Agenda
Agenda
Scuola e Lavoro

Garanzia Giovani: per la Puglia venti milioni di euro

Si tratta di un programma che finanzia gli under 30 che non lavorano e non studiano

Torna in un periodo difficile come questo caratterizzato dalla crisi economica per il coronavirus, il programma Garanzia Giovani per finanziare con venti milioni di euro le attività in favore dei giovani NEET che non seguono percorsi di formazione e che non lavorano.

La Giunta regionale ha approvato - con delibera di variazione di bilancio e su proposta dell'assessore all'Istruzione, alla Formazione, al Lavoro, Sebastiano Leo,Leo – l'ulteriore impegno di spesa. Con la dotazione finanziaria odierna, l'importo complessivo - per questo nuovo finanziamento di Garanzia Giovani - ammonta a 20 milioni di euro essendo stata già deliberata, nei giorni scorsi, una prima tranche di 10 milioni.
"Si tratta di un'importante programmazione – afferma Leo – che ci permette di rilanciare con forza Garanzia Giovani. Con questo robusto investimento diamo opportunità di formazione professionalizzante nel rispetto delle misure di distanziamento sociale necessarie a contenere il rischio di infezione. Bisogna cogliere le opportunità che anche questa crisi, determinata dalla pandemia, può offrire in termini di nuovi sbocchi lavorativi e servizi che si stanno delineando nettamente grazie all'apporto della tecnologia".
L'assessore conclude: "Nell'ambito del programma Garanzia Giovani finanzieremo i corsi di formazione professionale, l'accoglienza, la presa in carico e l'orientamento dei giovani NEET che intendono aderire o hanno già aderito al programma. Si tratta di attività che possono essere effettuati grazie al web e, quindi, a distanza grazie a una piattaforma informatica che garantisce la privacy dei ragazzi. Quindi tutto l'iter: dall'iscrizione a Garanzia Giovani, al patto di servizio, fino al corso di formazione, è online. Stiamo dando tante possibilità e sostegno al tessuto produttivo pugliesi, ma siamo consapevoli dei grandi sacrifici a cui obbliga questa pandemia e di come sia difficile pensare alla ripartenza quando la quotidianità affligge. Noi comprendiamo e supportiamo".
  • lavoro
Altri contenuti a tema
Il rosa domina in Asset Puglia, è donna il 58,3% dei dipendenti Il rosa domina in Asset Puglia, è donna il 58,3% dei dipendenti Una percentuale che anticipa l’introduzione del gender responsive public procurement
Imprese in Puglia, i giovani le bocciano e cercano lavoro fuori Imprese in Puglia, i giovani le bocciano e cercano lavoro fuori È quanto emerge da un sondaggio avviato dall'Osservatorio “Mass Media, Società e Mercato” che andrà avanti fino ad ottobre
Il nuovo assegno per il nucleo familiare in vigore dal primo luglio Il nuovo assegno per il nucleo familiare in vigore dal primo luglio I chiarimenti dell'esperto Giovanni Assi su un tema che in queste ore sta interessando milioni di italiani
Regione Puglia, entro luglio via al concorso per oltre mille posti Regione Puglia, entro luglio via al concorso per oltre mille posti Il piano, già predisposto dall’Assessore al Personale Gianni Stea, sarà presentato nei prossimi giorni
Primo Maggio a Bari, Decaro: «Negozi aperti festeggiano il lavoro ritrovato» Primo Maggio a Bari, Decaro: «Negozi aperti festeggiano il lavoro ritrovato» Gigia Bucci (Cgil): «Necessario ripartire dal lavoro, ma anche dalle condizioni di sicurezza e tutela dei lavoratori»
A Bari aumentano gli occupati, nonostante il Coronavirus A Bari aumentano gli occupati, nonostante il Coronavirus La percentuale si attesta al 53,3%, mentre i disoccupati sono il 9,3%. Ma non è tutto oro
Regione Puglia, raggiunto l'accordo ci saranno 1.021 assunzioni Regione Puglia, raggiunto l'accordo ci saranno 1.021 assunzioni L'assessore Stea: "Adesso spetta al Formez, la piattaforma utilizzata per i concorsi, accelerare le procedure"
Regione-sindacati contro il Governo, 248 navigator in Puglia rischiano di restare senza lavoro Regione-sindacati contro il Governo, 248 navigator in Puglia rischiano di restare senza lavoro "Un insopportabile sperpero di competenze e risorse", e l'assessore Leo ribatte: "Non può restare inascoltata la preoccupazione di tante famiglie pugliesi"
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.