Emiliano festeggia con un panzerotto
Emiliano festeggia con un panzerotto
Politica

Emiliano è (quasi) il nuovo presidente della Regione Puglia

I dati non ancora ufficiali incoronano il governatore uscente, i commenti di chi ha perso

Con un dato quasi definitivo Michele Emiliano al suono di "La Puglia ce la fa" è il nuovo presidente della Regione Puglia. A lui va il governo sino al 2025. Una vittoria sofferta fino all'ultimo rispetto allo sfidante per eccellenza Raffaele Fitto appoggiato dal centro destra.
In coda gli altri presidenti in gara da Antonella Laricchia per il Movimento 5 Stelle a Ivan Scalfarotto Italia Viva, Scalfarotto Presidente-+Europa, Futuro Verde, Mario Conca Cittadini Pugliesi-Conca Presidente, Pierfranco Bruni Fiamma Tricolore; Nicola Cesaria Lavoro Ambiente Costituzione; Andrea D'Agosto Riconquistare l'Italia.
Sebbene lo scrutinio sia ancora in corso Emiliano ha già ringraziato tutti e festeggiato a suon di panzerotti.
"Come prima cosa voglio fare una rivoluzione tacnico agricola della Puglia - spiega Emiliano - dobbiamo sconfiggere la Xylella e utilizzare l'acqua che abbiamo nelle nostre campagne facendo un grande acquedotto agricolo".
Il Consiglio Regionale della Puglia è composto da 50 consiglieri più il presidente, di questi 27 vengono suddivisi in base al listino unico regionale e i restanti 23 invece sono ripartiti a livello circoscrizionale.
Emiliano classe 1959 ex magistrato ha ricoperto la carica di sindaco di Bari dal 2004 al 2014 e di presidente della regione Puglia dal 26 giugno 2015.
Intanto Raffaele Fitto ammette la sconfitta, ma recrimina: «I mesi della gestione del Covid hanno dato visibilità ai presidenti uscenti; nelle regioni al voto sono stati confermati tutti in modo abbastanza chiaro. Quella fase ha rappresentato un momento importante. Non voglio fare polemica, ma tutte le componenti della giunta in questi mesi di campagna hanno lavorato come se fossero in un comitato elettorale. Un comportamento discutibile; penso che questo abbia inciso in modo sostanziale, soprattutto negli ultimi sette/dieci giorni. Nessun sondaggio indicava una forbice ampia, e invece è emerso in modo chiaro che questo aspetto ha inciso in modo sostanziale. Ne prendo atto, ma è la prima volta che si è vista una cosa del genere».

Da stabilire ancora il futuro di Fitto, che ha da scegliere se continuare a fare l'eurodeputato o accettare il posto in consiglio regionale: «Ci siederemo attorno a un tavolo, valuteremo il contenuto del risultato elettorale e conseguentemente diremo quali sono le nostre prospettive. Valuterò se sedermi in consiglio regionale anche con gli altri esponenti del centrodestra.Con i se e con i ma non si fa nulla. Abbiamo fatto una campagna decisa e compatta; ci aspettavamo un risultato diverso, ma va bene lo stesso. Non ha senso fare retrospettive. Non sta a me fare le valutazioni sulla coalizione di centrodestra; ho respirato un clima di unità. Ogni partito farà le sue valutazioni sui risultati di lista. Ho ringraziato i leader nazionali, a cominciare da Giorgia Meloni, poi Silvio Berlusconi, Matteo Salvini, Cesa per lo sforzo messo in campo con la sua lista e per l'impegno della civica La Puglia domani. Con Giorgia Meloni ci siamo sentiti; lo farò anche con gli altri leader per salutarli e ringraziarli. Li ho sentiti molto vicini nei giorni scorsi».

«Da domani riprenderemo il nostro lavoro - spiega Antonella Laricchia - vogliamo riavvicinare i cittadini alla vita politica come abbiamo fatto finora. Il nostro atteggiamento con Emiliano resta il medesimo, non chiudiamo a nessuno ma continueremo a fare le nostre proposte».

«Risultato deludente sul piano dei numeri, nulla da dire - dichiara Ivan Scalfarotto - ma era una battaglia che valeva comunque la pena di essere combattuta, per poter portare nel dibattito pubblico le nostre idee. Ha tuttavia prevalso il "voto utile", anche da parte dei peggiori critici di Emiliano di questi anni. Ringrazio tutti coloro che si sono spesi per il nostro progetto. I partiti che mi hanno sostenuto sono nati da poco: è da domani che comincia il nostro lavoro sul territorio per continuare a far valere i valori dell'europeismo, del sostegno all'economia reale, della politica trasparente, della battaglia contro il populismo e il clientelismo e radicare la presenza di forze di progresso nella nostra regione».

ULTIMI DATI AGGIORNATI ALLE 22.15

Sezioni presidente : 754 / 4.026 - Sezioni liste circoscrizionali : 747 / 4.026
EMILIANO MICHELE 135.560 46,71%
FITTO RAFFAELE 112.003 38,60%
LARICCHIA ANTONELLA 32.957 11,30%
SCALFAROTTO IVAN 5.164 1,78%
CONCA MARIO 2.389 0,82%
CESARIA NICOLA 1.274 0,44%
BRUNI FRANCO PIERO ANTONIO DETTO PIERFRANCO 476 0,16%
D'AGOSTO ANDREA 367 0,13%
IMG WAIMG WAIMG WA
  • Politica
Altri contenuti a tema
Bari, addio a Lillino D'Erasmo: scomparso storico esponente della destra Bari, addio a Lillino D'Erasmo: scomparso storico esponente della destra Aveva 77 anni. Durante la sua carriera politica era stato uno dei sostenitori di Pinuccio Tatarella.
Mola di Bari, il sindaco sta con Fedez: «Non c'è un tempo giusto e opportuno per dire certe cose» Mola di Bari, il sindaco sta con Fedez: «Non c'è un tempo giusto e opportuno per dire certe cose» «Aldilà di cosa si pensi sul DDL Zan, lui ha il merito di ribadire un concetto chiaro su cui la politica è colpevolmente assente»
Se ne va a 74 anni Peppino Caldarola, era giornalista e politico di Bari Se ne va a 74 anni Peppino Caldarola, era giornalista e politico di Bari Dal 1999 al 2000 fu direttore dell’Unità, poi venne eletto alla Camera dei deputati ma lasciò nel 2007
Bari, anche il partito comunista protesta:"Serve uscire dalla gabbia europea" Bari, anche il partito comunista protesta:"Serve uscire dalla gabbia europea" La manifestazione si è svolta in contemporanea a Roma e in diverse altre città
Conca sulla sua esclusione tra i 5 stelle: "Fulmine a ciel sereno" Conca sulla sua esclusione tra i 5 stelle: "Fulmine a ciel sereno" L'ex consigliere regionale si scusa per non aver risposto a quanti lo hanno cercato ma si dice sereno
Troppe adesioni per Giorgia Meloni a Bari, si va in piazza Troppe adesioni per Giorgia Meloni a Bari, si va in piazza Il dibattito di Fratelli d'Italia in vista delle regionali si svolgerà a San Ferdinando in via Sparano
Da Bari arriva la risposta alle Sardine, ecco il gruppo dei Pinguini Da Bari arriva la risposta alle Sardine, ecco il gruppo dei Pinguini Nato martedì scorso in risposta al movimento pugliese conta già più di 50 mila adesioni
Bari, dal Libertà a Roma contro il governo. Meloni: «Voce del popolo» Bari, dal Libertà a Roma contro il governo. Meloni: «Voce del popolo» Una commerciante di via Manzoni ha affisso un cartello al suo negozio arrivato fino alla leader di Fratelli d'Italia
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.