Inceneritore
Inceneritore
Territorio

Inceneritore a Bari, M5S e Comitato agguerriti dopo il sequestro a Gioia

I deputati pentastellati: «Segnale inquietante da cogliere», Depalo: «Regione sospenda autorizzazione in attesa degli esiti dell'indagine»

Torna prepotentemente alla ribalta il problema inceneritore a Bari. L'impianto che dovrebbe sorgere nella zona industriale, da sempre al centro di proteste e polemiche, dopo il sequestro di ieri a Gioa del Colle, torna a faf parlare di sé.

«Ritirare in autotutela l'autorizzazione all'inceneritore di Modugno - dichiarano i deputati M5S Giovanni Vianello della Commissione d'inchiesta Ecomafie e Francesca Anna Ruggiero - È un appello che rivolgiamo nuovamente al Presidente pugliese Michele Emiliano, a maggior ragione dopo il sequestro preventivo dell'impianto Isotherm Pwr di Gioia del Colle. La tecnologia di ossido-combustione, in sperimentazione nel sito pilota e recentemente sequestrato di Gioia del Colle, è la stessa che vorrebbe utilizzare, per coincenerire e trattare il rifiuto, l'inceneritore di Modugno. Crediamo che il sequestro su Gioia sia un segnale inquietante, da cogliere al volo per prevenire, anche su Modugno, eventuali conseguenze negative a scapito dell'ambiente e della salute dei cittadini».

«Lungi da noi anticipare conclusioni o emanare sommari giudizi - scrive in una nota Corsina Depalo, presidente del Comitato No Inceneritore - ma che qualche cosa non andasse nel verso giusto in quella sperimentazione di ossicombustione l'avevano già scritto ARPA e ASL in documenti ufficiali, documenti che noi abbiamo anche citato nel nostro ricorso al Capo dello Stato contro l'Autorizzazione Integrata Ambientale rilasciata dalla Regione alla NEWO. Infatti la base tecnologica su cui si fonda la richiesta di insediamento dell'impianto NEWO a Bari è esclusivamente costituita dalla sperimentazione ITEA di Gioia del colle, propalata come affidabile, innocua e efficacissima a trattare rifiuti, producendo solo perle vetrose riutilizzabili come residuo. Nel7 nostro e negli altri ricorsi presentati avverso l'AIA regionale, questi elementi sono stati ampiamente contestati con oggettivi dati di fatto tecnici e giuridici».

«Ma ora il punto è anche un altro - sottolinea - la Regione Puglia, che evidentemente aveva dato per buona la prosopopea rassicurante ed efficientista di NEWO sull'ossicombustione sperimentata a Gioia, riportandola nelle motivazioni dell'AIA stessa, non ritiene, alla luce del sequestro, di annullare o quanto meno di sospendere gli effetti dell'autorizzazione, in attesa degli esiti dell'indagine? Se si dimostrasse, infatti, che le presunte performance dell'impianto ITEA esibite da NEWO fossero, oltre che dubbie, ottenute comunque a discapito del rispetto delle norme di tutela ambientali e di sicurezza della salute pubblica, come potrebbero gli uffici regionali giustificare la mancata adozione di una ovvia misura di cautela come il ritiro o la sospensione dell'AIA? Come lo potrebbe giustificare anche il Presidente Emiliano, che non ha mai smentito a parole la sua contrarietà all'impianto? E il Sindaco Decaro, anche lui dichiaratamente contrario all'insediamento, non dovrebbe, alla luce di questo nuovo elemento, tornare a bomba con una revisione del parere del Comune e una richiesta di annullamento dell'AIA alla Regione?».
  • Movimento 5 Stelle
  • Rifiuti
  • comitato
Altri contenuti a tema
Nuova aula del Consiglio regionale, i 5 Stelle: «È accessibile ai disabili?» Nuova aula del Consiglio regionale, i 5 Stelle: «È accessibile ai disabili?» Il Movimento presenta un'interrogazione al presidente Emiliano: «Non rispettate le normative sull'abbattimento delle barriere architettoniche»
Mola di Bari, biblioteca inaccessibile ai disabili Mola di Bari, biblioteca inaccessibile ai disabili Atto di diffida al Comune da parte del consigliere regionale M5S Antonio Trevisi e del consigliere comunale Michele Daniele
Sporcizia e marciapiedi rotti davanti all'istituto Vivante Sporcizia e marciapiedi rotti davanti all'istituto Vivante La denuncia arriva dal Comitato Salvaguardia Zona Umbertina
Teatro Petruzzelli, niente licenziamenti. M5S Bari: «Cassa integrazione per i lavoratori» Teatro Petruzzelli, niente licenziamenti. M5S Bari: «Cassa integrazione per i lavoratori» Esultano gli esponenti pentastellati: «L'approvazione di questo emendamento è una piccola vittoria»
Vigilanza ambientale, rimosse cataste di rifiuti dall'agro di Valenzano-Adelfia Vigilanza ambientale, rimosse cataste di rifiuti dall'agro di Valenzano-Adelfia Azione congiunta di Regione Puglia e Comune di Casamassima. L'assessore Stea: «Le segnalazioni iniziano a dare i loro frutti»
Emergenza eroina, Lattanzio (M5S): «A Bari dieci per cento dei tossicodipendenti fra i 15 e i 25 anni» Emergenza eroina, Lattanzio (M5S): «A Bari dieci per cento dei tossicodipendenti fra i 15 e i 25 anni» Il deputato pentastellato presenta un'interrogazione parlamentare: «Siringhe ritrovate anche nei luoghi frequentati da famiglie e bambini»
Reddito di cittadinanza, 1500 richieste in Puglia nella prima giornata Reddito di cittadinanza, 1500 richieste in Puglia nella prima giornata Qualche coda in prima mattinata presto smaltita da Caf e uffci postali. Maggiore affluenza nelle province di Bari e Bat
Il Rousseau city lab del Movimento 5 stelle fa tappa a Bari. Bonisoli: «Rivedere leggi sulla cultura» Il Rousseau city lab del Movimento 5 stelle fa tappa a Bari. Bonisoli: «Rivedere leggi sulla cultura» Il ministro in città per l'evento organizzato in piazza Libertà. Parla anche la candidata sindaco Elisabetta Pani: «Priorità contrastare dispersione scolastica»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.