La guardia costiera di Bari
La guardia costiera di Bari
Cronaca

Gestione illecita di 18mila tonnellate di rifiuti. Sequestro da 2 milioni a una società di Mola di Bari

Si è conclusa oggi l'operazione "Dirty Mirror" della Guardia costiera dopo un'indagine di quasi due anni

Si conclude con un maxi sequestro di beni pari a quasi 2 milioni di Euro ai danni di un'azienda di Mola di Bari l'operazione "Dirty Mirror", condotta dalla Guardia Costiera del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Direzione Marittima di Bari, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia (D.D.A.) della Procura della Repubblica di Bari. Oggetto dell'attenzione degli inquirenti un traffico illecito di grossi volumi di rifiuti.

Le complesse attività investigative, coordinate dalla D.D.A., si sono protratte per quasi due anni, traendo origine dal controllo di un autotrasportatore di rifiuti per conto terzi, e proseguendo con una serie di controlli a carico di società operanti nel settore del traffico e smaltimento di rifiuti speciali che hanno consentito l'accertamento di reati ambientali. Tra tutte le aziende interessate è emerso il comportamento illecito di una di società con sede a Mola di Bari, di cui sono stati attentamente esaminati oltre 1.200 Formulari di Identificazione dei Rifiuti (FIR) per un volume di quasi 34mila tonnellate di rifiuti gestiti e smaltiti.

Questo ha consentito di concentrare le indagini su 700 operazioni di trasporto e smaltimento di oltre 18mila tonnellate di rifiuti speciali, anche pericolosi, gestiti in modo illecito, in quanto trattati come non pericolosi e quindi non sottoposti ad analisi chimica ricorrendo a codici identificativi (CER) contraddistinti da "voce a specchio" (di qui il nome dato all'operazione), peraltro trasportati e conferiti senza aver conseguito la prescritta iscrizione all'Albo Nazionale dei Gestori Ambientali.

A seguito di approfonditi accertamenti patrimoniali eseguiti a carico della società incriminata e dei soggetti indagati, e per effetto della responsabilità amministrativa a carico delle società disciplinata dal Decreto legislativo 231/2001, si è quindi proceduto al sequestro, ai fini della successiva confisca, dei beni mobili intestati alla stessa, tra cui 5 autovetture di lusso ed oltre 20 mezzi pesanti e macchinari da cantiere, e delle disponibilità finanziarie sui tutti i rapporti bancari, per un valore complessivo pari a quasi 2 milioni di euro. Il tutto è stato affidato ad un Amministratore Giudiziario appositamente individuato dal Tribunale di Bari.
  • Rifiuti
  • Procura di Bari
  • Guardia Costiera
Altri contenuti a tema
Reclutavano braccianti in provincia di Bari per sfruttarli nei campi. Otto patteggiamenti Reclutavano braccianti in provincia di Bari per sfruttarli nei campi. Otto patteggiamenti I lavoratori, tutti italiani, venivano impiegati per 14 ore sotto i tendoni e dovevano restituire 2 euro al giorno al caporale
Sbarca a Bari con tonno pescato illegalmente. Il prodotto viene donato a InConTra Sbarca a Bari con tonno pescato illegalmente. Il prodotto viene donato a InConTra Un'azienda locale si è offerta di lavorare il pesce e restituirlo all'associazione perché venga distribuito fra gli indigenti della città
Bari, svuotavano cantine e abbandonavano gli ingombranti in un terreno a Japigia. Presi Bari, svuotavano cantine e abbandonavano gli ingombranti in un terreno a Japigia. Presi Gli agenti della Polizia locale hanno pedinato e fermato in flagranza un gruppo di baresi a bordo di un furgone sospetto in via Gentile
Passeggero si fa male sulla nave, soccorso e portato a terra dalla Guardia costiera di Bari Passeggero si fa male sulla nave, soccorso e portato a terra dalla Guardia costiera di Bari L'uomo, 67enne tedesco, era partito da Venezia alla volta di Corfù. Durante il viaggio ha subito un infortunio al braccio in seguito a una caduta
Aggressione al corteo antifascista a Bari, indagata una candidata di CasaPound Aggressione al corteo antifascista a Bari, indagata una candidata di CasaPound Sotto la lente d'ingrandimento della Procura una 46enne che compare nella lista per la circoscrizione sud alle elezioni europee
Festa di San Nicola, il giorno dopo. Un "mare" di bottiglie galleggianti Festa di San Nicola, il giorno dopo. Un "mare" di bottiglie galleggianti Vetro e altri rifiuti gettati negli specchi d'acqua antistanti i tratti di lungomare dove si sono svolti gli eventi religiosi e non
Aggressione al corteo antifascista, concluse le indagini su 28 militanti di Casapound Aggressione al corteo antifascista, concluse le indagini su 28 militanti di Casapound A dieci persone è contestato anche il reato di lesioni aggravate. Altri 5 sono indagati fra i partecipanti alla manifestazione contro Salvini
Immondizia e Bif&st, i due volti di Bari Immondizia e Bif&st, i due volti di Bari La denuncia del Comitato Salvaguardia Zona Umbertina
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.