violenta la moglie e maltratta i figli per 40 anni, Psicologi Puglia: “La prevenzione si fa a scuola” Monopoli, violenta la moglie e maltratta i figli per 40 anni, Psicologi Puglia: “La prevenzione si fa a scuola” Sul caso interviene il presidente dell'ordine: “Una storia atroce che ha radici lontane, non fermiamoci ma impegniamo le nostre forze per sensibilizzare”
Monopoli, abusi e violenze sessuali sui figli e la moglie. Arrestato 62enne Monopoli, abusi e violenze sessuali sui figli e la moglie. Arrestato 62enne I maltrattamenti sarebbero iniziati già negli anni '80 con il matrimonio della coppia. Scoperti altri tre casi nella città in provincia di Bari
Violenze reiterate su una donna nel Cara di Bari-Palese, in sei rischiano il processo Violenze reiterate su una donna nel Cara di Bari-Palese, in sei rischiano il processo La Procura della Repubblica di Bari ha chiesto il rinvio a giudizio per sei cittadini nigeriani
Abusi sessuali e violenze sui figli minorenni. Genitori condannati dal Tribunale di Bari Abusi sessuali e violenze sui figli minorenni. Genitori condannati dal Tribunale di Bari La coppia del nord barese avrebbe indotto i bambini, affetti da patologie psichiche, a compiere atti osceni
Picchiarono brutalmente due coetanei, sgominata banda di sette minorenni Picchiarono brutalmente due coetanei, sgominata banda di sette minorenni Il pestaggio avvenne lo scorso 30 aprile a Madonnella nel sottopassaggio Marconi. Fra gli autori anche un ragazzo vicino alla malavita locale
Bari, palpeggia una 13enne a Pane e Pomodoro: fermato Bari, palpeggia una 13enne a Pane e Pomodoro: fermato È successo oggi pomeriggio. La ragazza è stata aiutata dai bagnini
Picchiato in spiaggia perché bitontino, domenica la manifestazione a Palese Picchiato in spiaggia perché bitontino, domenica la manifestazione a Palese Il sindaco Abbaticchio: «Saremo in tanti per spiegare cos'è il bullismo e mostrare la nostra indignazione»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.